Magazine Cultura

Il talismano del potere

Creato il 04 settembre 2011 da Lucas

"La moneta - qualunque sia la definizione adottata - è un valore base, è anche un valore d'uso che non è fungibile, che è permanente, trasmissibile, che può essere oggetto di transazioni e di usi senza essere deteriorata, ma che può essere il mezzo per procurarsi altri valori fungibili, transitori: godimenti, prestazioni. Ora i talismani, secondo noi, fin dalle società più primitive hanno rappresentato la parte di oggetti ugualmente concupiti da tutti, e il cui possesso conferiva al loro detentore un potere che facilmente diventò un potere di acquisto.

Ma, in più, non vi è forse in questo qualcosa che dipende dalla natura delle società? - Prendiamo un esempio. La parola mana nelle lingue malesi-melanesiane-polinesiane designa non soltanto il potere delle sostanze e degli atti magici, ma anche l'autorità degli uomini. Designa ugualmente gli oggetti preziosi, i talismani della tribù, di cui è noto di quali scambi, di quali battaglie, di quali eredità furono oggetto. Non vi è niente di irrazionale in ciò, se riusciamo a rappresentarci lo stato d'animo in cui tali istituzioni hanno funzionato. La forza d'acquisto della moneta non è forse naturale quando è legata a un talismano che, a rigore, può costringere i sudditi dei capi, i clienti dei maghi alle prestazioni che essi richiedono loro? E, inversamente, non è forse necessario, appena interviene la nozione di ricchezza anche se in forma molto vaga, che la ricchezza del capo e del mago risieda prima di tutto negli emblemi che incarnano i loro poteri magici, la loro autorità, in una parola, o che simboleggiano la forza del clan?

[...] Il denaro in un primo tempo non fu usato per l'acquisto dei mezzi di consumo, ma per l'acquisto di cose di lusso, e dell'autorità sugli uomini. Il potere d'acquisto della moneta primitiva, secondo noi, è innanzitutto il prestigio che il talismano conferisce a colui che lo possiede e che se e che se ne serve per comandare agli altri.

Ma non è questo un sentimento ancora molto vivace presso di noi? E la fede vera che nutriamo per l'oro e per tutti i valori che ne derivano, non è forse in gran parte la fiducia che abbiamo nel suo potere? L'essenza della fede nel valore dell'oro non risiede forse nella convinzione di poter ottenere, per suo mezzo, dai nostri contemporanei le prestazioni - in natura o in servigi - che lo stato del mercato ci permetterà di esigere?"

Marcel Mauss, Le origini della nozione di moneta (1914) , in Il linguaggio dei sentimenti, Adelphi, Milano 1975 (traduzione di Bianca Candian).

Trovare questo brano, meditarlo. Accorgersi che l'evoluzione umana è ferma dal punto di vista del denaro, del potere. Eppure basterebbe poco per fare una rivoluzione. Non servirebbe, credo, nemmeno una sola arma di offesa. Sarebbe sufficiente uno spostamento dei desideri (ammesso e non concesso che i desideri si possano guidare). Lasciare i ricchi, ricchi - e stronzi. Ovverosia, smettere di credere (questo è facile, dài!) che il denaro dia prestigio, schiavi. Il denaro diventa merda quando, da strumento di mediazione per l'acquisto dei beni di consumo o di varia altra natura, si trasforma in uno strumento di prestigio, nel talismano che conferisce autorità. autorità. Quello che più fa arrabbiare, in una democrazia, è proprio questo: moltitudini di non ricchi che affidano, delegano potere ai merdaioli, diventandone

Noi italiani, poi, che abbiamo un esempio palesemente canceroso del sistema, unici, forse, nel mondo democratico occidentale. Che vergogna, che disagio, che rabbia non potere strapparci di dosso questa impronta di popolo che ha fatto comandare (e fottere) Berlusconi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il coraggio

    coraggio

    Il coraggio Nel 2006 un giornalista della Stampa di Torino, aprì in internet un sito titolato “Torinolimpiade2006” e mi chiese di tenere una pagina di questo... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il Koreano

    : ovvero l' "unofficial site" di Andrea Persica dedicato a Nicoletta Elmi, un futuro promettente nel mondo del cinema, ora logopedista a Milano, nota al grande... Leggere il seguito

    Da  Carlo_lock
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il cielo

    Time Lapse - il cielo from Nicola Rogna on Vimeo.Ecco un altro splendido video in tecnica time lapse, tutto made in Italy. Lefoto e il montaggio sono di Nicola... Leggere il seguito

    Da  Cavaliereoscurodelweb
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il dotto e il carbonaro

    Nella ricorrenza del centocinquantesimo anniversario, di quella che troppi ancora, si ostinano a chiamare unità d’Italia, si è costituito, anche nel Comune... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il ricercato

    ricercato

    [...] Il suo tempo è passato e la sua battaglia è stata ereditata da uomini come Khaled, che cominciò a combattere molto dopo che il vecchio aveva smesso. Khale... Leggere il seguito

    Da  Marco4pres
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il buio oltre il lupanare

    buio oltre lupanare

    Anna Lombroso per il SimplicissimusSi, ha ragione il Simplicissimus, le escort altro non sono che il sipario, anzi il lenzuolo, che ci sta meglio, dietro al... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il lungo, il corto, il pacioccone

    È vero: offendere/criticare qualcuno per le sue caratteristiche “fisiche” è roba da bambini delle elementari. E, dato che noi siamo sensibili “maestri”, è giust... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines