Magazine Diario personale

Il turismo italiano nel segno del Rock

Creato il 25 ottobre 2013 da Anna Pernice @Anna_Pernice

Firenze, Roma e Venezia,  sono tappe irrinunciabili per il turista in visita nel nostro Paese e nella mappa personale dei cultori del rock, significano Hard Rock Cafe. Presente con 138 sedi nelle principali capitali del mondo Hard Rock Cafe, con oltre 73.000 cimeli, è il ristorante museo unico nel suo genere, in cui si incontrano tutti i flussi turistici internazionali. I Cafe italiani trasformano le tre città d’arte in luoghi-simbolo del turismo internazionale.
Il turismo italiano nel segno del Rock



Hard Rock Cafe è stata presente da protagonista alla Travel Trade Italia, in programma a Rimini dal 17 al 19 ottobre 2013, portando una delle sue “eccellenze”, la School of Hard Rock.
Nata nel 2011 per promuovere tra i giovani la conoscenza della musica e della cultura rock, fino ad oggi ha contato sulla partecipazione di oltre seimila studenti delle scuole medie inferiori e superiori, sia di Roma che di passaggio nella Capitale per l’annuale gita scolastica. Il percorso didattico, che si svolge all’interno del Cafe, accompagna i ragazzi dagli anni Cinquanta del Novecento fino ad oggi, utilizzando la musica e le icone del rock come riflesso dei più importati cambiamenti sociali e politici degli ultimi sessanta anni. Il tutto coadiuvato da aneddoti, curiosità, video musicali e quiz a premi. La scuola, nata nel Cafe di Roma, adesso è attiva anche nei ristoranti di Firenze e Venezia. Hard Rock Cafe è anche musica dal vivo. Nel 2012 ha coinvolto oltre 12 mila band in tutto il mondo per competizioni musicali e con il format Hard Rock Cafe Rocks The Square ha portato gratuitamente in Piazza della Repubblica a Firenze e in Piazza San Marco a Venezia grandi star della musica rock come Simple Minds, i Modà, Mike and the Mechanics, Iggy Pop and the Stooges. I concerti sono stati seguiti da oltre 75.000 spettatori.

Il turismo italiano nel segno del Rock
Dai bambini che partecipano ad eventi dedicati, al sessantenne nostalgico che vuole vedere i cimeli di Elvis, il target di Hard Rock è molto eterogeneo ma accomunato, per tutte le fasce d’età e le categorie, dalla passione per il rock. Numerosi e unici i cimeli che sono appartenuti ad artisti famosi e che arredano i locali: da una Vespa utilizzata sul set del film “Quadrophenia” tratto dall’omonimo album di The Who, agli occhiali di Bono Vox, e andando indietro nel tempo e nel mito del rock, al telo di seta di Hendrix usato nel suo periodo londinese.
Il turismo italiano nel segno del Rock
Hard Rock Cafe ha aperto 15 anni fa a Roma la prima sede italiana. Venezia e Firenze sono state inaugurate rispettivamente nel 2009 e nel 2011 ed è previsto il grand opening di Milano entro la fine del 2014. La presenza nel nostro Paese testimonia un consolidato posizionamento del brand anche sul mercato turistico italiano, oggi in grado di rivolgersi a tutti gli operatori turistici incoming e outgoing con servizi e pacchetti ad hoc a seconda delle esigenze:  DMC, turismo scolastico, turismo congressuale, matrimoni, turismo di gruppo, turismo individuale. Secondo i dati del bilancio 2012, il fatturato delle insegne italiane  segna costantemente un segno più: 18 milioni di Euro per la sede di Roma, 12 per la sede di Firenze, 11 milioni per il locale di Venezia.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alla mia pagina facebook “Travel and Fashion Tips” per non perdere altri consigli di viaggi e di bellezza!!

Lasciami anche un commento! I tuoi commenti contribuiscono a far crescere il mio blog!

Anna


Partecipa al Giveaway. Vinci una sciarpa Takeshy Kurosawa
Il turismo italiano nel segno del Rock


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog