Magazine Cinema

In Time

Creato il 18 febbraio 2012 da Veripaccheri
In Time
"In time" è un film non riuscito. Niccol fa tutto da solo, ed oltre a dirigerlo, di per sè un compito già oneroso, lo scrive e lo produce. Troppe cose da fare possono generare confusione, fraintendimenti. Affezionato agli scenari fantapolitici, la visionarietà del regista è abituata a mettersi in gioco allestendo meccanismi di genere solitamente pescati dal cinema noir ("Gattaga",1997) e utilizzando l'espediente romantico, in questo caso c'è una donna da salvare, per riscaldare atmosfere anaffettive, enfatizzate da una fotografia che sembra uscire direttamente da una camera d'obitorio. Rispetto all'esordio a cui quest'ultimo si rifà non solo per la cornice futuristica ma anche per la centralità del fattore genetico (nel film l'umanità ha un autonomia di 25 anni che può essere allungata acquistando dosi di tempo) "In time" non riesce ad amalgamare le sue componenti. Estremizzare le contraddizioni della contemporaneità in un contenitore capace di accellerarne le possibili conseguenze era la sfida che si era posto il regista. La vicenda, nel tentativo di ristabilire la giustizia in un mondo dove il tempo ha sostituito il denaro ed in cui le disparità sociali sono create ad arte per alimentare i vantaggi di pochi, assume la forma di una versione futuristica di Bonnie and Clyde ma anche di Robin Hodd, con Will (Justin Timberlake) e Sylvia (Amanda Seyfried) uniti nell'impresa di rovesciare il sistema rubando il tempo per regalarlo a chi non ne ha. L'escalation dell'imprendibile coppia non solo è costellata da una serie di errori di sceneggiatura (quelli più gravi si riferiscono proprio ai dettagli temporali violati con una facilità addirittura imbarazzante) e di molte situazioni inverosimili - la trama tra le altre cose non spiega come due super ricercati possano spostarsi liberamente per una città che assomiglia ad una caserma - ma appare fuori dal contesto che Niccol cerca di descrivere, una didascalica allegoria (passata al pubblico con l'espediente delle breaking news di cui zelanti televisori non mancano di informarci) del nostro tempo dove i cattivi sono però incapaci di esprimere le ragioni del loro operato, e quasi evanescenti nella difesa dello status quo. Il film appare così sfilacciato e superficiale nella costruzione dei nessi logici che dovrebbero tenerlo insieme. E se gli attori riescono ad essere un minimo convincenti, anche Timberlake una volta tanto, il loro lavoro si perde nella pochezza del contesto. Non ci voleva certo "In Time" per sapere che è solo l'egoismo di pochi ad impedire una giusta ripartizione delle risorse. Sentirselo ripetere appare non solo beffardo ma fa sembrare il film ormai sorpassato. Quasi un paradosso per chi invece vuole il tempo voleva anticiparlo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • In Time, quando il tempo è denaro

    Time, quando tempo denaro

    Il soggetto di partenza di In Time è davvero molto buono, qualcosa di interessante. E devo ammettere che Andrew Niccol riesce a svilupparlo bene per buona... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • Recensione: In Time

    Recensione: Time

    Non vedevo l'ora di vedere questo film (hahaha!) che per fortuna non si è rivelato una perdita di tempo (hahaha!)... potrei continuare in eterno (bwahaha! Leggere il seguito

    Da  Giobblin
    CINEMA, CULTURA
  • In Time (Andrew Niccol) ★½/4

    Time (Andrew Niccol) ★½/4

    In time, USA, 2011, 109 min. L’avevo già scritto da qualche parte nei post precedenti: i film che narrano storie ambientate in futuri distopici o... Leggere il seguito

    Da  Eda
    CINEMA, CULTURA
  • Al cinema: recensione "In Time"

    cinema: recensione Time"

    Per puro caso (stavo "girando" su youtube) 5 minuti prima di partire per andare a vedere In Time ho visto per la prima volta in vita mia la versione integrale d... Leggere il seguito

    Da  Giuseppe Armellini
    CINEMA, CULTURA
  • In time

    time

    Regia: Andrew NiccolOrigine: UsaAnno: 2011Durata: 109'La trama (con parole mie): siamo in un imprecisato futuro in cui le esistenze di tutti si fermano a... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • In time - Raga, vi presento mia mamma: Olivia Wilde

    time Raga, presento mamma: Olivia Wilde

    Condividi In Time(USA 2011)Regia: Andrew NiccolCast: Justin Timberlake, Amanda Seyfried, Olivia Wilde, Cillian Murphy, Johnny Galecki, Matt Bomer, Alex Pettyfer... Leggere il seguito

    Da  Cannibal Kid
    CINEMA, CULTURA
  • Once Upon a Time in Anatolia

    Once Upon Time Anatolia

    ONCE UPON A TIME IN ANATOLIA (2011)Regista: Nuri Bilge CeylanAttori: Muhammet Uzuner, Yilmaz Erdogan, Taner BirselPaese: Turchia Tre macchine percorrono in... Leggere il seguito

    Da  Elio
    CINEMA, CULTURA

Magazines