Magazine Cultura

Il Tempo: Istruzioni per l’Uso

Da Dietrolequinte @DlqMagazine
Il Tempo: Istruzioni per l’Uso

Il Corridoio dell’Orologio dell’ex Monastero dei Benedettini di Catania si tinge di bianco e nero, ospitando gli scatti de Il tempo della vita, la mostra di Angelo Anzalone che potrà essere visitata fino al 20 di dicembre. Domanda: ma perché dare questo titolo all’esposizione? La vita in sé non racchiude già l’idea del tempo, essendo essa stessa il diretto e più ancestrale modo che l’uomo ha per segnarne lo scorrere? Dove cercare risposte? Ovunque, sembra suggerire il fotografo. Anche le strade di un paese e di una città sono ugualmente cariche di inquadrature per chi è in grado di cogliere ciò che appare oltre l’immanenza, oltre la carta fotografica, l’obiettivo e il soggetto. Le “trazzere”, troppo strette per le macchine e poco trafficate per avere nomi altisonanti di eroi e umanisti, nascondono bambini che ancora giocano con un pallone e anziane sedute davanti l’ingresso della propria abitazione, tutt’uno con l’asfalto. Sembrano immagini di un’altra epoca, perché oggi videogame e televisioni hanno imbambolato gli esseri viventi davanti alla loro esistenza.

una immagine di Mostra Fotografica Il tempo della vita 1 620x413 su Il Tempo: Istruzioni per l’Uso

Come se tutta una comunità fosse colpita da un virus e che il minimo contatto ne causi l’estinzione prematura, mediamo la comunicazione attraverso un mezzo, un medium, che neutrale non è, e che costringe l’uomo a vivere senza spazio né tempo. Chi va più fuori a giocare! Che fatalismo! No, le fotografie della mostra non fanno parte di un archivio riesumato, ma respirano e sudano. Respirano, perché il tempo non si è fermato, la sua scansione continua incessante tra ritmi alti e bassi, senza fine. E tollera momenti semplici, ma indispensabili, di amore senile e freschezza adolescente; di giochi d’azzardo smaliziati e luoghi di gioco reinventati per la nuova fisionomia dell’ambiente. Angelo Anzalone ama condividere e comunicare con tutti questi momenti: non resta nudo spettatore ma ne diventa egli stesso stimolatore e interprete. Vive il paese, il suo profondo immaginario e il sottobosco simbolico, traendone forza per rappresentare l’unicità nel molteplice, l’attimo nella vita.

una immagine di Mostra Fotografica Il tempo della vita 2 620x413 su Il Tempo: Istruzioni per l’Uso

Non credo infatti che le immagini chiudano in una cornice quell’evento, e che quindi sia definibile come immobile. Ritengo invece ogni fotografia come un frame di una sequenza continua di cui conosciamo alla perfezione il prima e il dopo, costruendo un’azione, svincolata nel tempo e legata alla vita. Vita che fugge e che non si mostra solo nella messa a fuoco, ma che corre via lungo viali alberati, strade di campagna e infinito, scivola tra gli anni che scorrono, scandendo un’esistenza dagli albori della giovinezza fino al dolce torpore del tramonto (non a caso molte delle fotografie hanno come elemento in primo piano figure di bambini e anziani, quasi a colorare il bianco e nero con un tocco intensamente nostalgico). Ma non ci sono verità in questi scatti; ma un nugolo di negativi dentro una camera oscura di riflessioni che ogni singolo spettatore deve sviluppare da sé; Anzalone continua a porre una serie infinita di domande a cui né io, né probabilmente lui, vogliamo dare una risposta.

una immagine di Mostra Fotografica Il tempo della vita 3 620x413 su Il Tempo: Istruzioni per l’Uso


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il tempo di esposizione

    tempo esposizione

    (Fotografie tratte dal CD “Met-Art Collection”) Nello scorso articolo vi ho parlato di uno dei principi base dell’esposizione, il diaframma e la profondità di... Leggere il seguito

    Da  Fidya
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • Il Tempo dei Musei

    Tempo Musei

    “Chissà perché quando si pensa al museo si pensa al passato, si domanda l’antropologo Pietro Clemente dell’Università di Firenze, forse per via delle Muse, o de... Leggere il seguito

    Da  Larivistaculturale
    ARTE, CULTURA, MUSEI
  • ...tutto il tempo delle vacanze...

    ...tutto tempo delle vacanze...

    Leggere il seguito

    Da  Antoniotrincone
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • A.N.S.I.A. Il tempo della crisi

    A.N.S.I.A. tempo della crisi

    Vedete un po voi... A.N.S.I.A. Il tempo della crisi dal 5 al 21 ottobre 2012 Cenacolo Bagutta via Mauro Macchi 28 Milano Inaugurazione... Leggere il seguito

    Da  Roberto Milani
    ARTE, CULTURA
  • Il tempo s’incontra

    tempo s’incontra

    Lea Vergine e Janieta EyreFederica Fiumelli. “Provavo l’impressione assurda e reale di ascoltare, non visto, dietro una porta, di essere capitato in casa d’altr... Leggere il seguito

    Da  Theartship
    ARTE, CULTURA, DA CLASSIFICARE
  • Blu come il tempo

    come tempo

    Carlo Dell'Amico al CAOS di TerniCliccare sulla foto per accedere all'album delle nostre immagini della mostraUn museo archeologico, che per molti è un'arida... Leggere il seguito

    Da  Artenellavita
    ARTE, CULTURA
  • Era “Il tempo delle mele”….

    tempo delle mele”….

    Claude PinoteauLo schiaffoLa sua pellicola più famosa resterà quel Tempo delle mele (La boum, ’81, un sequel arriverà l’anno seguente) ormai assunto allo stautu... Leggere il seguito

    Da  Af68
    CINEMA, CULTURA