Magazine Società

Jobs Act: via libera della Camera con 316 sì | nel Partito Democratico inizia la scissione

Creato il 25 novembre 2014 da Paolo Ferrario @PFerrario

Con 316 sì e 6 no, l’Aula della Camera ha approvato il Jobs Act, senza far ricorso al voto di fiducia, e con modifiche rispetto al testo del Senato. Il provvedimento torna adesso a palazzo Madama per il via libera definitivo

Jobs Act: via libera della Camera con 316 sì | Partito Democratico


Leggo così la faida interna al PD

I 30 hanno sanno benissimo orchestrare la loro visibilità, dandosi da fare per essere presenti alle televisioni serali che, pur di competere per l’audience, si attaccano soprattutto sulle divisioni, piuttosto che sui consensi. Insomma: il primo obiettivo è il TG3 delle ore 19

C’è poi la cultura politica.

I 30 vogliono ripristinare l’accoppiata rifondazione comunista /comunisti italiani del ciclo politico 1992-2008. Questa volta in alleanzo con i competitori interni della Cgil: Camusso e Landini.

L’obiettivo è chiarissimo: si preparano (in caso di elezioni anticipate) a fondare un partito in uscita dal PD, da loro aggettivato come “di destra” o “filo poteri forti”. Sono degli specialisti nelle etichette. Hanno imparato bene la tecnica della macchina del fango.

Ecco il loro schema sulla scacchiera della politica italiana:

1992-2008: rifondazione comunista di bertinotti  + comunisti italiani di diliberto

2015: Sel+ scissionisti dal PD + cinghia di trasmissione del sindacato Cgil diventata essa stessa spezzone di partito

I primo affondarono i governi Prodi

I secondi hanno lìintenzione di affondarela leadership Renzi

Perchè?

Per la vocazione ad essere minoritari e “diversi”. Diversi e “antipatici”, come racconta un libro di Ricolfi 

La prova statistica del loro schema è in questa tabella:

Jobs Act: via libera della Camera con 316 sì | nel Partito Democratico inizia la scissione

A loro è del tutto indifferente che in Parlamento e nell’elettorato ci sia la componente eversiva del partito del comico e quella del califfo matteo salvini.

A loro interessa avere un nemico. E se il nemico è interno, meglio ancora

Paolo Ferrario

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :