Magazine Cinema

Il pianosequenza de La casa muda

Creato il 07 luglio 2011 da Soloparolesparse

La cosa fondamentale da sapere su La casa muda (The silent house) è che si tratta di un unico pianosequenza di 72 minuti.
A parte qualche trucchetto Gustavo Hernández riesce a raccontare tutta la vicenda senza mai staccare la macchina da presa dalla scena, senza nemmeno uno stacco di montaggio, e lo fa discretamente sfruttando alcune soluzioni interessanti.

Il pianosequenza de La casa muda

Laura e il padre sono in fuga qualcosa (cosa?) e decidono di passare la notte in una casa disabitata (e vagamente diroccata) nel bosco.
Solo che ben presto risulta evidente che in questa casa non sono soli, qualcuno li osserva ed è deciso a farli fuori.

Tutta qui la trama per un film che gioca tutto sulla suspance, sugli spostamenti della ragazza nel buio e nel silenzio della casa.
Molto silenzio e molto buio. Talmente tanto buio da ricordare a tratti le sequenze finali di REC.
La suspance però è minore rispetto al film spagnolo (questo è argentino).
Riesce comunque ad essere inquietante per quello che mostra e soprattutto per quello che non mostra.

Ma torniamo al pianosequenza.
Come detto, a parte qualche momento di buio assoluto che probabilmente serve a staccare e a far prendere fiato agli attori, il film è girato in un’unica soluzione.
Ma Hernandez è bravo a sfruttare alcuni giochini più o meno classici di questa soluzione.
La macchina da presa si muove molto, anche se per la maggior parte del tempo si limita a seguire la ragazza, sfrutta i muri, le porte, le stanze ed anche in diverse occasioni gli specchi presenti nella casa.

Il pianosequenza de La casa muda

Il risultato è discreto anche se l’insieme finisce per essere forse eccessivamente lento.

Pochissime battute, l’intera drammaturgia posa sulla bravura di Florencia Colucci, ottima soprattuto se consideriamo la difficoltà di girare praticamente l’intero film in un’unica soluzione.

La storia non è un granchè. Tolto tutto il gioco dell’inquietudine e della suspance, la rivelazione finale lascia un po’ il tempo che trova, ma è comunque un film da vedere.

I titoli di coda dichiarano che si tratta di storia vera. Anche se fosse questo non regala certo nulla in più al film.

Potrebbero interessarti:

  1. Easy girl – Emma Stone è la troietta della scuola
  2. The new daughter – come fossimo formiche
  3. Con gli occhi dell’assassino – la recensione
  4. I spit on your grave – Non violentate Jennifer
  5. Salvage – da Kafka a Gough
Better Related Posts Plugin

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il demone sotto la pelle

    demone sotto pelle

    Regia: David CronenbergOrigine: CanadaAnno: 1975Durata: 87' La trama (con parole mie): il tranquillo complesso residenziale ad alta tecnologia costruito in... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • Il pittore e la modella

    pittore modella

    . Da Canova a Picasso. TREVISO, Casa dei Carraresi Via Palestro, 33/35 13 novembre 2010 -13 marzo 2011 Il pittore e la modella: argomento quanto mai... Leggere il seguito

    Da  Viadellebelledonne
    CULTURA, LIBRI
  • Il peccato e la vergogna, ...

    peccato vergogna,

    IL PECCATO E LA VERGOGNA, 2010 Regia di Luigi Parisi , con Gabriel Garko (Nito Valdi), Manuela Arcuri (Carmen Tabacchi), Giuliana De Sio (Bigiù), Eros Galbiati... Leggere il seguito

    Da  Isn't It Romantic?
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Il libertino e la psicoanalisi

    libertino psicoanalisi

    Contravvenendo al giuramento d’Ippocrate, la dottoressa lo baciò, attirandolo a sé teneramente. Lui era lì per curarsi l’anima, come dalla cartomante o... Leggere il seguito

    Da  Pim
    CULTURA
  • Il Gallo e la Chitarra

    Gallo Chitarra

    "L'arte è la scienza fatta carne". Così si apre Il Gallo e l'Arlecchino (1918) di Jean Cocteau, manifesto del circolo musicale di Montparnasse (più conosciuto... Leggere il seguito

    Da  Jkant
    CULTURA, MUSICA
  • Il sangue e la rosa, ...

    sangue rosa,

    IL SANGUE E LA ROSA, 2008 Regia di Salvatore Samperi e Luigi Parisi, con Gabriel Garko (Rocco Riboni), Isabella Orsini (Isabella Malvolti), Mirko Petrini (Giuli... Leggere il seguito

    Da  Isn't It Romantic?
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Il coraggio e la fede

    coraggio fede

    Un elettricista inglese rischia il licenziamento ma non rinnega la sua fede. Il suo boss Denis Doody ha la foto di Che Guevara nel suo ufficio ma non tollera ch... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI