Magazine Cucina

il Trentino vinicolo di Cesare Battisti

Da Trentinowine
 

CIMG6049 di Angelo Rossi – L’avevo visto in qualche biblioteca e quando lo notai sul banco di un rigattiere non me lo sono fatto sfuggire IL TRENTINO di Cesare Battisti e non l’ho nemmeno pagato troppo rispetto alle 3 Lire di  copertina nel 1915! Ne vale molte, molte di più.
Geografo e cartografo, Battisti amava la sua terra dal di dentro, parte del suo intimo, con un’intensità che traspare evidente anche nell’asettica elencazione dei dati raccolti e riportati.
Mi piace, nell’anniversario del suo sacrificio per noi, riportare qui un paio di brani che riguardano gli aspetti vitivinicoli del Trentino di allora (1910), con i suoi 6.346 kmq, 367 Comuni, 67.762 Case e 386.437 abitanti. Anche nel 1902 la proprietà fondiaria era polverizzata e su 70.390 aziende censite,
1870 erano quelle dedicate alla coltura intensiva della vite.

PRODUZIONE VITICOLA (Confr. Tav. X). La vite si eleva in media nel Trentino fino a 700 m; occupa in realtà un’estensione maggiore di quella indicata nel nostro quadro statistico, dovendosi aggiungere ai 70 kmq dedicati ai vigneti veri e propri, quasi altrettanto suolo in cui la vite è coltivata a filari nei campi, frammista ad altre colture.
Produzione annua viticola: 942.000 ettolitri (media 1907-1910). Le qualità d’uva più in uso nel Trentino sono, fra le nere: la teroldica (a Mezzolombardo, Lavis e San Michele), la negrara, la marzemina sul Roveretano e nella Valsugana, la pavana nella Valsugana, il groppello in Val di Non. Fra le bianche si coltivano a preferenza la nosiola (circondario di Lavis e Valle del Sarca), la vernaccia, la trebbiana (Val del Sarca, per la confezione del Natalino) e il Riesling italico.
La vite è stata nel Trentino artificialmente estesa, oltre il  limite necessario e sicuramente redditivo; le stesse autorità agrarie governative ne consigliano da qualche anno la riduzione.
Sulle ragioni di ciò vedasi quanto diciamo a proposito dell’industria vinicola.

INDUSTRIA ENOLOGICA: produzione 660.000 ettolitri (media 1907-1910). Centri maggiori di produzione e di commercio sono per i vini da tavola: Mezzolombardo, Lavis, Trento, Calliano, Isera; per i vini da bottiglia: San Michele, Maderno, San Donato presso Trento, Calliano, Isera, Villa, Rovereto e Castel Toblino. La produzione trentina trovò facile e remunerativo smercio fino al 1892, anno in cui venne facilitato l’ingresso sul mercato austriaco dei vini del Regno; l’industria si avvantaggiò poi dalla mancata produzione ungherese, nel periodo in cui i vigneti ungheresi furono devastati dalla fillossera e in cui era scarsa la produzione austriaca. Oggi, venute a mancare queste circostanze e per un complesso d’altre ragioni, la produzione vinicola trentina è compensata con reddito molto scarso, non sempre remunerativo. Per questo non sono più sorti nuovi stabilimenti e parecchi fra i maggiori esistenti sono in condizioni sfavorevoli; e va diffondendosi il criterio che alla coltura della vite (ove non trattasi di vini scelti, e ben noti sul mercato) possano e debbano surrogarsi colture più redditive.

CIMG6046

Email this page
 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • 76° Mostra Vini del Trentino

    Mostra Vini Trentino

    Mancano tre giorni all’apertura della 76° Mostra Vini del Trentino che si svolgerà fra il Castello del Buonconsiglio e l’Enoteca Provinciale di Palazzo... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • Vino trentino 2012: i documenti

    Vino trentino 2012: documenti

    Parecchi lettori del blog, ci hanno chiesto di rendere disponibili i documenti su cui stiamo ragionando da alcune settimane : il Piano Vino 2012, presentato... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • L’Accademia di Trentino Wine Blog

    L’Accademia Trentino Wine Blog

    La lettera che state per leggere è stata inviata alla redazione del blog qualche giorno fa. Abbiamo deciso di pubblicarla integralmente, dopo averla... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • Trentino: le strade dimenticate

    Trentino: strade dimenticate

    Qualche volta ce ne andiamo a spasso sul web, cercando notizie trentine. Abbiamo beccato questa su Libero Viaggi e ci siamo rimasti male. Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • Ciao, Ciao Trentino Marketing

    Ciao, Ciao Trentino Marketing

    Qualche giorno fa l’assemblea di Trentino Sviluppo ha approvato il progetto di fusione per incorporazione di Trentino Marketing in TS. A questo blog non resta... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • Trentino Disneyland, Trentino ubriaco

    Trentino Disneyland, ubriaco

    Ci sono un paio di notiziole, anzi tre, che apparentemente c’entrano poco con il vino ma molto con il Trentino. Un Trentino ubriaco, non perchè beve troppo... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO
  • Gusto Trentino

    Gusto Trentino

    “GustoTrentino“ è l’applicazione per dispositivi iPhone ed iPod Touch effettuata dalle Strade del Vino e dei Sapori del Trentino, Sincro Consulting Spa, in... Leggere il seguito

    Da  Trentinowine
    CUCINA, VINO

Magazines