Magazine Ecologia e Ambiente

Il nucleare che non c’è costa ma quanto costa!

Creato il 13 ottobre 2011 da Lucia Navone @lucia_navone

Il nucleare che non c’è costa ma quanto costa!Potrebbe essere la più grande bonifica mai messa in atto dal Governo Italiano quella per liberare il nostro territorio dalle scorie nucleari. Per farlo però ci vorrebbe un investimento di ben 8 miliardi.

Questo è quanto prevede il piano industriale 2011-2015 presentato ieri dalla Sogin  che, entro il 2015, realizzerà un parco tecnologico e, finalmente, il tanto atteso deposito.  Il progetto dell’azienda incaricata dallo Stato di gestire il post atomo prevede infatti la costruzione di un centro di stoccaggio che consentirà la sistemazione definitiva di circa 80mila metri cubi di rifiuti di bassa e media attività e, la custodia temporanea di circa 12.500 metri cubi di rifiuti provenienti altre attività.

Il problema però rimane, ancora,  l’individuazione del sito che naturalmente non è stato deciso. Tra le cinquanta ipotesi presentate, nessuna sembra prevalere. Nel sito prescelto verranno stoccati  90 mila metri cubi di rifiuti, di cui il 70% proverrà dagli impianti nucleari e, il restante 30% da attività medicali Forse le amministrazioni locali non saranno propriamente felici di detenere tutto l’ammontare di scorie radioattive prodotte dalle nostre centrali anche se la Comunità europea ha imposto di identificare un sito e fare un piano deposito entro il 2015.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Easy Green, il giudice cancella l’asta

    Easy Green, giudice cancella l’asta

    Non sono stati versati i soldi, svaniscono i posti per i 373 operai dell´ex Electrolux e Presa Diretta non manda in onda il servizio girato a Scandicci il 26... Leggere il seguito

    Da  Lucia Navone
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • Il lato verde della carta

    lato verde della carta

    La carta è naturale, riciclabile e rinnovabile. Non inquina, ha una vita infinita perchè può essere riciclata fino a 7 volte e proviene dalla fonte rinnovabile... Leggere il seguito

    Da  Lucia Navone
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • Il nucleare in giardino

    nucleare giardino

    Ancora incerti, ma ottimisti, sul risultato del referendum, tutti gli Italiani che hanno espresso il proprio "sì" al quesito relativo all'abrogazione del piano... Leggere il seguito

    Da  Andresilver
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • Va avanti il nucleare spagnolo

    avanti nucleare spagnolo

    Da BarcellonaIn plaza Catalunya a Barcellona Los Indignados dormono sugli alberi e tra gli slogan, anche il no all’atomo e alla politica di Zapatero sul... Leggere il seguito

    Da  Lucia Navone
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • Il sogno kazako

    sogno kazako

    0 Il prosciugamento del Lago d'Aral dal 1989 al 2008 Far rivivere il Lago d’Aral è il sogno del Kazakistan. Un sogno tradotto in un progetto per il quale è stat... Leggere il seguito

    Da  Simone D'Angelo
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • In nanomacchina verso il futuro

    Segnalo che oggi sbarco anch'io sull'ottimo (e molto letto!) Futuro Prossimo, con un'introduzione alla nanotecnologia molecolare e in particolare a Motori di... Leggere il seguito

    Da  Estropico
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE
  • Pronti per il vegancamp?

    Pronti vegancamp?

    Si terrà domani 24 Aprile alle 18.00 nella splendida cornice di Villa Le Pianore a Camaiore, LU, all’interno del VeganFest 2011 il VeganCamp , il primo Veg*... Leggere il seguito

    Da  Kia
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE

COMMENTI (1)

Da aureli alfonso
Inviato il 16 ottobre a 10:55
Segnala un abuso

Si può realizzare con certezza un generatore di corrente da 6kw ed oltre, che fa risparmiare il 99,99% di energia elettrica, lo 0,01% serve x l'avvio; " praticamente non consuma nulla" inoltre lo stesso principio si può adattare ad auto elettriche con più velocità e km illimitati. Saluti Aureli.