Magazine

Il Cinema di Post Scriptum: Hansel & Gretel, Effetti Collaterali e Il Cecchino

Creato il 01 maggio 2013 da Postscriptum
 

HANSEL AND GRETLE: WITCHHUNTERS (2013) GEMMA ARTERTON, JEREMY RENNER, TOMMY WIRKOLA (DIR) 001 MOVIESTORE COLLECTION LTD
Parecchie questa settimana le novità al Cinema, tra cui “Hansel & Gretel Cacciatori di streghe” di Tommy Wirkola, “Effetti Collaterali” di Steven Soderbergh e “Il Cecchino” di Michele Placido. Andiamo a presentare le pellicole nel particolare.


Hansel & Gretel
Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe(Hansel & Gretel: Witch Hunters), di Tommy Wirkola, USA, Germania 2013, Fantasy
con Jeremy Renner, Gemma Arterton, Famke Janssen, Peter Stormare, Thomas Mann, Ingrid Bolsø Berdal, Zoe Bell, Monique Ganderton, Derek Mears, Judy Norton
Soggetto: liberamente tratto dai racconti dei fratelli Grimm
Sceneggiatura: Tommy Wirkola, D.W. Harper
Montaggio: Jim Page
Fotografia: Michael Bonvillain
Musica: Atil Orvarsson
Prodotto da Siezbehnte Babelsberg, Gary Sanchez Productions, Metro Goldwyn-Mayer, Paramount Pictures, Spyglass Entertainment per Universal Pictures, colore 3D e 2D, 88′

I due fratelli Hansel e Gretel, abbandonati nel bosco, finiscono in una casa dove un strega vuole ucciderli e cucinarli, ma i due con abilità eliminano la strega e riescono a fuggire. Avendo “assaggiato” il sangue di una di esse, diverranno in pochi anni i più famosi e spietati cacciatori di streghe, ma adesso si apprestano a una nuova missione, dove un nuovo nemico potente potrebbe rivelare un segreto del loro passato. Ottima fotografia, eccezionale la coppia composta da Gemma Arterton e Jeremy Renner, ma il film, oltre a sviluppare idee del tutto nuove rispetto alla fiaba originale, non riesce forse a dare una qualità altrettanto alta nella rappresentazione dei personaggi e del racconto.

Effetti Collaterali
Effetti Collaterali(Side Effects), di Steven Soderbergh, USA 2013, Thriller
con Jude Law, Channing Tatum, Rooney Mara, Vinessa Shaw, Catherine Zeta-Jones, David Costabile, Greg Paul, Kerry O’Malley, Laila Robins
Soggetto e Sceneggiatura: Scott Z. Burns
Montaggio e Fotografia: Steven Soderbergh
Musica: Thomas Newman
Prodotto da Di Bonaventura Pictures, Endgame Entertainment per M2 Pictures, colore, 109′

Emily è una giovane moglie che è caduta in uno stato depressivo grave. Ma quando suo marito Martin dopo quattro anni di prigione ottiene la libertà le cose dovrebbero migliorare per Emily, che invece cade in depressione ancora più gravemente fino al limite del suicidio. Finisce così in cura dallo psichiatra, il famoso dottor Banks, che riesce ad avere i primi passi avanti anche grazie ai farmaci molto potenti che provocano effetti collaterali gravi, blackout mentali compresi. Un giorno Martin viene però trovato morto, pugnalato. Tutti gli indizi portano a Emily, ma Banks cercherà di aiutarla ancora. Con un cast di prim’ordine da cui spiccano Jude Law e Rooney Mara, questa volta Soderbergh dirige un thriller psicologico che fa grande affidamento sulla descrizione dei protagonisti nei loro aspetti più profondi, oltre a una indiscutibile cura delle sfumature, di molti particolari del racconto e su una visione ampia della società contemporanea.

Il Cecchino
Il Cecchino(Le Guetteur), di Michele Placido, Francia, Italia, Belgio 2012, Drammatico
con Daniel Auteuil, Olivier Gourmet, Mathieu Kassovitz, Francis Renaud, Nicolas Briançon, Jerome Pouly, Violante Placido, Luca Argentero, Arly Jover, Christian Hecq, Michele Placido
Soggetto e Sceneggiatura: Cedric Melon, Denis Brusseaux
Montaggio: Sebastien Prangère, Consuelo Catucci
Fotografia: Arnaldo Catinari
Prodotto da Babe Film, Ran Entertainment, Climax Films, Filmarno, StudioCanal, France 2 Cinéma, Radio Télévision Belge Francophone (RTBF), Casa Kafka Pictures, Rai Cinema, Canal+, Ciné+, France Télévision, Cinémage 6, Palatine Étoile 9 , Cofimage 23 per 01 Distribution, colore, 88′

Il capitano Mattei, della Polizia a Parigi, è vicino alla cattura di una temibile banda di rapinatori. Ma nel momento decisivo è un abile cecchino appostato sul tetto di un edificio, pagato dalla banda, a permettere loro la fuga. Ferito uno di loro, i banditi si rifugiano e nascondono la refurtiva. Una telefonata anonima a Mattei denuncia la dimora del cecchino: catturato e interrogato, egli è Vincent Kaminski, tiratore scelto dato per morto in Afghanistan. Nel corso delle indagini, Kaminski fugge, deciso a cercare la talpa che lo ha denunciato e che ha ucciso il suo avvocato, una giovane donna che ha amato. Mattei così va alla ricerca di Kaminski ma contemporaneamente dovranno scoprire il terzo uomo. Michele Placido dirige un film con una sceneggiatura francese, cercando di metterci del suo sul racconto dei due protagonisti che si muovono in una Parigi fredda e nemica, ma la trama avvolte sfugge di mano anche per la presenza di un terzo personaggio, che va quasi a nascondere i primi due comunque.

L'Infiltrato
Snitch – L’Infiltrato(Snitch), di Ric Roman Vaugh, USA 2013, Azione
con Dwayne Johnson, Susan Sarandon, Barry Pepper, Jon Bernthal, Nadine Velazquez, Harold Perrineau, Michael Kenneth Williams, Benjamin Bratt, J.D. Pardo, Melina Kanakaredes
Sceneggiatura: Ric Roman Vaugh
Fotografia: Dana Gonzales
Montaggio: Jonathan Chibnall
Musica: Antonio Pinto
Prodotto da Exclusive Media Group, Imagenation Abu Dhabi, Participiant Media per Videa, colore, 114′

Il giovane figlio di un uomo d’affari viene incastrato per possesso di droga e quindi condannato a 10 anni di carcere, ma in realtà il ragazzo è innocente; e il padre per riuscire a provare l’estraneità del figlio deve rischiare lo scontro col nemico. Sotto copertura, l’uomo si infiltra così in una grossa organizzazione che si dedica al traffico di stupefacenti, per cercare di incastrare il boss e i responsabili.

La Finestra di Alice
La finestra di Alice, di Carlo Sarti, Italia 2013, Commedia
con Fabrizio Bucci, Sergio Muniz, Deborah Caprioglio, Clizia Fornasier, Enrico Beruschi, Francesca Giordano, Corrado Calda, Carmen De Venere, Nicola Cavallari, Donatella Allegro, Umberto Petranca
Sceneggiatura: Carlo Sarti
Fotografia: Alessandro Pavoni
Montaggio: Fabio Bianchini, Giorgio Scalia
Prodotto da Borgo Dello Spettacolo, colore, 103′

Gabriele, uno scrittore in cerca di successo, potrebbe ereditare un magnifico appartamento su cui però grava un’ipoteca. Per riuscire a liberare l’immobile dal peso, decide di affittare una parte della casa in cui vive a un ragazzo avventuriero, Fabio, che però non paga regolarmente l’affitto e appare misterioso. Finché addirittura un giorno nella casa di fronte non avviene un omicidio, la medesima nella quale Gabriele spia la bella Alice. E tra gli indiziati c’è proprio Fabio. Presenti citazioni de “La finestra sul cortile” di Alfred Hitchcock e non solamente, e comunque per una piccola produzione italiana sono idee interessanti sulle quali far girare una commedia diversa dalle molte simili tra esse degli ultimi tempi.

Muffa
Muffa(Küf), di Ali Aydin, Turchia, Germania 2012, Drammatico
con Ercan Kesal, Muhammet Uzuner, Tansu Biçer
Soggetto e Sceneggiatura: Ali Aydin
Fotografia: Murat Tuncel
Montaggio: Ayhan Ergursel, Ahmet Boyacioglu
Prodotto da Motiva Film, Beleza Film per Sacher Distribuzione, colore, 95′

Basri è un guardiano delle ferrovie in una regione dell’Anatolia. E’ un uomo solitario che da 18 anni cerca di avere notizie del figlio, arrestato dalle autorità turche per aver espresso in pubblico opinioni politiche contrarie al governo. Da allora non è più  stato ritrovato, come tanti ragazzi scomparsi per lo stesso motivo. Basri infatti scrive più volte alle autorità per avere informazioni, e una piccola speranza lo fa proseguire. Premiato al Festival di Venezia 2012 con il Leone del Futuro e col Premio Venezia Opera Prima, un film che fa discutere e riflettere, che parla di ciò che un periodo molto difficile a livello politico ha lasciato e della silenziosa tristezza di un padre alla ricerca della verità.

Benur
Benur – Un gladiatore in affitto, di Massimo Andrei, Italia 2012, Commedia
con Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito, Paolo Triestino, Teresa Del Vecchio, Stefano Fresi, Mauro Mandorlini, Giorgio Carosi, Alessandra Costanzo
Soggetto: dall’opera teatrale di Gianni Clementi
Sceneggiatura: Gianni Clementi, Massimo Andrei
Montaggio: Claudio Di Mauro, Shana Spinella
Fotografia: Vittorio Omodei Zorini
Musica: Nicola Piovani
Prodotto da Flavia Parnasi per Combo Produzioni, Rai Cinema per Movimento Film, colore, 98′

Sergio è un cinquantenne con un passato di stuntman a Cinecittà, ma dopo un incidente sul set ora si ritrova a fare il finto centurione al Colosseo, e Maria, sua sorella, lavora per una hotline erotica, ed è depressa dopo che il marito l’ha abbandonata. Vivono nella periferia di Roma, ma un giorno ad interrompere la loro monotonia arriva l’immigrato bielorusso Milan, pieno di voglia di lavorare e di buone intenzioni. Commedia che parla del disagio sociale visto al giorno d’oggi, con la descrizione di personaggi corrosi dal tempo e dalle difficoltà economiche.

Miele
Miele, di Valeria Golino, Italia 2013, Drammatico
con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi, Vinicio Marchioni, Iaia Forte, Libero De Rienzo, Roberto De Francesco
Soggetto: tratto dal romanzo di Mauro Covacich
Sceneggiatura: Francesca Marciano, Valeria Santella, Valeria Golino
Una co-produzione italo-francese con Rai Cinema per BIM, colore, 95′

Irene si occupa di assistere malati gravi che decidono di mettere fine alla loro vita e in cambio di denaro somministrerà loro un farmaco letale che li lascerà morire. Per non farsi conoscere troppo utilizza lo pseudonimo di Miele. Un giorno la contatta l’ingegner Grimaldi, un intellettuale settantenne che però gode di ottima salute ma ha deciso di ricorrere all’eutanasia: Irene si trova davanti a un dubbio molto grave. Valeria Golino esordisce alla regia con un tema molto delicato, e spesso strumentalizzato, come quello dell’eutanasia, tenendo toni molto misurati e con grande attenzione al particolare.

The Rolling Stones
The Rolling Stones Crossfire Hurricane, di Brett Morgen, USA, GB 2013, Documentario
Sceneggiatura: Brett Morgen
Montaggio: Stuart Levy, Connor O’Neill
Distribuito da Microcinema, colore e b/n, 113′

Una documentario che celebra i 50 anni di attività dei Rolling Stones, con immagini, interviste dei protagonisti, reperti storici e inediti sulla rock band che ha anche conteso il primato ai Beatles e poi ha continuato negli anni, sul limite della trasgressione e dell’eccesso, a produrre grande musica e a realizzare concerti storici.

HANSEL & GRETEL: WITCH HUNTERS

Giuseppe Causarano
Twitter @Causarano88Ibla

 

Be Sociable, Share!
  • Il Cinema di Post Scriptum: Hansel & Gretel, Effetti Collaterali e Il Cecchino
Il Cinema di Post Scriptum: Hansel & Gretel, Effetti Collaterali e Il Cecchino

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :