Magazine Informazione regionale

Il quartiere "I Gigliati" attende

Creato il 07 ottobre 2010 da Jet @lucecolore

"Alla presenza di autorità civili e religiose oggi 12 ottobre 2010 si è proceduto alla inaugurazione degli edifici residenziali del complesso I Gigliati". Forse leggeremo così sui giornali il giorno successivo. Chissà se alla cerimonia saranno presenti i pianificatori e chissà quali sermoni sentiremo, ma l'interesse ormai è concentrato sulla tangenziale sud. E' la solita tattica di nascondere le difficoltà del presente con promesse per il futuro. Per un aggiornamento completo riporto la lettera inviata dall'amico Antonio, un fidentino che non demorde.Gent. Sigg.Vi scrivo in riferimento a ciò che sta avvenendo in uno dei nuovi quartieri “fiore all’occhiello” di Fidenza. I Gigliati, ovvero la famosa futura porta della città verso Parma.
Per quanto concerne il patrimonio del verde comunale, Vi comunico purtroppo che, come ampiamente previsto e segnalato da un noto blog fidentino, 2 querce secolari presenti nell’area sono state tranciate nella giornata di ieri. Complimenti a chi ha perpetrato questo ulteriore scempio.  A dire il vero era un destino segnato: erano lì da mesi, a marcire, completamente rinsecchite e pronte a cadere sul vicino neo-complesso residenziale.Ormai a Fidenza ci dobbiamo abituare a queste scelte “unilaterali”, senza possibilità di intervento. Ormai qui impera la filosofia “morto un papa, se ne fa un altro”. Vorrei ricordare alcuni punti:-          Come annunciato sui quotidiani locali qualche settimana fa, il 12 ottobre dovrebbe esserci l’inaugurazione della fase 1 del Quartiere dei Gigliati, al momento costituito soltanto da alcuni complessi residenziali. Sarà tagliato il nastro delle strade “Via Partigiani Fidentini” e “Via Mons. Francesco Stringhini”.-          Nel progetto, ancora in vigore del quartiere, è prevista, oltre alla creazione del famoso grande parco urbano (che a Fidenza manca), anche la piantumazione di alberi di diverso fusto lungo tutte le vie e lungo il perimetro, incluso quel pezzo di verde dove fino a ieri v’erano i due poveri alberi e che separa i Gigliati dall’adiacente zona commerciale.-          C’è una pista ciclabile che costeggia il quartiere ad ovest e che dovrebbe congiungerlo con Viale Martiri della Libertà (per intenderci lo stradone alberato che porta in centro): questa pista ciclo-pedonale termina pietosamente sulla via Emilia all’altezza di un distributore e ancora non si vedono segnali di lavori per il “necessario” attraversamento ciclo-pedonale.-          Tra i Gigliati ed il preesistente quartiere Azalee c’è una bell’area verde attrezzata che però è spesso stata oggetto di “frequentazioni poco adatte” ai principali fruitori, ovvero famiglie, bimbi e anziani. Spero che in tema di sicurezza e sorveglianza dell’area il Comune si attivi. Ricordo che di recente in uno dei cantieri in corso di completamento, sono stati rubati circa 80 termosifoni. Ed è strano che nessuno si sia accorto di nulla, visto che al momento è un quartiere con una sola via d’accesso/uscita e che per un “lavoro del genere” vuol dire aver utilizzato un camion di media grandezza. Insomma, non lasciateci da soli.Voglio solo segnalare alcune cose, che rappresentano un dato di fatto innegabile. I Gigliati, lo ricordo, sono eredità del precedente governo cittadino ed è un progetto (di sicuro pregio) che è di competenza di una società cooperativa di Reggio Emilia. Ad oggi, nessuno ha mai ricevuto notizie ufficiali da questa società sulla volontà di portare avanti i lavori. Per fortuna nelle ultime settimane sono state effettuate alcune importanti opere di urbanizzazione (asfaltatura di strade e marciapiedi), ovvero il minimo indispensabile per rendere vivibile il quartiere. Ci sono anche i lampioni della pubblica illuminazione (ad oggi spenti) ma sembra che ancora gli abitanti dovranno utilizzare la c.d. “luce di cantiere”, visto che il soggetto attuatore sembra che ancora non abbia preso contatti con Enel per i dovuti allacci di energia dell’intero comparto.A questo punto, se ci sarà realmente questa inaugurazione il 12 ottobre, chiedo al Preg.mo Sindaco Cantini finalmente di dire tutta la verità sul presente e sul futuro di questa importante area di Fidenza. E’ doveroso verso i futuri abitanti del quartiere e sicuramente segno di trasparenza e di informazione nei confronti dell’intera comunità fidentina. Confido nella positiva predisposizione che l’attuale Sindaco ha sempre manifestato in tal senso.Cordiali saluti.Antonio CarpentieriFuturo abitante dei GigliatiFidenza, 7 ottobre 2010


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog