Magazine Lifestyle

Il mio “L’Orto delle Arti”… visto dal dietro le quinte!

Creato il 10 marzo 2015 da Kairoswedding

Ci ho messo piu’ di una settimana a riprendermi, un po’ per via dell’eta’ e per l’accumulo del lavoro sulla scrivania, ma oggi avevo voglia di condividere con voi quello che è stato il mio L’Orto delle Arti… tappa zero.

Ora ve lo posso dire… grazie ai miei due “soci di merende e d’affari” l’evento si è svolto il 1° marzo perchè l’ho chiesto io! E’ da due anni che il 1° marzo mi succedono cose BELLISSIME… è anche il compleanno della mia splendida mamma… e quindi non poteva che essere un portafortuna!

L'Orto delle Arti

Di questo lungo percorso, in ordine sparso come piace a me quando non devo pensare al lavoro, ricordo:

… la nostra “Radio Orto“!!! (Valter l’ha chiamata così) perchè siamo in tre a lavorare a questo progetto, tantissime cose da dire, tempi che stringono ed ecco che Nadia con whatsapp ha iniziato a mandare messaggi vocali… così tutto il nostro percorso di tre mesi e mezzo per organizzare questo evento è stato scandito da soli messaggi vocali… a volte stanchi, lunghissimi e preoccupati, ma altri pieni di energia, forza e felicità.

Le telefonate con Irene Campisi che mi hanno fatto letteralmente “innamorare” di una persona che neanche conoscevo, ma che la luce e l’energia della sua voce mi hanno sempre dato forza… quella che cercavo.

La conferma di Rita Loccisano che ho chiamato con un entusiasmo di bambina e le ho detto “Rita, questo è un progetto fighissimo… non puoi non esserci!” e dall’altra parte, senza fiatare, mi dice “il tuo entusiasmo mi convince, ci sono!”.

Chi mi ha detto “non ci sono perchè non me la sento” e dopo un po’ di giorni è arrivato il messaggio che dice “ci ho pensato, anche se sono timidissima, voglio partecipare! Ce la faro’… tu che mi dai forza, Nadia che mi aiuta con yoga… ci voglio essere!”.

Il compleanno rimandato del figlio di Roberto Calosso… perchè gli abbiamo chiesto di rimanere tutto il giorno. In una giornata così carica di passioni, parole e mani in movimento non poteva andare via (secondo noi)… e lui ha rimandato la festa a sorpresa di Andrea… Grazie!

Simona Spinola di Zankyou, da Madrid a Cuneo, un viavai di mail “vengo, non vengo”… ed io a dirle “Simo non c’è ancora molta gente iscritta, ma io ci credo… uniamo le forze e le energie e vinceremo!”. Lei non si è fatta pregare, ha creduto in noi ed è stato un successo sperato (ma con forti incognite, non lo nascondo).

La prima telefonata con Danilo Paparelli, che non conoscevo, ma che mi è piaciuto subito un sacco! Un sacchissimo! Così gli chiedo di fare la vignetta dell’Orto e lui senza fiatare si rende totalmente disponibile… anche dopo nelle miriadi di modifiche che abbiamo chiesto!!! (Grazie).

La prima ed unica telefonata con Roberta Masotino, naturopata, … ci siamo salutate dicendoci che “ci piacevamo un sacco!”

Un grazie grande come il mondo a tutti i media partner super super super disponibili!

Mio marito che ha saputo darmi il giusto sostegno, sempre pieno di positività, quando sono crollata… e sì, sono crollata! A Nadia che con poche parole ha ristabilito alcuni miei momenti… il suo spirito yoga funziona sempre!

Lo sguardo dei miei genitori, sempre presenti e al lavoro durante i miei eventi, che non perdono un mio sguardo, un battito di ciglio e, come mi ha scritto un’amica, “bellissimo vedere i tuoi genitori che ti aiutano con allegria e gran classe… che ti guardano ammirati ed orgogliosi” (io non lo vedo quando lavoro, ma se me lo dicono gli altri questo per me è il regalo piu’ grande!)

L’arrivo di Simona, che con tante peripezie è riuscita insieme alla mamma a venire a trovarci… Madrid-Milano-Lodi-Cuneo-Morozzo! Ed ha portato un’energia madrilena che ci ha contagiati tutti.

La telefonata di Livia Vietri per chiedermi l’indirizzo esatto… secondo me era così emozionata anche lei che ha sbagliato strada!(ma non diciamoglielo!) Paolo che si presenta e mi dice “ti ho portato una persona da Milano che ha tanta voglia di abbracciarti!”

Cristina che è stata la prima amica che ho visto la mattina, puntuale come un orologio svizzero perchè sapeva che ci tenevo, e poi è stata anche l’unica persona con la quale sono riuscita a parlare 5 minuti con calma.

Gli sposi del 2015 arrivati da Milano, Alessandria, Losanna… ma che bello sono arrivati veramente!

Gli sposi del 2014 che hanno accolto il mio invito… ed hanno anche partecipato tutto il giorno a corsi, laboratori ed incontri!

Monica la mia passione… che ci posso fare! E’ anche diventata mia cugina!

Claudia Sicurta‘, titolare del Castello di Morozzo, che ci ha sempre sostenuti ed aiutati in ogni singolo passo che abbiamo fatto… anche quando ci sono state delle decisioni importanti da prendere! Il montaggio della tendostruttura ci ha portato bel tempo… funziona sempre!

Sicuramente Nadia Dotta e Valter Castellino che quando gli ho spiegato il progetto folle non hanno esitato a dire “Figo! Io ci sono!”… e poi grazie a loro abbiamo smussato tante cose, inserito tante altre e il tutto è diventato così, grazie alla forza meravigliosa di questa squadra!

La squadra… completamente nuova, che ha saputo stupirmi in ogni singolo istante e che mi ha fatto ripetere spesso “che fortuna ho a lavorare con Nadia e Valter”… non capita spesso.

Gli occhi dei miei collaboratori, catalizzati sulle mie parole e pronti a dare il massimo… e lo hanno dato… anzi, anche qualcosa di piu’!

I sorrisi dei nostri “personaggi” e della gente…

Il sole che sbuca fuori alle 9.45… alle 10.00 iniziava l’evento!

Il caldo primaverile nelle ore centrali della giornata…

Roberto Audisio che dice “Bene! Ora che è arrivata Monia possiamo iniziare… ” ed io che per la prima volta nella mia vita non mi sento morire dalla timidezza, ma sono felice… mi siedo sul palco… il sogno degli ultimi due anni si avvera… sì, perchè il percorso di UNICO Wedding & events inizia nel 2013… Grazie ad Alessio, Robi e tutta la redazione!

I bambini che corrono spensierati nel parco e giocano nei laboratori e i genitori ancora piu’ contenti perchè finalmente hanno un po’ di tempo per loro.

L’allegria che ha portato RADIO 103 con la diretta della giornata e le interviste a quasi tutti i partecipanti… io che parlo in radio, in diretta, e mi sembra di parlare con amici (“drogata” di adrenalina pura… non capivo niente domenica scorsa!)

La gente, tanta, che mi dice che i miei occhi brillano… loro non mentono mai!

La mia chiacchierata con gli sposi, la presenza di Simona e Livia con me, e l’energia che provo tutte le volte che entro in aula… peccato che era solo un’ora! Lo faro’ presente agli organizzatori!

Il photobooth dell’Orto con la vignetta di Danilo Paparelli e l’allegria della gente che si sussegue a fare le foto…

La foto con le “borse della spesa” al posto degli occhi… fatta da Paolo Allasia, gli abbiamo chiesto di “lavorarla” bene con photoshop… diciamo che ha avuto poco tempo, ma va benissimo così!

:-)
Grazie!

L'Orto delle Arti

La tensione che cala dopo le 18.00 e la gente che pian piano se ne va a casa… tutti i “personaggi” che ringraziano (ma siamo noi che ringraziamo loro), ci sorridono, ci dicono tante cose belle… difficile immagazzinarle tutte perchè la giornata è stata così piena! Le foto e il video aiuteranno…

Lo smontaggio della location e l’arrivo di alcuni ragazzi che conosco appena e mi dicono “noi ci siamo, possiamo darvi una mano?”… ma che bello!

Noi tre che per la prima volta ci guardiamo dopo 13 ore di lavoro, come se fossimo in un flipper e senza dire niente, occhi lucidi, ci abbracciamo forte forte e pensiamo “ce l’abbiamo fatta!”… il nostro sogno si è avverato!

Oggi, a partire dalle 15.00, sara’ on-line il nostro video ufficiale… non l’ho ancora visto neanche io, ma segnatevi questo link… indubbio che io piangero’ (di gioia!) spero che vi faccia divertire e per chi non c’era assaporare la voglia di venire a trovarci la prossima volta… che forse non è poi così lontana!

https://www.youtube.com/watch?v=x1J-dK7TWGc

Non ho sicuramente elencato tutte le persone importanti dell’Orto, con alcuni “personaggi” non ho tenuto io relazioni dirette… questo post è solo uno stralcio di emozioni che mi hanno accarezzato il cuore e che hanno fatto si che la mia prima tappa dell’Orto delle Arti segnasse una nuova Vita lavorativa e nuovi stimoli per il futuro! Ne sono grata alla Vita ed ai miei due “soci di merende”… ed a tutte, proprio tutte, le persone presenti!

Grazie! Mo


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog