Magazine Cultura

Il castello di Glamis: le maledizioni

Creato il 28 novembre 2009 da Ilariamutti
Il castello di Glamis: le maledizioni Lord Strathmore appena fu informato di ciò che avevano fatto i suoi ospiti tornò immediatamente al castello e si scagliò contro di loro in maniera violenta e crudele. Questa reazione inaspettata e feroce fece accrescere la curiosità e i sospetti sul "segreto". Alcuni anni dopo proprio Lord Strathmore disse a un suo amico che: "se tu potessi solo sapere, ringrazieresti Dio di non essere al mio posto".
Il "segreto", secondo la tradizione viene rivelato ai figli maschi al compimento del ventunesimo anno di età, ma quando ne venivano al corrente, le spose degli Strathmore morivano di infarto e i capelli dei maggiordomi diventavano bianchi… Quando non si licenziavano! Si è detto anche che la famiglia degli Strathmore fosse sotto l'influsso di una maledizione legata appunto ai figli maschi. Sembrerebbe che ognuno di essi genera una deformità talmente mostruosa da rendere gli uomini completamente dediti all'alcol per dimenticare l'orrore.
Si è scritto tanto sulle morti e sulla pazzia della famiglia Strathmore, si sono formulate le più fantastiche e sensazionali teorie come a esempio quella di David Icke, che ritiene che questi nobili siano sottoposti a mostruose trasformazioni e che, in realtà, non sarebbero del tutto umani. Una specie di sotto-razza umanoide con caratteristiche diverse da quelle dell'Homo Sapiens Sapiens, il che spiegherebbe il cosidetto Sangue Blu degli aristocratici e il loro "diritto divino" a governare, almeno fino alla Rivoluzione Francese. In attesa di poter fare il dna su uno dei componenti della famiglia non ci resta che continuare ad ammirare la bellezza del castello!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il fantasma

    fantasma

    Sergio, giovane netturbino gay tendente alla perversione, conduce la sua esistenza tra cassonetti dell’immondizia da svuotare, “dialoghi” con il suo cane e... Leggere il seguito

    Da  Eraserhead
    CINEMA, CULTURA, FILM DRAMMATICO
  • Il bracconaggio

    bracconaggio

    Carissimi, quest'oggi ho ricevuto un interessante commento da una delle mie più assidue lettrici, ve lo riporto per chiarezza, così che possiate capire come... Leggere il seguito

    Da  Mauser
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Il profeta

    profeta

    regia di Jacques Audiard recensione di Nickoftime del 12-6-2009La scelta di ambientare una storia all’interno del carcere dove il protagonista (Malik) viene... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA, FILM DRAMMATICO
  • Il missionario

    missionario

    Regia di Roger Delattre Mario (Bigard) dopo sette anni passati in galera per il furto compiuto ai danni di una gioielleria, viene rilasciato per buona condotta. Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, COMMEDIA, CULTURA
  • Il Milione 10: Il lago di Van.

    Milione lago Van.

    Benché non sia trascorso ancora il primo anno di viaggio (ne restano solo altri 22), siamo già arrivati alla decima puntata e ormai la carovana ha girato... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • Il Jazz

    Jazz

    Il jazz è caratterizzato dalla preminenza dell'interprete sul compositore e da un forte ricorso all'improvvisa- zione e dall'uso delle blue note.Nasce come... Leggere il seguito

    Da  Robertocassandro
    CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Il sogno

    sogno

    Ride ancora il tuo corpo all'acuta carezzadella mano o dell'aria, e ritrova nell'ariaqualche volta altri corpi? Ne ritornano tantida un tremore del sangue, da u... Leggere il seguito

    Da  Stregazelda
    CULTURA

Magazines