Magazine Cultura

Il mare

Creato il 16 gennaio 2011 da Phoebes

Il maredi Paolo Poli
da Anna Maria Ortese

Voto: 8 (su 10)

E se era vero o solo immaginato… non potrei dirlo!

Conosco Paolo Poli fin da quando, da bambina, ascoltavo I Racconta Storie. Lui e la sorella Lucia erano i miei preferiti, con quel modo tutto particolare che avevano di giocare con la voce! E’ sua per esempio la lettura della filastrocca che ho postato per gli auguri di Natale! Quindi, ero davvero emozionata di poterlo vedere finalmente dal vivo, dopo aver ascoltato per anni la sua voce! :)
E non mi ha deluso, è sempre fantastico, ho ritrovato le stesse intonazioni che mi spalancano un sorriso a trentadue denti ogni volta che le sento! ^_^
Bravissimi anche gli altri attori, esilaranti nelle canzoncine e coinvolgenti nelle parti recitate.
Quel che mi ha lasciato un po’ perplessa è stato il tema dello spettacolo, ma qui l’errore è solo mio. Conoscendo Paolo Poli e avendo visto il trailer mi aspettavo uno spettacolo comico. Bè, le risate non sono certo mancate, soprattutto, come dicevo, durante i siparietti musicali, ma il tenore delle scene recitate era soprattutto molto triste. La realtà raccontata era spesso tragica, fatta di dolore e povertà, famiglie unite dal lutto o divise da egoismi e incomprensioni.
Anche se sono rimasta inizialmente un po’ stranita da tutta questa tristezza, lo spettacolo mi è piaciuto molto. Un po’ meno del solito, forse, perché le storie erano tutte scollegate tra loro, e, come preferisco i romanzi ai racconti, anche a teatro prediligo un’unica storia invece che vari episodi separati. A parte questo piccolo particolare, lo spettacolo è stato godibilissimo! Paolo Poli è favoloso, istrionico, trasformista… ma anche gli altri attori non sono stati da meno in quanto a cambiamenti di costumi e personaggi. Ah, sì, i costumi, poi, splendidi! E tantissimi, tutti gli attori si sono cambiati innumerevoli volte, e con che velocità! :)
Belle anche le scenografie, tutte più o meno ispirate al mare del titolo.

Insomma, un’altra bella soddisfazione teatrale! Che mi ha lasciato, tra l’altro, con una grande curiosità riguardo alla scrittrice Anna Maria Ortese, dai cui racconti sono state tratte le scene.

Mi spiace solo per una cosa: questo era il quarto spettacolo compreso nel mio abbonamento di quest’anno, oramai me ne rimangono solo due! :(

Informazioni sulla rappresentazione

Regia: Paolo Poli

Con Paolo Poli, Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco

Scene: Emanuele Luzzati
Costumi: Santuzza Calì
Consulenza musicale: Jacqueline Perrotin
Coreografie: Claudia Lawrence
Teatro: Eliseo (link)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il raccoglitore di anime

    raccoglitore anime

    Editore: Narrativa NordData di pubblicazione: 2007Costo del libro: 18.60Autore: Alan CampbellMEKE:si tratta di un libro che per me è risultato ostico e noioso,... Leggere il seguito

    Da  Kikka
    CULTURA, LIBRI
  • Il lettore compulsivo e il Natale

    lettore compulsivo Natale

    Il lettore compulsivo che è in me è sempre in conflitto durante il Natale ed i saldi. E pure leggermente depresso. Intendiamoci, non ha nulla contro il Natale i... Leggere il seguito

    Da  Weirde
    CULTURA, LIBRI
  • Il club dei suicidi

    club suicidi

    Titolo: Il club dei suicidi Autore: Albert Borris Casa editrice: Giunti Uscita in Italia: 6 luglio 2011 Prezzo: € 14.50 Il club dei suicidi, uscito il 6... Leggere il seguito

    Da  Very76
    CULTURA, LIBRI
  • Il borsino della spesa

    borsino della spesa

    Finalmente ho comprato gli ultimi due libri ...Leggi ancora | Pubblicato da millecuori | Commenti Tag: il borsino della spesa ... Leggere il seguito

    Da  Aghi
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Il bullismo

    bullismo

    di Naomi Tipping La Nuova Frontiera – pag.16 -e.14,95 “Se sei ferito non nasconderlo”, “Parla con mamma e papà“, “Ricordati che sei speciale”: sono questi alcun... Leggere il seguito

    Da  Centostorie
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il...Misundestanding!

    Il...Misundestanding!

    Aaarghhhh! Odio il misundestanding!Quell'escamotage, usato e strausato, nonché abusato dalle scrittrici nei romanzi rosa, quando non trovano ispirazione per... Leggere il seguito

    Da  Junerossblog
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Il noir si rifà il trucco

    noir rifà trucco

    Sabato scorso, in FM su PuntoRadio, si è parlato di trucco e di trucchi. Anche nel segno del noir e dei libri, ovviamente. Io l’ho fatto così. Etimologia Sono... Leggere il seguito

    Da  Paolo Franchini
    CULTURA, LIBRI

Magazines