Magazine Cultura

« Il corpo: ecco una terra non ancora colonizzata dal potere. »

Creato il 02 novembre 2010 da Vidi

« Il corpo: ecco una terra non ancora colonizzata dal potere. »La frase del titolo (come tutte quelle in corsivo nel post) è di Pier Paolo Pasolini, di cui oggi ricorre il 35esimo anniversario della scomparsa.
Rileggendo quella frase penso a quanto sarebbe deluso vedendo la mercificazione dei corpi ai nostri tempi.
Caro Pierpaolo, quella rivoluzione culturale che tanto auspicavi, la lotta al pensiero borghese non c'è mai stata veramente, e ancora oggi
'L'Italia è un paese che diventa sempre più stupido e ignorante. Vi si coltivano retoriche sempre più insopportabili'.
Siamo oggi in tempi in cui il corpo è merce di scambio, è orpello che limita, è arma per far carriera, è affermazione di potere legato al mito della virilità,  è dovere di sottomissione della donna alle voglie del masculo, è motivo di scandalo se non si è eterosessuali.
Ancora oggi 'Un omosessuale in Italia è ricattato e ricattabile, arriva anche a rischiare la vita tutte le notti', non solo perché al potere regna il bunga bunga ma anche e soprattutto perché 'Non c'è  conformismo peggiore di quello di sinistra, soprattutto naturalmente quando viene fatto proprio anche dalla destra'. 
A volte mi guardo intorno e mi pare che gli ultimi barlumi di coscienza, come dice Guccini, girino intorno a pochi sopravvissuti.
Sono veramente pochi quelli capaci di 'continuare imperterriti, ostinati, eternamente contrari, a pretendere, a volere' .
Però ci sono. Ed è insieme a loro che ti voglio ricordare, oggi, compagno Pier Paolo.
 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il dotto e il carbonaro

    Nella ricorrenza del centocinquantesimo anniversario, di quella che troppi ancora, si ostinano a chiamare unità d’Italia, si è costituito, anche nel Comune... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il mercante

    mercante

    col sorriso è un infame, senza orecchie assente con la testa mentre ruba una cosa più dell’oro: il tuo tempo, la fiducia, il tuo lavoro. Leggere il seguito

    Da  Pupidizuccaro
    CULTURA, SOCIETÀ
  • il cuoppushi

    cuoppushi

    Scendi a comprare le medicine e una voce ti chiama da dentro una pescheria."dotto' volete favorire?".intanto mi so girato perche' mica avevo capito che il... Leggere il seguito

    Da  Cielosopramilano
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il Bambino con il Pigiama a Righe

    Bambino Pigiama Righe

    Inizia con questo primo intervento l’angolo del blog dedicato al cinema. Siccome siamo nella settimana della memoria, il film che propongo è ”Il Bambino con il... Leggere il seguito

    Da  Marco4pres
    CULTURA, SOCIETÀ
  • il Gargano

    Certe zone del pianeta hanno scelto per prime. Quando il Creato si dispose sul pianeta, plasmando continenti emersi e sommersi, foreste e deserti, mari e... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il filo diretto con il Cielo

    Detto in termini profani: esiste una sorta di Suo «filo diretto» con il Cielo?Sì, a volte ho questa impressione. Nel senso che penso: «Ecco, ho potuto fare una... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il Patriarca

    Patriarca

    Tra cronaca e storia, a un mese dalla morte di Silvius Magnago un libro ripercorre la vicenda umana e politica del “patriarca” dell’autonomia sudtirolese... Leggere il seguito

    Da  Gadilu
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ

Magazines