Magazine Società

Indovina cosa mangiamo per cena?

Creato il 10 marzo 2014 da Funicelli
A guardare le pubblicità in tv, la pasta che mangiamo è fatta con grano italiano.
L'olio è una spremutura a freddo di itailche olive.
Frutta e verdura sono certificate.
Eppure, mi ricordo il blitz della Coldiretti (assieme all'ex ministro De Girolamo) al valico con l'Autria, per bloccare i prodotti che importiamo dall'estero e che arrivano col marchio di (falso) made in Italy.
Quei prosciutti di certo non sono nostrani e qualcuno se li sarà pure mangiati, pensando di gustarsi un prodotto italiano.
Le leggi attuali permettono di tracciare i prodotti che arrivano in tavola? Se i pomodori sono italiani o cinesi.
Se la pasta è fatta con grano italiano.
Se il formaggio è fatto col latte delle nostre mucche. Se la mozzarella non è una "bufala" di prodotto.
Stasera Presa diretta, nel servizio di Riccardo Iacona, con Raffaella Pusceddu e Liza Boschin, parlerà del problema delle sofisticazioni alimentari.
Possiamo fidarci delle leggi attuali, delle rassicurazioni dei produttori (sappiamo che non riusciamo a produrre grano a sufficienza per i nostri bisogni), dei controlli alle dogane?
Meglio mangiare consapevole, che far finta di niente.
La scheda della puntata: "Sofisticazioni"

A PRESADIRETTA un'importante inchiesta sulle sofisticazioni alimentari. Come facciamo a essere sicuri della genuinità del cibo quando facciamo la spesa? L’olio extravergine di oliva, il prosciutto italiano, i prodotti biologici, sono sempre quello che dichiarano di essere?
Le telecamere di PRESADIRETTA hanno indagato le nuove frontiere delle frodi alimentari tra l’Italia, la Spagna e la Germania: prodotti contraffatti, cibi alterati, il biologico falso, prodotti nocivi o addirittura pericolosi.
PRESADIRETTA ha seguito le inchieste di varie Procure italiane che indagano le frodi in commercio sull’olio d’oliva. Olio acquistato all’estero e poi trasformato in olio italiano ed extravergine, e ancora “olio deodorato” del quale viene modificato sapore e odore e venduto come commestibile. Un enorme giro d’affari criminale che finisce sulle nostre tavole.
PRESADIRETTA racconta il business della contraffazione del prosciutto, uno dei prodotti d’eccellenza del made in Italy alimentare. Prosciutti stranieri sbollati e venduti come italiani, sfruttamento della mano d’opera e concorrenza sleale da parte degli allevamenti intensivi del nord Europa.
“SOFISTICAZIONI” è un racconto di Riccardo Iacona, con Raffaella Pusceddu e Liza Boschin.
Ci sono grossi interessi in ballo, nel settore alimentare e in special modo nel settore del biologico (una parola che ha grosso appeal sul consumatore).
La criminalità organizzata si è lanciata da un pezzo nel mondo delle sofisticazioni alimentari: dalle mozzarelle sbiancate, all'olio colorato, al pesce marcio con additivi per  nasconderne gli odori.
In ballo c'è anche la nostra salute, il futuro della nostra agricoltura e dell'industria agroalimentare.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog