Magazine

L’orto urbano in azienda. L’Urban Farming di Microsoft presentato a Expo 2015

Creato il 24 giugno 2015 da Assugoodnews @assunta73

L’orto urbano in azienda. L’Urban Farming di Microsoft presentato a Expo 2015
that's good news

Se lavorate in un’azienda con la mensa, provate a immaginare di gustare i prodotti dell’orto urbano nei vostri piatti. Una splendida idea, non credete? E’ quello che possono sperimentare ogni giorno i dipendenti della sede centrale della Microsoft a Redmond, negli Stati Uniti. Il progetto messo in piedi dalla società di Bill Gates si chiama Urban Farming ed è stato presentato nel padiglione Usa di Expo 2015.

Le aziende, tutte, stanno attraversando una nuova epoca. L’attenzione al personale e all’approccio human è diventato sempre più importante. Il fenomeno, molto avanti negli Stati Uniti, sta arrivando anche in Italia dove cominciano a farsi notare aziende illuminate e progetti innovativi. Mi viene da pensare a Do It Human, agenzia di comunicazione e formazione che lavora con un approccio diverso e che porta in azienda, grazie ai corsi di formazione, l’atteggiamento vincente per riconoscere i  propri dipendenti come persone prima che come lavoratori.

Tra le iniziative più forti per coltivare il rispetto dell’uomo in azienda, figurano gli orti urbani. In particolare quei progetti strutturati talmente bene da riuscire a rifornire la mensa aziendale quotidianamente. E’ il caso dell’Urban Farming di Microsoft presentata a Expo 2015.

Tecnologia e sostenibilità sono il cuore del progetto che punta a fornire frutta e verdura ai dipendenti dell’azienda. Ogni giorno, pensate, nella mensa dell’azienda vengono serviti 40mila pasti. L’idea, raccontano i manager del colosso americano, nasce dal desiderio di prendersi cura dei propri dipendenti e di dare un aiuto concreto all’ambiente.

piantine-verticali
La verdura viene acquistata dai produttori locali e poi coltivata grazie alle colture idroponiche fuori suolo. Utilizzando metodi alternativi, queste tecniche, possono fare a meno della terra. Gli ortaggi crescono i vasi bianchi posizionati lungo orti verticali inseriti in torri di plexiglass. Naturalmente viene rispettato pienamente il ciclo naturale della pianta.

La cosa fantastica di questo progetto è che lo hanno realizzato i dipendenti stessi mettendo a disposizione le proprie conoscenze tecnologiche. Gli sviluppatori Microsoft hanno pensato al software che ottimizza consumi idrici ed energetici, gli ideatori della Xbox hanno pensato alle luci al plasma che imitano meglio la luce naturale mentre un altro gruppo sta lavorando a una applicazione per tenere sotto controllo e gestire i parametri di crescita delle piante.

I dipendenti dell’azienda hanno contribuito al progetto mettendo a disposizione le loro conoscenze tecnologiche. Gli sviluppatori hanno pensato a un software che ottimizza i consumi idrici e energetici, i creatori della console di videogiochi Xbox hanno proposto l’utilizzo di luci al plasma, invece di led o alogene, che permettono di imitare meglio la luce naturale e danno alla verdura un gusto migliore. Un altro gruppo ancora sta mettendo a punto una app per gestire e controllare i parametri di crescita delle piante.

Tutto questo ha comportato una importante riduzione dei consumi di acqua nel campus di Redmond e la grande soddisfazione dei dipendenti. L’idea di Microsoft è di aumentare le coltivazioni e di diffondere questo progetto alle altre sedi dell’azienda.

Un esempio da imitare? Direi proprio di si.

L’orto urbano in azienda. L’Urban Farming di Microsoft presentato a Expo 2015
that's good news
that's good news - Il blog di Assunta Corbo


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog