Magazine Viaggi

Il sabato in montagna

Creato il 27 febbraio 2011 da Gullisc

Il sabato in montagna


In questo post non vi parlerò delle solite notizie curiose ma, di come fa intuire il titolo, di un sabato trascorso nelle alture approfittando della pausa scolastica o semplicemente chiamata settimana bianca.
Svegliati dal cane che gratta la porta verso le 7 di mattina e un po' assonnati (tranne Ettore) tutti i componenti della famiglia si alzano reclamando la colazione ( ovviamente tranne la mamma, e papa' che e' a lavorare giu' a Genova ).Finito questo pasto ci si veste tutti facendo lunghissimi turni per entrare in bagno e lavarsi.Alle nove usciamo di casa, decidendo di andare al lago, ovviamente non puo' mancare lo slittino, indovinate chi lo trasporta, se la mamma "porta" il cane??
Fatto almeno 2 km con lo slittino in mano possiamo finalmente utilizzarlo per fare discese spericolate, lunghissime con tanto di salto ad una velocità folle, con la gente stupita che un bambino tenero e carino di 6 anni, che e' mio fratello, andare a quella velocità e fare certi salti, infatti gli dicono qualcosa in tedesco e lui risponde :- e'?? E si caccia giu' velocissimo.Naturalmente io mi trasporto lo slittino fino in cima; come puoi permettere ad un seienne o alle sorelle di trasportare un pesante slittino fino in cima ad una ripida salita??
Al ritorno, Inzo ( Ettore ) mi chiede:-Gulli mi trasporti fino a casa sullo slittino, sono stanco. Con quel tono da morto di stanchezza.Guglielmo, bravo, hai vinto uno slittino da trainare per 2 km con un 27 kili sopra che si lamentano per che non vai abbastanza veloce.Torniamo a casa facciamo un pasto nutriente e piu' o meno tutti dormiamo fino alle tre.Una volta alzati andiamo alla piroetta, dove le sorelle volgliono pattinare dove poi si aggiunge il piccolo e da dove scrivo questo post, naturalmente nelle note perché non c'e' il wi-fi.Scrivendo questo post al freddo e al vento le dita si congelano e non posso mettere i guanti perché l' iPad non prende le lettere. I tre piccoli pattinando cadono continuamente ma e' un fenomeno comune qua anche per i grandi che pero' c' ercano di evitare brutte figure.Torniamo a casa tutti bernati, con la mamma che ci promette una cioccolata calda e una paritita a carte che ha come fiche della pasta.Distrutti andiamo tutti a letto alle 9.30.
Cosi' si conclude un sabato memorabile in montagna.
- Posted using BlogPress from my iPad

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il viaggio é finito

    viaggio finito

    E' finito. Non devo piú rifare lo zaino, né scoprire da dove partono i minibus per qualche destinazione, né dov'é il mercato. Non devo trovare una stanza... Leggere il seguito

    Da  Fbruscoli
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il viaggio

    viaggio

    S.M. -Pirenei spagnoli-2003Il viaggioLa trappola del temponon conosce lusinghe.Avvolge di nebbia lenta e incolore.Galleggia leggera.Tenta il sequestro delle... Leggere il seguito

    Da  Sandra
    VIAGGI
  • Il maschilista

    No, veramente. Ne ho viste tante. Di cafoni ne ho visti a bizzeffe. Ma questi mi stanno *veramente* rompendo i co****oni. Ma il fatto è che non solo i clienti... Leggere il seguito

    Da  Turististorditi
    VIAGGI
  • Il primo guaio per il governo Dombrovskis

    primo guaio governo Dombrovskis

    E' appena nato ma il governo Dombrovskis si trova già ad affrontare una grande crisi interna.Il neo ministro degli esteri Girts Valdis Kristovskis e leader di... Leggere il seguito

    Da  Bartleboom
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il rito serale

    Tenere la mano dei due ometti, mentre sono entrambi nei loro lettini, quando il silenzio comincia finalmente a spandersi nella cameretta e le luci si sono... Leggere il seguito

    Da  Bartleboom
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il carretto dei gelati

    Nell'aria spessa del primo pomeriggio di quelle estati assolate c'era un silenzio gommoso, neanche il ronzio di un insetto, neppure un gorgoglio sordo di qualch... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • il dottore coi baffi

    era successo che ieri sono tornata a casa e la casa sembrava un campo di battaglia. i parquettisti avevano impolverato anche gli angoli più remoti con... Leggere il seguito

    Da  Luci
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI