Magazine Cultura

L’amore ai tempi del colera

Creato il 01 marzo 2011 da Phoebes

L’amore ai tempi del colera

di Gabriel Garcìa Màrquez

Voto: 7 (su 10)
L’amore ai tempi del colera

…lo turbò il sospetto tardivo che è la vita, più che la morte, a non avere limiti.

La storia di un amore vissuto nel ricordo e nella speranza, la storia di tanti amori vissuti, sofferti, goduti, persi e ritrovati.

Non sono uscita pienamente soddisfatta dalla lettura di questo libro. Sicuramente m’è piaciuto, ma non tanto quanto immaginavo. La storia è interessante, la stile affascinante, ma alla fin fine se devo pensare a qual è stato il momento più emozionante del romanzo mi viene in mente quando Fermina e Juvenal a Parigi intravedono Oscar Wilde! :)
Insomma, mi aspettavo un po’ più, senza dubbio. Basta guardare quanto è corta questa recensione: proprio non ho nulla da dire!
Molto bello però il finale: nelle ultime righe Garcìa Màrquez è riuscito a coinvolgermi e commuovermi più di quanto abbia fatto nel resto del romanzo!

Dammi 4 parole

Bello ma non capolavoro

Scheda del libro

L’amore ai tempi del colera
Titolo: L’amore ai tempi del colera
Autore: Gabriel Garcìa Màrquez
Titolo originale: El amor en los tiempos del colera
Anno prima pubblicazione: 1985
Casa Editrice: Mondadori
Traduzione: Claudio M. Valentinetti
Pagine: 370
aNobii: LINK
goodreads: LINK

Sfide: La Sfida infinita (o quasi)… quarta edizione!, La Sfida Nascosta 2011, Sfida “Dammi 4 Parole”, La sfida a tema! Terza edizione, La Sfida dei più Belli (seconda edizione), La sfida delle catene associative e Sfida della Trasposizione.
Segnalibri: quello qui a destra è quello che ho usato durante la lettura, ed è stato realizzato da me in occasione dello scambio di [email protected] di Marzo 2010 (tema: FAVOLE) nel gruppo Readers Challenge.

Un po’ di frasi

Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati.
[incipit]


«E fino a quando crede che possiamo continuare on questo andirivieni del cazzo?» gli domandò.
Florentino Ariza aveva la risposta pronta da cinquantatré anni sette mesi e undici giorni, notti comprese.
«Per tutta la vita» disse.

[explicit, selezionare per leggere]


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines