Magazine Informatica

Il vecchio-nuovo ed il nuovo-vecchio.

Creato il 28 aprile 2015 da Marte @CPiramidale
Il vecchio-nuovo ed il nuovo-vecchio.
Recentemente m'è capitato di riflettere su quanto sono scemo... :P
...O meglio, non è che io sia propriamente scimunito del tutto, ma più che altro diciamo che quando mi trastullo nel mio magico mondo videoludico, mi capitano spesso degli straordinari momenti di euforia ai quali fanno seguito degli inaspettati e paradossali "down" d'insoddisfazione, durante i quali brancolo alla ricerca di un certo "non so che" solitamente inesistente e/o impossibile da trovare.
"Nelle notti di tormento, leggo un po' di vecchio e nuovo testamento e son contento. Quando invece sclero vado in paranoia, leggo Gioia. ...O mi dedico ad un culto un po' obsoleto!".
Della serie: chi mi conosce lo sa. Il "retrogaming" è da sempre una delle mie fonti d'ispirazione nonché un "buen retiro" ideale per riposare e trovare qualche argomento valido del quale scrivere su questo "blog".
In tal senso, proprio in questi ultimi giorni consideravo che con il progressivo aumentare della qualità dei "post" di "Concetto Piramidale", si depaupera purtroppamente la mia frequenza epistolare (che, tecnicamente, fa già abbastanza schifo di suo, ma non riesco ad essere meno bradipo di così... Ché tra incombenze lavorative varie, eventuali e randomiche, frizzi, razzi e mazzi, mi servirebbero le giornate da 72 ore per coordinarmi per bene, mettendo in cantiere tutte le cose che mi prefiggo di fare... :P).
Ad ogni modo, me ne stavo li che languivo dicendomi: «Cavolo! Devo trovare qualche cosa di interessante da scrivere, ché qua si batte colpevolmente la fiacca e, se andiamo avanti così, tutti i seguaci inesistenti del mio "blog" va a finire che diventano ancora più rarefatti di quello che sono già!!!».
"Sursum corda" (ovvero "bevendo un sorso di spago", per i non latinisti come me...;) ), il buon Marte si fionda quindi come un sol uomo su "CSDB", in cerca di ispirazione. ...Ed ecco che si imbatte in "Ultima IV Remastered V2.2"; una pregevole riedizione del quarto capitolo dell'immortale epopea "fantasy" dell'eccentrico Richard Allen "Lord British" Garriott De Cayeux.

Il vecchio-nuovo ed il nuovo-vecchio.

«Salve. Sono "Lord British" e tra qualche anno sarò ben lieto
di pagare 30 milioni di dollari per fare il turista spaziale!».


Ora, "chi mi conosce lo sa II: la vendetta". Da sempre, io semplicemente ADORO questo genere di giochi! Tuttavia, "mea culpa", la serie "Ultima" l'ho sempre e solo vista di sfuggita, dal buco della serratura e con un orzaiolo grosso come un cocomero a serrarmi l'occhio indagatore...
"Questa è la volta buona!", esclama quindi il Marte, dando campo libero alla succitata riedizione del gioco, che prende l'originale "Origin" e lo rivolta letteralmente come un calzino, facendogli fare un balzo in avanti di tutto rispetto, soprattutto in ambito grafico...

Il vecchio-nuovo ed il nuovo-vecchio.

Com'era (a sinistra), com'è (a destra).


...E qui il dramma.
Dopo anni ed anni di "roguelikes" e videogiochi nei quali comandavo imperterrito un anonimo "@" contro eserciti di "Z" affamati ed "O" rinselvatichiti, trovarmi davanti ad un approccio semigrafico del genere, con i canonici comandi alfabetico-direzionali da padroneggiare ed i dialoghi basati sulle parole chiave, mi ha lasciato stranito e parzialmente insoddisfatto, nell'insopportabile presa di coscienza del "vorrei ma non posso" di un titolo che, costretto nei limiti "hardware" di una macchina anni ottanta, non riuscirà mai a darmi le soddisfazioni di un ultrasofisticato "roguelike/sandbox" dei giorni nostri...
«E grazie al cazzo, Marte! ...Ma tu devi considerare che un gioco come "Ultima IV: Quest of the Avatar" era assolutamente rivoluzionario, al tempo. ...E devi altresì considerare che sui calcolatori di allora, era senz'ombra di dubbio il meglio che il mercato potesse offrire!».

Il vecchio-nuovo ed il nuovo-vecchio.

"Marte... ERETICO! Che vai dicendo?!".


Beh, indubbiamente lo so da solo, caro il mio coro greco (anche perché, nel bene o nel male, il tuo contrappunto scocciato scaturisce sempre dalla mia coscienza di autore singolo, per quanto dicotomico... Che con la schizofrenia non sarai mai solo! :D ).
Lo dice anche "Uìkipedia": "Ultima IV" non richiede al giocatore di sconfiggere un tangibile avversario finale. Diversamente, l'obiettivo del gioco è quello far crescere il personaggio principale sulla via delle virtù e di farlo diventare un "leader" spirituale ed un esempio per il mondo di "Britannia".
Quindi dovrebbe piacermi senza mezzi termini, vero?!
Si, ma ho scoperto tragicamente che sulle macchine moderne mi piacciono i videogiochi del passato, mentre sui calcolatori vetusti, stravedo per creazioni che travalicano i confini spaziotemporali ed ambiscono a proiettarsi nel futuro. ...Son contorto, ma prometto solennemente che darò una seconda occasione ad "Ultima IV", ché in questa sua nuova incarnazione può comunque senz'altro provare a convincermi di essere davvero un videogioco-capsula del tempo! :)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog