Magazine Tecnologia

L’InnovationDay di Edison. Focus sul cambiamento. #EdisonEXPO

Creato il 19 giugno 2015 da Alessandro Ligas @TTecnologico

L’InnovationDay di Edison. Focus sul cambiamento. #EdisonEXPOSi è svolta il 17 Giugno 2015, presso il Palazzo Edison, a Milano, la seconda, di 5 giornate, dell’Innovation Week – evento tra quelli legati a #EdisonEXPO – particolarmente incentrata su innovazione e tecnologia con focus su Internet of Things e Big Data.

In mattinata l’evento ha visto coinvolti ospiti del calibro di Claudio Serracane direttore R&DEedison; Bruce Sterling, scrittore, giornalista, esperto di tecnologia e cultura digitale; Vittorio Pellegrini, Senior Researcher Istituto Italiano di Tecnologia e director Graphene Labs; Fabrizio Renzi, direttore tecnologia e innovazione, IBM; Lorenzo Sessa, direttore marketing di Edison Energia; Fabio Bellifemine, direttore di [email protected]; Luca De Biase, esperto di innovazione e tecnologia; Benjamin Mousseau, dell’EuropeanInstitute for Energy Research.

L’InnovationDay di Edison. Focus sul cambiamento. #EdisonEXPO

Bruce Starling esperto di tecnologia e cultura digitale

Una giornata che ha posto l’accento su dibattito, confronto, idee e progetti innovativi. Sono stati diversi gli argomenti toccati durante la mattinata. Bruce Sterling, giornalista e scrittore, è autore di “Shaping Things,” uno dei primi libri a trattare il tema dell’Internet of Things, ha portato all’attenzione l’esperienza di la casa Jasmina, la casa open source, intelligente e connessa che, il 6 giugno scorso, è stata inaugurata a Torino negli spazi di Toolbox Coworking, che già ospita Fablab Torino e Officine Arduino, andando così ad aggiungersi all’ecosistema di innovazione dell’ex complesso industriale di via Egeo.

Vittorio Pellegrino, ricercatore presso l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova e direttore del IIT grafene Labs, ha invece esposto le “meraviglie” del grafene e le potenzialità di questo materiale che potrebbe rivoluzionare, e in parte lo sta già facendo, la nostra quotidianità. Fabrizio Renzi, direttore Tecnologia e Innovazione di IBM in Italia, ha posto l’accento sulla comprensione del “senso delle cose”, sull’importanza dei sensori e su come oggi la ricerca stia tentando di avvicinare le capacità cognitive delle macchine a quelle umane. A seguire l’intervento di Luca De Biase, giornalista e scrittore di Nova-Sole 24 ore, si è invece concentrato sull’importanza dell’informazione, distinguendola dalla mera comunicazione e su come il modello d’informazione di grande effetto ed enfatizzante produca delle bolle, che creano aspettative poi, sempre, disilluse.

Di pregio anche le interessanti considerazioni di Benjamin Mousseau, ingegnere, opera presso l’Istituto europeo per la ricerca energetica (EIFER) occupandosi di mobilità urbana, sulle città del futuro, futuro vicino: Smart City con un focus particolare su energia, verde pubblico, rifiuti, inquinamento. Focus sull’energia, naturalmente, anche nell’intervento di Lorenzo Sessa, direttore marketing di Edison Energia, che ha presentato l’Edison Energy Control: strumento per il risparmio energetico che migliorerà l’interazione con il cliente Edison, la trasparenza e allo stesso tempo il consumo. Fabio Bellifemine, senior Project Manager di Telecom Italia, ha toccato entrambi gli argomenti principali del dibattito: Big Data, che hanno permesso a [email protected] di fare confronti e ottenere dettagli utili al progetto e IoT che permette una più efficacie gestione dei consumi rendendo un servizio alla rete energetica.

Serracane, invece, che faceva gli onori di casa ha aperto il dibattito presentando #EdisonEXPO, che oltre a i tanti eventi in programma ha approntato 6 mesi di dibattito, una straordinaria occasione di confronto per interrogarsi su come far riaccendere il motore del cambiamento nel nostro Paese, per dare vita al Charter dell’Innovazione che ha avuto una prima concreta realizzazione grazie ai tavoli di lavoro tenutisi nel pomeriggio.

L’InnovationDay di Edison. Focus sul cambiamento. #EdisonEXPO

Uno dei tavoli all’Innovation Week

Energia e infrastrutture abilitanti per il paese”, “Smart Community”, “Social innovation” e “Digital Culture”, questi i temi discussi ai quattro tavoli ai quali hanno partecipato giornalisti ed esperti.

L’Innovation Week prevede ancora incontri fino a sabato e il 19 a Palazzo Edison si terrà l’Edison Startup Challenge, iniziativa che permetterà alle startup innovative e convincenti nei settori Energia, Internet of Things, Smart Communities e Social Innovationdi sfidarsi davanti a una Giuria di investitori, business angel e rappresentanti di Edison.

Le tre migliori startup riceveranno visibilità sui canali Edison e su Wired (partner dell’iniziativa) e al vincitore, Edison offrirà l’accesso al programma di supporto e tutoring del premio Edison Pulse.

Ai partecipanti Edison ha dato spazio sui canali social con delle piccole interviste che hanno dato modo agli startupper di presentare le loro idee e i loro pensieri e che sono disponibili sia sulla pagina FB ufficiale di Edison, sia sul profilo Twitter @EdisonNews.

Palazzo Edison terrà, inoltre, aperte le sue porte fino a sabato per permettere ai visitatori di godersi una esperienza interattiva mai provata in Italia grazie agli Oculus VR che permettono di visitare virtualmente una centrale idroelettrica, accedendo a zone normalmente non aperte al pubblico come i piani inclinati, le dighe e le sale di controllo. Possibile, anche utilizzare e testare monoliti interattivi e app.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :