Magazine Cultura

Il sostegno vaticano a Guantanamo

Creato il 03 maggio 2011 da Andream
l'Espresso sta pubblicando alcuni cablogrammi diplomatici statunitensi che sono stati recuperati da Wikileaks. In particolare, il settimanale si sta occupando di quelli che riguardano l'Italia o, come in questo caso, il Vaticano.
Nel gennaio 2002, Jim Nicholson, ex-colonnello dell'esercito e ambasciatore di Bush presso la Santa Sede dal 2001 al 2005, comunicava di aver avuto dei colloqui col cardinale Mariano Montemayor sulle reazioni del Vaticano riguardo all'istituzione del carcere di Guantanamo.
Secondo Montemayor, l'enorme numero di talebani e terroristi catturati dalle truppe statunitensi in Afganistan fece sorgere una corrente, all'interno del Vaticano, che si preoccupava della possibile violazione dei diritti umani da parte degli Stati Uniti e che chiedeva, per questa ragione, una ferma presa di posizione della diplomazia vaticana contro il trattamento dei prigionieri.
Nicholson narra anche che Montemayor gli riferì, con zelo, che alla fine aveva vinto un'altra corrente, la quale garantì, con qualche riserva, il sostegno del Vaticano alle pratiche di detenzione dei detenuti istituite dall'amministrazione Bush. Ed è purtroppo tristemente noto quali fossero queste pratiche.

Camp x-ray detainees

Detenuti appena giunti a Camp X-Ray, Guantanamo, gennaio 2002


Interessante anche il commento di Nicholson su Montemayor. L'ambasciatore fu colpito dallo zelo col quale il cardinale perorava la causa degli statunitensi e comunica le ragioni del cardinale argentino: Montemayor è figlio di un alto ufficiale della marina argentina; inoltre, «Come argentino, Montemayor si trova in acque familiari, legalmente ed eticamente, nello sviluppo del suo approccio a Guantanamo. E si è chiesto se i tribunali militari argentini del passato potranno presto trovare i loro equivalenti americani».
Ora, passi per De Mattei, che in fin dei conti non è un esponente del Vaticano, ma è davvero possibile che un cardinale addentro alle cose d'Oltretevere, la cui posizione su di una questione così delicata come la violazione dei diritti dei prigionieri è divenuta quella della diplomazia vaticana, possa rappresentare la Chiesa, per di più quella di Wojtyla?
Gianluca Di Feo e Stefania Maurizi, «La Chiesa approvò Guantanamo», l'Espresso, 29 aprile 2011; Elena Llorente, «Un monseñor argentino en Wikileaks», El Mundo, 29 aprile 2011.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il buono, il brutto e il cattivo

    buono, brutto cattivo

    Il brutto Allo scadere del primo decennio del nuovo millennio, il panorama politico italiano sta subendo una decisa operazione di restyling, qualcosa di simile ... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    POLITICA, SATIRA, SOCIETÀ
  • Viva Guantanamo?

    Forse non è un caso che negli stessi giorno in cui Obama viene messo sotto per la chiusura di Guantanamo (prorogata di un anno), il criminale più ricercato del... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Il moralista

    moralista

    Nel 1968, il 1° marzo per essere precisi, durante una stagione difficile per la società italiana, che vedeva sgretolarsi il sogno del boom economico, avvenne un... Leggere il seguito

    Da  Gianlucaciucci
    SOCIETÀ
  • Il bilancio

    Il premier traccia il bilancio dell'operato del governo.Mettiamoci nei suoi panni: è riuscito a scampare a processi, ad accuse, scandali, crisi interne alla... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Il mare

    mare

    di Paolo Poli da Anna Maria Ortese Voto: 8 (su 10) E se era vero o solo immaginato… non potrei dirlo! Conosco Paolo Poli fin da quando, da bambina, ascoltavo I... Leggere il seguito

    Da  Phoebes
    CULTURA, LIBRI
  • Il bell’anatroccolo

    bell’anatroccolo

    C’era una volta un bellissimo anatroccolo che suscitava l’invidia di tutti. Reietto per sua bellezza di piume dai mille colori, nato con l’arcobaleno piumato ch... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il Re, il Mago e il Bambino

    Mago Bambino

    C'era una volta un Reprigioniero del suo castellovestiva fili di ragnosognava cavalli di stagno.Se questo Re tu incontriti può sembrare strano!Sorridi e parla... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI

Magazines