Magazine Musica

Inventionis Mater- “Kong’s Revenge", di Edmondo Romano

Creato il 04 febbraio 2015 da Athos56


 “Kong’s revenge” - Inventionis Matera cura di Edmondo Romano
Quando mi sono trovato ad ascoltare il CD “Kong’s Revenge” del duo Inventionis Mater, formato da Pierpaolo Romani al clarinetto/clarinetto basso e AndreaPennati alla chitarra classica, duo che reinterpreta il repertorio del geniale Frank Zappa,  ho subito pensato di condividere questa esperienza con un paio di amici amanti e cultori di questo grande artista. Questo perché il progetto del giovane duo affronta in modo personale, radicale e coraggioso la vasta produzione dell’artista. Si ascoltano alcuni dei brani più conosciuti (se così si può dire, Zappa è stato tra i più prolifici compositori dello scorso secolo), dall’accattivante Florentina Pogen alla simpatica Catholic Girl, dalla beat Son of Susy Creamcheese alla bellissima Zomby Woof, dalla psichedelica Help a I’m a Kongdilatata e resa quasi un brano mediorientale alla sperimentale Prelude to the Afternoon of a Sexually a Gas Mask, dove vengo riprodotti anche vocalizzi e urli in veste quasi contemporanea.Sicuramente in una realtà musicale che respira quasi solo cover band che investono enormi energie nel riprodurre alla perfezione ogni singolo suono presente in un disco del passato o ogni singolo gesto, costume, scenografia dal vivo utilizzata dalla band originale per “duplicarla” in concerto, il lavoro degli Inventionis Mater è qualcosa di personale… “e mi viene da pensare”… ma questo riprodurre ha senso? Se pensiamo sempre agli anni ’70 come il momento più alto e libero della creatività musicale in epoca moderna (concetto spesso ribadito), perché anziché liberarci da schemi e creare nuove perle continuiamo a clonare? Per la sicurezza dell’apparire ed essere ascoltati? All’artista davvero interessa questo? Chi mette in pratica questo schema allora è davvero un artista o dipinge sempre le stesse “marine”, lo stesso quadro?Il lavoro del duo è ambizioso ed è frutto di attenta ricerca, coraggio di arrangiamento nel riprodurre solo per chitarra classica e clarinetto le ricchissime orchestrazioni di Zappa, spesso senza perdere per strada il senso ironico dei brani originali, riuscendo ad unire il mondo sonoro del compositore a quello degli Oregon o di Debussy, traspare però ancora un senso di progressione, di bisogno di crescita, il progetto deve ancora maturare in alcune sue forme, specialmente nel trasporre in musica la creativa e sana “malattia” che Zappa metteva nelle sue composizioni e nel suo modo di eseguirle, forse bisogna lasciarsi andare a volte ad espressioni meno codificate, attente, più spontanee e personali nell’affrontare Zappa... insomma, un po’ di sporcizia non guasterebbe.Forse nel tempo artisti come Zappa, Beatles, Pink Floyd, Genesis… entreranno a far parte della nostra nuova tradizione globale, e quindi come la musica popolare si evolve di continuo, anche questi “mostri sacri” della musica rock vanno continuamente reinventati, gli Inventionis Mater hanno iniziato a farlo.

Ascoltabile in streaming su spotify:https://play.spotify.com/album/1RTGIGT0vJ2f02gTwd6r7Z
Official Website: www.inventionismater.com Youtube channel: www.youtube.com/user/inventionismater Facebook: www.facebook.com/InventionisMaterTwitter:  twitter.com/InventionisMate
NEWS…
Continuerà nel mese di Febbraio il tour di presentazione dell’album  -su musiche di Frank Zappa Kong's Revenge!- con i concerti in programma il 6 febbraio a Sarzana e il 7 febbraioa Lovoleto (BO) in una serata tutta dedicata al compositore di Baltimora, condita dalla presentazione dell'interessantissimo libro "Frank Zappa: il rock come prassi esecutiva" di Giordano Montecchi”. 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :