Magazine Calcio

Intervista a Moratti

Creato il 27 maggio 2010 da Calciosofia
SOCRATE: Presidente Moratti, possiamo dire che le ultime vicende mourinhane hanno lasciato tracce luminose, ma anche enigmatiche?
MORATTI: Lei mi insegna che non si finisce mai di imparare. Uno crede sempre di sapere come fare il meglio, il bene, il giusto e poi si ritrova a constatare che non ha capito niente.
SOCRATE: Ma Mourinho ha sempre avuto per lei un'aurea particolarmente feconda e mi sembra che i risultati, e che risultati, non siano mancati.
MORATTI; Si, se è per questo posso dire che i miei soldi li ho spesi bene. Ma il dispiegamento da parte del Lusitano di tutte le nefandezze del tradimento altera di molto gli elementi preesistenti.
SOCRATE; Tradimento lei dice, ma nel comportamento umano ciò è razionalmente ammissibile. Tradire è in fondo amare. Ha visti le scene di pianto fatte con lei, con Materazzi e chissà con quanti altri nello spogliatoio. Non sono forse scene d'amore?
MORATTI: Mah| Se lo dice Lei. Da parte mia non ho intenzione di perdonare niente e tanto per essere chiari voglio indietro i soldi che mi spettano grazie alla clausola rescissoria del contratto. Se il Lusitano pensa che bastino due o tre lacrimucce per sciogliermi il cuore si sbaglia di grosso. E poi non gli permetterò di fregarmi Maicon, Snejider, Milito. Sfascia la casa e si vuol portar via l'argenteria.
SOCRATE; Detto così Mourinho più che un Homo sapiens sembra un homo quaerens, uno che chiede senza tregua.
MORATTI: Proprio così. Tutto quello che mi ha chiesto io gli ho dato. E ora gli dò del taditore. Ha messo l'Inter nella condizione di non potersi godere un attimo di tranquillità. Ora devo pensare al nuovo allenatore. Devo gestire l'inquietudine che serpeggia nello spogliatoio. Devo decidere come calare le mie carte di vendetta,
SOCRATE: Vendetta? Non le sembra un pò troppo, tenuto conto delle soddisfazioni che Mourinho le ha dato?
MORATTI: Gentile Socrate, se permette adesso il filosofo lo faccio io e le dico che quando ho ingaggiato il Lusitano ho corso i miei rischi. Lo sapevo di acido carattere, inviso ai colleghi, duro da gestire. Tuttavia la speranza di grandi risultati sarebbe priva di senso in un ordine totalmente irrazionale caratterizzato da un'etica arbitraria e assurda.
SOCRATE, Presidente, mi potrebbe dire chi sarà il prossimo allenatore dell'Inter?
MORATTI. Si. Si avvicini: glielo dico in un orecchio,

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines