Magazine Cucina

Il Sushi ... Dalla storia direttamente sulle nostre tavole

Da Elisachan
La definizione di Sushi più esauriente e più semplice che sono riuscita a reperire nel web è stata:
“riso aromatizzato all’aceto, farcito o ricoperto con pesce, molluschi, crostacei, uova e verdura, crudi, cotti o marinati”. 

Il Sushi ... Dalla storia direttamente sulle nostre tavole

Corso di Sushi

Ma, come potete notare voi stessi, non c’è niente di semplice in questo. Il Sushi è, apparentemente, un piatto alla portata di tutti ma cela nel suo retroscena un lavoro molto complesso, sofisticato e attento ai dettagli. A partire dalla semplice scelta del riso, degli ingredienti, del pesce…arrivando alla sua sfilettatura e alle varie tappe della sua preparazione, ma….ci arriveremo ^_^Voglio cominciare innanzitutto partendo da un concetto fondamentale: il Sushi non è pesce crudo! Sì sì, avete capito bene! Quando si parla di Sushi non si deve intendere necessariamente cruditè ma bensì una gamma di manicaretti che comprendono anche quello ma non solo. Insomma, mai sentito parlare di Sashimi? Ecco, adesso vi spiego la differenza. 

Il Sushi ... Dalla storia direttamente sulle nostre tavole

Sashimi (a sinistra), Sushi (a destra)

In Giappone con la parola “Sushi” s’intende una vasta gamma di piatti che hanno alla base del riso cotto, condito con aceto di riso, zucchero e sale e con l’aggiunta di un ripieno o di una guarnizione di pesce, alghe, uova o vegetali. Le diverse varietà del piatto dipendono, per l’appunto, dalla scelta del ripieno, delle guarnizioni e dal modo in cui questi vengono combinati tra loro. Il Sashimi, invece, è semplicemente un piatto a base di pesce crudo o molluschi freschissimi tagliati a fettine sottili e serviti generalmente con una salsina (salsa di soia con wasabi o salsa ponzu). Insomma, come potete notare voi stessi cos’hanno in comunque queste due specialità se non il solo fatto di essere originarie del Giappone e di cominciare con la lettera “S” ?
Il Sushi non è da molto che è giunto in Italia e, ancora da meno, direttamente sulle nostre tavole. Nonostante ciò può benissimo esser considerato come una specialità millenaria che ha fatto un lungo viaggio prima di “raffinarsi” e giungere a noi. Alcuni ritengono che la sua origine sia associabile con la nascita delle coltivazioni di riso, nel IV secolo a.C., mentre altri sostengono che sia stato introdotto dai monaci buddisti tornati dalla Cina nel VII secolo d.C.
Come noterete anche voi c’è molta discordanza tra le date. Ma tutti concordano che la prima data ufficiale attestata sia quella del 1820 quando, a Edo, il cuoco e venditore ambulante Hanaya Yonei creò il primo “Nigirizushi”. Questa sua specialità accolse molto velocemente il consenso delle persone e la sua ricetta non mancò di diffondersi con altrettanta velocità. Forse vi risulterà difficile da credere, ma la seconda guerra mondiale contribuì enormemente alla sua notorietà. In questo periodo non erano in molti ormai i banchi rimasti agli angoli delle strade che lo preparavano. 
Il Sushi ... Dalla storia direttamente sulle nostre tavole
E mentre di giorno era diffusa la tendenza del take-away, di sera erano molti gli occhi delle persone che posandosi su quei piccoli chioschi ambulanti riconoscevano in loro una presenza famigliare e quasi rassicurante. Il Nigiri-Sushi veniva accompagnato da ciotole comuni contenenti dello zenzero sott’aceto (“gari”) e da salsa di soia. In più usavano tutti ripulirsi le mani utilizzando le tende alle loro spalle tanto da arrivare, in seguito, a poter identificare un buon chiosco di sushi dalla quantità di “sporcizia” presente sulle tende lasciata da tutti i suoi avventori quotidiani.Ma mentre in passato ci si poteva improvvisare “cuochi” di sushi senza tanti problemi, oggi esiste una vera e propria gavetta per tutti coloro che intendono arrivare ad associare al loro nome il titolo onorario di Chef !
Le parole d’ordine di quest’impresa sono: volontà e disciplina.
Il periodo di apprendistato è veramente molto lungo e si sviluppa principalmente in questo modo: durante i primi due anni l’apprendista può soltanto osservare il proprio maestro (Shokunin) mentre prepara il sushi e svolgere mansioni del tutto diverse come lavare i piatti o pulire i pavimenti; il passo successivo sarà quello imparare alla perfezione la tecnica di cottura del riso e il dosaggio del condimento (aceto, zucchero e sale); dopodiché gli verrà insegnato come fare i maki (i rotolini) e solo dopo ben 4 anni verrà iniziato al taglio del pesce e al suo acquisto nei mercati (punto, anche questo, di basilare importanza). Ho utilizzato il termine “iniziato” perché il Sushi-Chef (definiamolo così) appartiene a un elite realmente esclusiva.
Il Sushi ... Dalla storia direttamente sulle nostre tavole
Ma vi rendete conto quanto lavoro, professionalità e fatica racchiude in sè quel piccolo rotolino di riso che avete tra le mani (o tra le bacchette) ?A questo punto non si può non aprire una parentesi e affrontare un altro aspetto importante nella preparazione del sushi: i coltelli.
Per un Sushi-Chef i coltelli sono veramente importati e se ne possono principalmente distinguere 3 tipi:
1)   Deba bocho, la sua caratteristica principale è quella di avere una lama molto spessa e pesante a sezione asimmetrica cioè da una parte la lama è bombata e dall’altra piatta; ideale per il taglio del pesce
2)   Usuba bocho, la sua caratteristica principale è quella di avere una lama dritta e senza punta; ideale per pelare, tagliare e tritate le verdure
3)   Yanagi bocho, la sua caratteristica principale è quella di avere una lama allungata; è il classico coltello da pesce ideale per affettare il pesce e tagliare i maki
N.B. (un paio di accorgimenti in più sui coltelli) : devono essere affilati usando una pietra abrasiva; non vanno mai lavati in lavastoviglie, ma sempre a mano; vanno tenuti in un portacoltelli a posti singoli.Nel prossimo post vi illustrerò le varie tipologie di sushi ^_^

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Sushi sì,ma cotto!

    Sushi sì,ma cotto!

    Fosse per me mangerei sushi anche a colazione: ho una vera passione per quegli adorabili rotolini di riso e pesce crudo! Mi piaceva già prima che partisse la... Leggere il seguito

    Da  Paneeacquadirose
    CUCINA, RICETTE, SAPORI DEL MONDO
  • Come fare il sushi in casa

    Come fare sushi casa

    Tra tutte le ricette di cucina, quella del sushi è una delle più cercate e conosciute nel mondo. La preparazione e la presentazione di questo piatto sono... Leggere il seguito

    Da  Witzbalinka
    CUCINA, RICETTE, SAPORI DEL MONDO
  • FAGOTTINI VEGETARIANI (sushi style!)

    FAGOTTINI VEGETARIANI (sushi style!)

    Ehm lo so, vi avevo parlato solo ieri delle mie prossime intenzioni. Ma è che sono fatta così, quando mi metto in testa una cosa sono impaziente e devo... Leggere il seguito

    Da  Nina
    CUCINA, RICETTE, SAPORI DEL MONDO, VEGETARIANA
  • I Love Sushi: cucina giapponese a domicilio

    Love Sushi: cucina giapponese domicilio

    Sushi Ami il sushi e la cucina giapponese? Cerchi un servizio di catering per organizzare una cena in perfetto stile giapponese a casa tua? I Love Sushi è la... Leggere il seguito

    Da  Nippolandia
    ASIA, ATTUALITÀ, CUCINA, MONDO, SAPORI DEL MONDO
  • Sushi all'italiana!

    Sushi all'italiana!

    Buongiorno miei care cuoche, Ieri sera mentre mangiano tonno, insalata e philadelphia ho guardato una ricettina che era scritta sotto la scatola di philadelphia... Leggere il seguito

    Da  Fidya
    CUCINA, RICETTE
  • Fruit sushi...ed è di nuovo MTC!

    Fruit sushi...ed nuovo MTC!

    E pensare che mio marito mi ha anche regalato tutto un set da carving, completo di valigetta, libro con tanto di istruzioni per l'uso e tutorial passo passo... Leggere il seguito

    Da  Lelaina17
    CUCINA, RICETTE
  • Bento sushi – ****

    Bento sushi ****

    Facciamo una premessa. Il sushi non ci fa impazzire. Ed è proprio per questo che quando ci hanno detto che Bento faceva un menù BentoExperience, una cosa... Leggere il seguito

    Da  Eatitmilano
    CUCINA, DOVE MANGIARE, LIFESTYLE