Magazine Lifestyle

Il baciamano

Creato il 30 settembre 2014 da Kairoswedding

Il baciamano viene considerato da qualcuno un gesto ormai superato, un atteggiamento appartenuto ad altri tempi in cui la galanteria era d’obbligo. Ma immaginiamolo per un attimo ancora attuale anche ai giorni nostri. E perché no?! Non sarebbe carino tornasse di moda? Mai dimenticato in certi ambienti, il baciamano era un simbolo di rispetto per le signore e allo stesso modo una sottile arma di seduzione, con il suo rituale, sconosciuto ai più, che è bene invece conoscere e non sbagliare. Proviamo a rispolverarlo e a sognare ancora un po’.

Questo saluto di affascinante galanteria nell’immaginario collettivo femminile non si puo’ improvvisare. Se non riesce spontaneo e non appare un gesto naturale, è meglio evitarlo per non incorrere in brutte figure. Bisogna conoscerne le piccole ma importanti sfumature. Innanzitutto niente ostentazione – gesti esagerati o inchini infossati – ma naturalezza allo stato puro. Nessun gesto affrettato. L’uomo con la giacca abbottonata (perchè non si fa mai il baciamano in tenuta sportiva) si deve chinare leggermente verso la mano – che la “dama” dovrebbe porgere nel modo appropriato – senza alzarle troppo il braccio. Le labbra del “cavaliere” devono quindi solamente sfiorare leggermente il dorso della mano della signora, evitando l’effetto “ventosa”! E senza vibrare un bacio vero e proprio. Una meravigliosa poesia in un gesto così semplice!

Acquisita la gestualità, non bisogna tralasciare le sfumature che ne conseguono. Molta attenzione deve ovviamente essere riservata all’atteggiamento della signora alla quale si vuole porgere questo gesto galante. Lei potrebbe preferire una semplice stretta di mano. Meglio quindi valutare prima e non essere troppo tempestivi.

baciamano

nonsidicepiacere.it

 

Avvertenza! Non si dovrebbe mai baciare la mano per strada e in luoghi aperti. Le donne, una volta, non uscivano di casa senza coprire mani e gambe ed  ecco perché si riservava loro il gesto solo in luoghi chiusi. Anche per non dare nell’occhio. Quindi “no” per strada, sui mezzi pubblici, nei bar, in banca, in ufficio. Con una deroga: il baciamano appena accennato puo’ essere “ammesso” davanti al portone di casa oppure di fronte a un teatro. Ultima accortezza: non si bacia mai la mano ad una ragazzina!

Non ci si deve inoltre dimenticare di salutare tutte le signore presenti. Per non essere scortesi non si bacia la mano solo ad alcune escludendone altre. Tutte o nessuna. Per evitare di passare la serata tra inchini e baci accennati, l’uomo potra’ uscire dall’”impasse” baciando la mano solo alla padrona di casa, riservando un inchino alle altre “dame”. Non sembra di essere sulla scena del ballo delle debuttanti?!

Manuali di stile e di etichetta si rincorrono e si contrappongono nel caso in cui la “dama”  indossi i guanti. Se la “gentil mano” è coperta, il baciamano sarebbe da evitare, ma eventi recenti nobili e mondani evidenziano il contrario! Come ogni tanto succede, il vecchio e il nuovo galateo si contraddicono e a volte creano un po’ di confusione… ma al di la di cio’, è bello pensare che molte donne “dei giorni nostri” vorrebbero sognare almeno una volta di trovarsi sulla scena di un romantico film, e di avere accanto un cavaliere che con disinvoltura e galanteria porge loro un baciamano!”

baciamano

 da Unico People & Style n.29 – scritto da Monia Re

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog