Magazine Opinioni

(im)mortalita'

Creato il 14 maggio 2012 da Maltecoron77

...Scordando che poi infine tutti avremo, due metri di terreno...Rubo le parole a Francesco Guccini, tanto per rompere l'eterno ghiaccio del foglio bianco. Due metri di terreno, appunto (oppure mezzo metro di urna, a seconda delle preferenze) nei quali verremo gettati con qualche riguardo e qualche lacrima.E amen.Lì finisce la partita e rimangono i ricordi delle persone vicine. Che poi moriranno.E così via.C'è poi l'immortalità e il desiderio di essa.L'immortalità è nel ricordo e riguarda poche persone, il desiderio di essa è nell'ambizione e riguarda un sacco di illusi.La tecnologia, poi, oggi favorisce questo desiderio di immortalità. Tv e internet ne sono amplificatori naturali.Non più Picasso o Mozart o Shakespeare, oggi l'immortalità (o meglio, il suo desiderio, che è ben altra cosa) riguarda chiunque non abbia troppa artrite alle dita per digitare su una tastiera di pc, o chi non abbia troppo pelo sullo stomaco per partecipare a insulsi programmi televisivi. O quant'altro ancora riguardi qualsiasi altra sfera dell'esistenza: immortalità nel lavoro, nella politica, nell'economia. Sentirsi importanti, sentir parlare di sè. Questo conta nell'ego umano e fa pensare di essere immortali.Ma non lo siete e non lo sarete.Nè lo sono io, che scrivo poche righe, da clandestino, chiuso come sempre in questa fogna a osservare i comportamenti umani che somigliano tanto al mio. Con la sola, piccola differenza che, almeno ogni tanto, un'occhiata allo specchio riesco ancora a darla. E a vedere.Che è diverso da guardare.Allora penso che non è all'immortalità che ambisco, bensì alla mortalità. Mortalità che è qualcosa di tanto normale, e per questo, tanto straordinaria.Un po' come il percorso che facciamo per arrivarci.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines