Magazine Talenti

Il pacco misterioso

Da Vanessa Valentinuzzi
Fuori piove. L'aria è fredda, di quella da neve. La sveglia ha già suonato, l'ho spenta ripetendomi: "ancora 5 minuti".  Sono diventati 15, ed è tardissimo. A casa il frigo è vuoto, non ho neanche il latte per la colazione. Per il tè ci vuole il tempo che non ho. Davvero, oggi non c'è motivo per alzarsi e andare in ufficio.  Anche se è l'ultimo giorno del mio vecchio lavoro.Vorrei stare sotto al piumone con una tazza di quel tè che è troppo tardi per preparare. Sì, proprio non mi va di uscire. Fuori è ancora buio, ecco non sta bene andare contro natura, sfidare le tenebre. Alzarsi addirittura prima del sole è decisamente un atto di maleducazione, una presuntuosa  e irriverente sfida contro la natura.  Ma è tardi, anche se è mattina presto, e neanche l'acqua si scalda. Esce dal rubinetto ghiacciata, probabilmente persino lei oggi non voleva scorrere. Apro il cassetto e mi vesto di nero per farmi scudo, con l'eleganza, dal mondo esterno in cui oggi non ho v-o-g-l-i-a di tuffarmi. Come quando non avevo voglia di andare a scuola perchè interrogavano, o a ripetizioni di matematica per recuperare quelle x che non ho mai più recuperato.
Scendo i tre piani di scale, diretta con il pensiero alla macchina, ma con lo stomaco che desidera fermarsi al bar a fare colazione. Quanto è innaturale uscire da casa senza aver bevuto il mio Earl Grey. Ma sono in ritardo. Prima di uscire dal portone mi giro distrattamente verso la cassetta della posta, sicura che troverò solo pubblicità. Invece no, c'è un pacco voluminoso in mia attesa. Eppure, io non ho ordinato nulla. Sembra un regalo, ma chi può essere? Forse è stato messo lì per sbaglio.Lo guardo meglio, è proprio per me. Apro, e trovo una lettera dell'editore Giulio Perrone che mi ringrazia per aver partecipato al concorso Fili di Parole con il  mio romanzo e mi regala dei favolosi libri dal suo catalogo, sperando di farmi cosa gradita.Ecco, non esiste cosa più bella che ricevere senza aver chiesto nulla. Che essere ringraziati perchè si scrive e ricompensati con ottime letture che corrispondono ai tuoi gusti. Niente è meglio che essere rispettati per quello che si fa, e scartare un pacco misterioso in un giorno freddo e piovoso.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il cesso

    Cenere nel lavandino.. una volta era bianco, ora vi poso la cenere, mentre fumo… e lo faccio in bagno. Ogni tanto ho bisogno anch’io di un posto appartato dove... Leggere il seguito

    Da  Paride
    TALENTI
  • Il filo

    filo

    Quinta ginnasio. Lei ci propone di leggere per casa un racconto di Borges. Questo. Da allora, ogni volta che sono satura, ma proprio satura, mi viene in mente... Leggere il seguito

    Da  Averessere
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il ponte

    ponte

    Quando ho iniziato a scrivere qui dentro, ho deliberatamente evitato di parlare del mio lavoro.Perchè questa doveva essere la pagina bianca che anni fa non mi... Leggere il seguito

    Da  Averessere
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il panda

    Viene giù che dio la manda Il morale sotto i tacchi Nel mondo solo pacchi Che fan perdere la trebisonda Oggi solo brutte cose Tante noie pericolose Tante... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    POESIE, TALENTI
  • Il casabe

    casabe

    Carlo Nobili --------------------------------------------------------------------------------Il casabe, tipico piatto cubano di derivazione india, è un pane... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il Camminatore

    Camminatore

    In quella striscia di terra tra Messina e Taormina, lì sono cresciuto. Un lungo serpente sul mare. Una corda ai piedi delle colline. Una collana di perle tra... Leggere il seguito

    Da  Parolesemplici
    RACCONTI, TALENTI
  • Il trenino

    trenino

    E’ un’ardua impresa addobbare l’albero di Natale con due gatti in casa. Bach e Birba rincorrono qualsiasi pallina sfugga dalle mie mani. Mi sono arresa da anni... Leggere il seguito

    Da  Samilla
    RACCONTI, TALENTI

Dossier Paperblog

Magazine