Magazine Cucina

…immaginate…

Da Pentolapvessione

In questi giorni sono pigra.
Sarà il caldo, sarà l’anelare alle agognate vacanze, sarà che nell’ultimo mese me ne sono successe talmente tante che ci metterò del tempo a metabolizzarle tutte, sarà quel che sarà fatto sta che in questi giorni di cucinare non ne ho gran voglia e in più le ricette che mi restano del Talismano sono più adatte all’autunno e all’inverno, al freddo e alla neve, alla pioggia e al vento… che in realtà di gelati e affini ne avrei ancora ma ho restituito la gelatiera ai legittimi proprietari.
Immaginate di finire percorsi durati anni e iniziarne altri.
Immaginate di dover organizzare eventi che vi riguardano e altri che non c’entrano nulla con voi ma che non potete tralasciare e a questo aggiungete contrattempi che vi cascano come un cocomero sulla testa.
Immaginate di discutere animatamente – e qui se non mi conoscete forse farete fatica perché il mio animatamente è solitamente molto moolto mooolto animato – con una persona che stimate che proprio ci tiene a spiegarvi nel dettaglio tutto ciò che sbagliate, e voi proprio lì per lì ci tenete a prenderlo animatamente a testate.
Immaginate poi – nonostante il continuo transito in cucina – di avere anche a che fare con persone che il coltello dalla parte del manico ce l’hanno loro, immaginate che ci tengano ad usarlo proprio con voi e immaginate di servirgliela proprio su di un bel piatto d’argento.
Se siete stanchi anche solo all’immaginare tutte queste immagini benvenuti!

Per 1 persona stanca

Yogurt con succo di pera

Yogurt 1 barattolino
succo di pera 1 bottiglietta
ghiaccio tritato
seltz

Morale dello Yogurt con succo di pera: “versate in una coppa un barattolino di yogurt ed uniteci una bottiglietta di succo di pera, mischiando con cura per ottenere un composto omogeneo. Completate con ghiaccio e uno spruzzo di seltz”… Ada Ada, come sempre hai la ricetta che fa per me. In due minuti ecco servita una merenda sopraffina.

P.S. Appena recupererò la foto come sempre la aggiungerò!



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :