Magazine Cinema

Il personaggio: David O.Russell, da “The Fighter” a “Joy”

Creato il 20 luglio 2015 da Cinetvrecensioni

Andate ad Hollywood, incontrate un attore a caso e chiedetegli con quale regista preferirebbe lavorare. Premesso che molti di noi anteporebbero un salto stile wrestler sul beniamino hollywoodiano di turno a domande del genere, ma chi la farebbe molto probabilmente avrebbe come risposta un nome: David O.Russell. Perché? Molto semplice. Dal 2010, anno di “The Fighter”, quasi tutti gli interpreti principali dei suoi tre film (The Fighter stesso, Il Lato Positivo e American Hustle) sono stati nominati o addirittura vinto Oscar, neanche fossero Meryl Streep.

image
Prossimamente è in uscita Joy, e ci aspettiamo già una caterva di nomination meritatissime. Ovviamente, per spiegare meglio la carriera di questo regista, bisogna dire che prima di The Fighter, Il Lato Positivo e American Hustle, O.Russell ha girato tre film, due commedie (“Amori e disastri” del ’96, “Le strane coincidenze della vita” del 2004) e un film di guerra (“Three Kings” del ’99). Però il vero successo per David O.Russell arriva nel 2010, perciò non ho preso in considerazione l’arco temporale precedente per motivi di lunghezza dell’articolo. Molti dei lettori potrebbero obbiettare che, ultimamente, si è visto al cinema “Accidental Love” con il bravissimo Jake Gyllenhaal. Molti non sanno però che David O.Russell cominciò a girare questa commedia nel 2008 e la abbandonò nel 2010, dopo i tanti problemi, e che molte scene sono state girate senza di lui. Quindi arriviamo al 2010, anno di “The Fighter”, capolavoro unico nel suo genere (che di capolavori ne ha visti). Di film sul mondo della boxe ne sono stati girati tanti, ma “The Fighter” non ha nulla da invidiare a film come “Rocky”, anche perché basato sulla storia vera di Micky Ward

image
Nel 2012 è il turno de “Il Lato Positivo”, film riguardante un uomo che ha perso tutto e con disturbi bipolari, ma che con tenacia e forza d’animo riesce a trovare il suo ‘lato positivo’.

image
Nel 2014, invece, O.Russell si ripresenta con “American Hustle”, storia vera dell’operazione Abscam, creata dall’F.B.I. contro la corruzione nella politica degli Stati Uniti d’America.

image
Il 2015 sarà l’anno di Joy, anch’essa storia vera della biografia di Joy Mangano, inventrice della Miracle Mop, pensate una scopa per pulire i pavimenti! I dati riguardanti le nomination all’Oscar per i suoi film sono mostruosi: • 3 pellicole: The Fighter, Il Lato Positivo e American Hustle; • 5 nomination per lui: miglior regista per i tre film, e miglior sceneggiatura per “Il Lato Positivo” e “American Hustle”; • 25 nomination generali per i tre film, con (questo è il solo aspetto negativo) solo 3 statuette aggiudicate, tra l’altro per prove attoriali. Sfigatissimo insomma! Un’altro aspetto di O.Russell che ci piace è la propensione che ha nel lavorare sempre con gli stessi attori, plasmandoli ogni volta negli stupendi e bizzarri personaggi messi in scena. • Jennifer Lawrence: attrice simbolo di quest’arte del “feticcio” di O.Russell verso i “suoi” attori. Già ammirata in “Un gelido inverno” che le aveva regalato una nomination agli Oscar giovanissima, e nella saga “Hunger Games”, grazie a O.Russell vince l’Oscar in “Il Lato Positivo” e viene nominata in “American Hustle”. Sarà anche la protagonista di “Joy”. Quarta nomination per lei quotata quanto la Juve vincitrice del campionato prossimo.

image
Christian Bale: ex pugile, fratellastro di Ward, in “The Fighter”, dove (non per la prima volta) lo vediamo magro da far paura, ennesima dimostrazione della sua premura nel prepararsi anche fisicamente (non sarà pericoloso?) ai ruoli. Mentre in “American Hustle” lo ammiriamo sovrappeso, stempiato e bruttino prendere le sembianze del truffatore Irving. Vittoria come miglior attore non protagonista agli Oscar per “The Fighter” e nomination come attore per “American Hustle”.

image
Bradley Cooper: protagonista de “Il Lato Positivo”, e agente dell’F.B.I. in “American Hustel”. Due film con O.Russel, due nomination agli Oscar. Vedremo anche lui in Joy, per la terza collaborazione con il regista. Nomination assicurata?

image
Amy Adams: stupenda attrice, ormai certezza del cinema americano, forse la più talentuosa in circolazione. Lei sicuramente meriterebbe la vittoria della statuetta da parte dell’Academy. Ma deve comunque un ringraziamento a O.Russell che le ha regalato 2 delle sue 5 nomination, in “The Fighter” e “American Hustle”

image
Questi gli attori “feticci” per eccellenza di O.Russell. Mi scusera’ Mark Wahlberg, che ha addirittura collaborato con lui tre volte, ma non è stato citato perché delle tre pellicole che abbiamo esaminato ha recitato solo in “The Fighter”.

image
Ringraziamento d’obbligo va a O.Russell anche per aver “guarito” Robert De Niro, ormai in coma da anni, costretto a recitare in commedie scadenti o thriller (se così si possono definire) alquanto sottotono. O.Russel gli regala un ruolo eccezionale in “Il Lato Positivo” grazie al quale riceve la sua settima candidatura agli Oscar VENTUN’ANNI dopo quella per “Cape Fear”. Rivisto anche in “American Hustle”, anche se per pochissimo, molto probabilmente vi ha partecipato come ringraziamento d’obbligo verso O.Russell. Speriamo ci regali ancora emozioni, dato che sarà protagonista affianco alla Lawrence in “Joy”.

image
Ottimi interpreti delle sue pellicole anche Jeremy Renner, protagonista secondario in “American Hustle”, stranamente non nominato agli Oscar ma ottima la sua prestazione nel ruolo del sindaco corrotto. Jacky Weaver, altra attrice che deve ringraziare all’infinito O.Russel, perché riceve la sua seconda candidatura agli Oscar grazie a “Il Lato Positivo”. E per ultima, ma non per bravura, Melissa Leo, premiata con la statuetta come miglior attrice non protagonista in “The Fighter”.

image
Ho omesso tanti, troppi dettagli della carriera di questo regista che si è imposto come uno dei migliori registi americani del momento e che secondo noi diverrà uno dei mostri sacri del panorama nazionale e non. In attesa di vedere “Joy”, invito chi si fosse perso qualche sua opera a porre rimedio a questo errore.

Se questo articolo vi è piaciuto, ci trovate qui: CineTv – Recensioni e News

Un ringraziamento speciale alle pagine: Bradley Cooper.. un mito – Jeremy Renner Italia – Dillo con Jennifer LawrenceP.S. Lei è Jennifer LawrenceAmy Adams – ItaliaJennifer Lawrence Fan Italia

Salutiamo, come sempre, le nostre affiliate e vi raccomandiamo di passarci: I love CINEMA – Telefilm, film, music and more – Multifandom is the way. Okay? Okay. – I love cinema quotes – Not only a fandom. We are multifangirls – L’incantesimo del cinema – Il “Cinematografo” – Toko Film Festival – Telefilm e film 4ever – Tutti pazzi per il cinema – Film&SerieTV – Because i love films. – Dopotutto domani è un altro film – Il mio film preferito è… – Cinemateca Multimediale – Movies&Scenes – Mad for Cinema – Cinema movie and pop – Nel labirinto del cinema – Cinema per tutti – Cinemastory – Cinefili per scelta – La bottega dei film – Non solo cinema – Film telefilm e libri – Cinema e cinema – Ieri Oggi e Domani



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines