Magazine Cinema

Johnny depp day: donnie brasco

Creato il 09 giugno 2013 da Dennyb @Denny_B1
Donnie Brasco

JOHNNY DEPP DAY: DONNIE BRASCO

Fonte foto: www.impawards.com

"Se tu sei un infame, io sono il più grande fesso di merda della storia della mafia!" (Lefty a Donnie)


Che ve lo dico a fare? No: che ve lo dico a fare? Oggi è il Johnny Depp Day e noi cineblogger, che continuamo a non avere un cazzo da fare, lo festeggiamo con tutti gli onori che (non si)merita.


JOHNNY DEPP DAY: DONNIE BRASCO

"Ahia. Posso già immaginare come continuerà la recensione.
Mi criticherà da far paura. Sto per avere un infarto, Al."
"Tranquillo Johnny, lo sanno tutti che non sei granché come attore."

Johnny Depp è un attore tamarro e sopravvalutato, passato da modello per gli EMO (ma ci stanno ancora in giro?) a modello per gli uomini che sperano di potersi fare una sveltina ogni tanto indossando un cappello di paglia, addobbandosi come un albero di Natale con collane e collanine e braccialetti e anelli etnici, e facendosi crescere baffi, un filo di barba e capelli come se avessero dimenticato l'utilizzo delle forbici, delle lamette e del lavoro che svolgono i parrucchieri, sogno proibito delle donne con cui ci starebbero il tempo di una o tre notti, e non per parlare o vederlo recitare dal vivo, ovvio: è già straziante vederlo recitare su uno schermo, di persona sarebbe deleterio. Il caro Johnny, che da queste parti non è amato per nulla, ha recitato decentemente in circa tre, quattro film: Donnie Brasco, Edward mani di forbice (che evito come la peste), Pirati dei Caraibi - La maledizione della prima luna (film discreto che ha dato vita a sequel uno più terrificante dell'altro), e Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street (film che mi piacque molto, con una deliziosa Helena Bonham Carter). Ho deciso di festeggiarlo recensendo Donnie Brasco e mi scuso in anticipo se il Johnny Depp Day si trasformerà in un Al Pacino Day, ma quando Dio appare sullo schermo, gli altri chi li caga più?

JOHNNY DEPP DAY: DONNIE BRASCO

"Non ti preoccupare, Johnny. Ho già chiamato un'ambulanza.
Tra due minuti e qui. Che te lo dico a fare?"

Il film è tratto da una storia vera. L'agente dell'FBI Joe Pistone (Johnny Depp), s'infiltra nella mafia newyorkese, sotto la falsa identità di Donnie Brasco, e riesce a entrare nelle grazie di Lefty Ruggiero (Al Pacino), un semplice soldato, che aspetta da una vita di diventare caporegime della potente famiglia Bonanno, ma che non ce l'ha mai fatta. Lefty vede in Donnie un amico fidato, quasi un figlio e spera che con lui al suo fianco potrà acquisire prestigio all'interno della famiglia mafiosa, e decide di garantire per lui e Donnie diventa così un affiliato, e non oltrepassare la linea che separa la legalità dal crimine sarà sempre più difficile.

JOHNNY DEPP DAY: DONNIE BRASCO

Foto datata in bianco e nero di Dio.

La pellicola, diretta molto bene da Mike Newell, non è un capolavoro, e faccio fatica a inserirlo nella lista dei più grandi mafia movie e gangster movie della storia, seppur abbia una buona sceneggiatura scritta da Paul Attanasio, uno dei principali produttori della serie tv capolavoro Dr. House, basata sul libro My Undercover Life in the Mafia di Joseph D. Pistone, e attori bravissimi, come Michael Madsen (qualcuno sa che fine ha fatto?) e Al Pacino, sempre una spanna sopra gli altri, (doppiato splendidamente da un sempre bravissimo Giancarlo Giannini) ci regala un ritratto di un uomo, prima che di un mafioso pesce piccolo, che si vede rubare le speranze di un salto di qualità, che trova finalmente un amico fidato con cui condividere i sogni, e che infine vorrebbe solo più andarsene via a bordo della sua barca, che ha dovuto vendere. Johnny Depp è stato bravo a interpretare l'agente Joe Pistone, un uomo che grazie al suo lavoro ha portato all'arresto di centinaia di mafiosi, che si "sicilianizza" andando avanti con l'infiltrazione, e che ha una famiglia composta da tre bambine che non hanno alcuni tipo di legame affettivo con lui, e con una moglie ovviamente preoccupata per la situazione pericolosa in cui è suo marito. Ma è Lefty il personaggio più riuscito, che ricorderemo dopo gli amari titoli di coda, posiamo con lui anello, braccialetti, orologio, portafoglio, occhiali, un bacio alla fotografia dell'amata e usciamo dalla porta di casa come ci siamo entrati: con la speranza di una vita migliore, anche se non in questo mondo.Buon JDD a tutti.

Ecco i miei colleghi blogger che partecipano al Johnny Depp Day:

50/50 Thriller
Bette Davis Eyes
Bollalmanacco di Cinema
Combinazione Casuale
Director's cult
Era meglio il libro
Il Cinema spiccio
In central perk
Montecristo
Movies Maniac
Pensieri Cannibali
Recensioni ribelli
Scrivenny

The Obsidian Mirror
Triccotraccofobia
Viaggiando (meno)
White Russian Cinema

JOHNNY DEPP DAY: DONNIE BRASCO

Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):

Titolo originale: Donnie Brasco

Paese di produzione: Stati Uniti
Anno: 1997
Durata: 122 min,147 min extended cut
Generedrammatico, gangster
Regia: Mike Newell
Soggetto: Joseph D. Pistone, Richard Woodley
Sceneggiatura: Paul Attanasio
Produttore: Mark Johnson, Barry Levinson, Louis Digiaimo, Gail Mutrux
Fotografia: Peter Sova
Montaggio: Jon Gregory
Effetti speciali: Ron Ottesen
Musiche: Patrick Doyle
Scenografia: Donald Graham Burt
Interpreti e personaggi:
Al Pacino: Benjamin "Lefty" Ruggiero
Johnny Depp: Joseph D. Pistone/Donnie Brasco
Michael Madsen: Dominick "Sonny Black" Napolitano
Bruno Kirby: Nicky Santora
James Russo: "Paulie" Cersani
Anne Heche: Maggie Pistone
Željko Ivanek: Tim Curley
Robert Miano: Alphonse "Sonny Red" Indelicato
Tony Lip: Philip "Philly Lucky" Giaccone
Brian Tarantina: Anthony "Bruno" Indelicato
Gretchen Mol: amante di Sonny Black
Gerry Becker: Dean Blandford - agente FBI
Paul Giamatti: tecnico FBI
Tim Blake Nelson: tecnico FBI
Doppiatori italiani:
Giancarlo Giannini: Benjamin "Lefty" Ruggiero
Riccardo Rossi: Donnie Brasco / Joseph Pistone
Francesco Pannofino: Sonny Black
Marco Mete: Nicky
Nino Prester: Paulie
Cristina Boraschi: Maggie Pistone
Dario Penne: Sonny Red
Denny B.




Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines