Magazine Cultura

Il dio della colpa

Creato il 27 novembre 2015 da Fedetronconi

Ma se andiamo al di là delle stravaganze più vistose e vogliamo capire chi sia davvero il nostro ‘avvocato di difesa’, allora “Il dio della colpa”il quarto romanzo pubblicato in Italia di cui è protagonista, è forse quello in cui emerge maggiormente una sua parte privata, sofferente. Quello in cui, più che in altri, fa i conti con un ventaglio di sentimenti che forse non interferiscono con la sua vita professionale, ma che incidono sul suo vissuto più profondo. - Mariagiulia Castagnone, Editor e Traduttrice Piemme 

Il dio della colpa

Mickey Haller è un uomo complicato, con una vita complicata. Deve fare i conti con un passato di eccessi, con una figlia che non vuole più saperne di lui e, più prosaicamente, con le necessità quotidiane, tra cui quella di guadagnare quel tanto che basta a mandare avanti il suo studio.
È per questo che, quando riceve un messaggio sul cellulare mentre è in un’aula di tribunale, impegnato a difendere il suo cliente dall’accusa di aggressione, la sua attenzione viene immediatamente catturata. A mandarglielo è Lorna, la sua segretaria, e il testo è questo: «Chiamami subito. Si tratta di un 187». Il numero, che in California corrisponde al codice dell’omicidio, cattura immediatamente la sua attenzione. Occuparsi della difesa in un caso di omicidio significa guadagnare un bel mucchio di soldi e l’eventualità non lo lascia certo indifferente.
Quando poi scopre che la vittima, una prostituta che pensava di aver rimesso sulla retta via, era già stata sua cliente, non ha più dubbi sull’opportunità di accettare l’incarico. A muoverlo però non è solo il bisogno di guadagnare, ma i fantasmi di un passato che gli si rivela diverso da come l’aveva vissuto e una sete di giustizia che nasconde un forte desiderio di redenzione personale.
Ed è proprio il personaggio di Haller, l’avvocato fuori dagli schemi che prepara i processi dal sedile posteriore della sua Lincoln, un uomo pieno di difetti, ma forse proprio per questo decisamente autentico, a rendere così speciali i romanzi di cui è protagonista.
Ancora una volta Michael Connelly riesce a creare un universo che supera i confini della narrativa di genere per avvicinarsi alla vera letteratura.

Una delle più grandi star del thriller americano, Michael Connelly raggiunge sempre il primo posto nelle classifiche con ogni suo nuovo romanzo. L’Italia lo ha accolto con grande entusiasmo fin dal primo romanzo pubblicato, Debito di sangue, da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. In seguito ha fatto la sua comparsa il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di moltissimi suoi thriller, tra cui Il ragno, vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. Con Il poeta, uno dei suoi libri più amati, crea il personaggio di Jack McEvoy, il reporter di nera che ritroviamo ne L’uomo di paglia. In anni più recenti Connelly ha ideato un nuovo, riuscitissimo protagonista, l’avvocato Mickey Haller, che svolge la sua attività nel sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Tra le presenze eccellenti di due edizioni del Festivaletteratura di Mantova, è stato anche ospite d’onore al Noir in Festival di Courmayeur, dove ha ricevuto il Raymond Chandler Award. Nel 2012 è tornato in Italia per partecipare al Festival internazionale delle Letterature, a Roma.
Il dio della colpa è il quinto thriller di cui è protagonista Mickey Haller.

  • Myspace
Il dio della colpa

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Marchio - Aurora D'Evals

    Marchio Aurora D'Evals

    Sara e Ginko non potrebbero essere più diversi: lei, figlia di ricchi borghesi, giovane, carina, educata, con un futuro assicurato, lui tatuatore, musicista... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, LIBRI
  • Il viaggio di sad

    viaggio

    Il tempo vola e non mi rendo mai pienamente conto di quello che succede.Quanti giorni sono passati dalla nascita ufficiale di Sad? Leggere il seguito

    Da  Carlo Deffenu
    CULTURA, LIBRI, RACCONTI, TALENTI
  • Il Grimaldello

    Grimaldello

    Il fantastico in Italia fatica ad affermarsi (anche se i numeri di Lucca Comics raccontano un’altra verità). Quando l’immaginario riesce a far breccia... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA, LIBRI
  • Maison Ikkoku - Il manga

    Maison Ikkoku manga

    Maison Ikkoku - Cara dolce Kyotoめぞん一刻 (Maison Ikkoku)Genere mangaLingua originale giapponese Paese Giappone Autore Rumiko Takahashi Editore Shogakukan Rivista... Leggere il seguito

    Da  Flavio
    CINEMA, CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • IL PESO - Liz Moore

    PESO Moore

    Prima di tutto quanto, prima che Marty morisse, Marty, la mia più cara amica al mondo. Quando ancora insegnavo e anche prima. Quand’ero bambino. Quando non ero... Leggere il seguito

    Da  Lalettricerampante
    CULTURA, LIBRI
  • Il ritorno di Maciste

    ritorno Maciste

    I racconti de Le Imprese di Maciste.No, non è il titolo di un film peplum degli anni ’60. Molti di voi sanno che più o meno un anno fa ho pubblicato tre... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA, LIBRI
  • Il viaggio nell’universo

    viaggio nell’universo

    No, tu non eri pronto per il viaggio verso l’universoNel Tutto infinito che ci circondaE del quale non siamo che una piccola pausa spazio-temporale,invisibile... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI

Magazines