Magazine Cultura

Il refuso non perdona

Da Carlo Deffenu
IL REFUSO NON PERDONA Nel post precedente ho parlato del trucco della lente di ingrandimento per scovare in un manoscritto refusi ed errori di battitura. C'è chi legge a voce alta, chi legge alla rovescia, chi partendo dall'ultima riga per arrivare alla prima, chi legge a salti, chi a voce alta, chi usando un righello per separare le righe dal contesto generale...insomma, l'incubo del refuso è sempre presente nella vita di un autore e in quella professionale di un editor. Proprio l'altro giorno, lavorando alle bozze di un testo al corso di editoria, abbiamo scoperto un piccolo refuso nel libro stampato. Di cosa si tratta? Una stupidata, ma nel suo piccolo...stona. Allora, la casa editrice, per una loro convenzione metodologica, scrive i nomi delle città, le località, le parole straniere, le marche o ad esempio il nome di un vino, sempre in corsivo. Quindi, se un autore scrive ad esempio "La Pelosa"* tra virgolette, loro tolgono le virgolette e scrivono la località in corsivo. Bene, tutto chiaro, peccato che poi, confrontando i due testi, si scopre che La Pelosa è stato scritto in corsivo tra virgolette nella versione definitiva. Cosa è successo? Molto semplice: una svista. Hanno corretto la parola, ma non hanno eliminato le virgolette. Quindi, se nella ristampa quel refuso non ci sarà, il merito è tutto nostro. Perché parlo di questo? Perché l'altro giorno, dopo aver inviato tutto orgoglioso il mio ultimo romanzo a una cara amica, vengo a scoprire, grazie a lei, un orrore ortografico proprio nel primo capitolo. Una svista assurda, impossibile...eppure...è capitato. A volte ci si mette anche il computer a cambiarti le parole, o a volte ti ci metti tu, che cambi la costruzione di una frase e ti dimentichi una H di troppo! Fa sempre male...peggio di un calcio negli stinchi. Puoi leggerlo mille volte ma lui...lui...il dannato refuso spunta sempre quando meno te lo aspetti.  * La Pelosa: famosa spiaggia di Stintino.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Non perdiamo il tempo dell’amicizia.

    Vorrei ringraziare pubblicamente le amiche che con i mariti e i figli, ieri sera hanno trasformato una serata nebbiosa e uggiosa in una magica serata per... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • Finché non cala il buio

    Finché cala buio

    RECENSIONE "FINCHÉ NON CALA IL BUIO" DI CHARLAINE HARRIS Titolo: Finché non cala il buio Titolo originale: Dead until dark Autore: Charlaine Harris Editore: Faz... Leggere il seguito

    Da  Ancella
    CULTURA, LIBRI
  • Non Toccatemi il Sangue

    Toccatemi Sangue

    Si apre oggi per la Mezzotints, casa editrice di cui vi ho già parlato QUI, la collana Ombre dedicata alla narrativa Thriller. Leggere il seguito

    Da  Bangorn
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, RACCONTI, SOCIETÀ, TALENTI
  • Non toccatemi il sangue

    toccatemi sangue

    Chi mi ha conosciuto sul vecchio blog, sa quanto sia interessato al mondo degli ebook e, in sostanza, dei nuovi sistemi di lettura. Leggere il seguito

    Da  Narratore
    CINEMA, CULTURA, LIBRI, SERIE TV
  • Non stancare il lettore

    , dice Anton Čechov. Come si fa? Ce lo dice lui: “La mensoletta alla parete faceva macchia coi suoi libri”. (…) A che pro? Voi trattenete e stancate l’attenzion... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, TALENTI
  • Il non luogo della mediazione

    luogo della mediazione

    Prosegue l'intervista rilasciata a MediationHub, un'occasione per riflettere sulla disciplina della mediazione che orienta questo mio approccio attorno... Leggere il seguito

    Da  Massimo Silvano Galli
    CULTURA
  • Il mediatore non deve capire

    mediatore deve capire

    Un altro brano dell'intervista rilasciata agli amici di MediationHub in cui emerge un particolare allestimento del setting e il suo significato sulla scena dell... Leggere il seguito

    Da  Massimo Silvano Galli
    CULTURA

Dossier Paperblog