Magazine Tecnologia

"L'Uomo con i Pugni di Ferro": L'Antico Oriente a Suon di Rap!

Creato il 16 maggio 2013 da Marco Giorgio @MarcoGiorgioGM
Grazie alla bellissima iniziativa della Festa del Cinema, sono riuscito a tornare al cinema! Dovevo festeggiare con un film divertente, chiassoso ed esagerato... direi che ho fatto la scelta giusta! Ecco a voi un breve articolo su "L'Uomo con i Pugni di Ferro" di RZA!
Vi starete chiedendo chi è RZA? Come fate a non conoscerlo? Ok forse sarete confusi... visto che è la prima volta che fa il regista, ma sono sicuro che l'avrete di certo visto recitare (tipo in "Funny People" e "American Gangster"). E sono ancora più sicuro che l'avrete sentito cantare! RZA è il leader indiscusso dei Wu-Tang Clan: il gruppo rap che ha spacca di brutto!

Rubo l'immagine a Pensieri Cannibali!

RZA è ormai un "uomo di Tarantino": dopo la collaborazione musicale in Django Unchained c'è stata la benedizione ufficiale di Quentin. Così "L'Uomo con i Pugni di Ferro" può guadagnarsi l'ambito marchio "Quentin Tarantino Presenta"! Si può dire che se lo merita tutto: RZA come regista non sbaglia un colpo... a parer del sottoscritto la regia del film è superba: degna di tutti i film del genere! Non parlo solo nelle scene di battaglia, mi riferisco sopratutto alle scene "meno agitate": tipo le sequenze di flashback o d'introspezione dei personaggi.
Sulla sceneggiatura c'è molto da dire. Eli Roth ha contribuito alla scrittura del copione: questo spiega molte cose... specialmente per l'elemento splatter! Che cosa dire del film (premettendo che questa volta non voglio raccontarvi nulla trama del film)? "L'Uomo con i Pugni di Ferro" è un tipico film d'azione americano... tuttavia dicendo così si finisce per sminuirlo. Qualsiasi spettatore potrà riconoscere le tipiche tematiche dei Chambara Movie e dei Wuxia Movie, miste a qualche sfumature tipiche degli Spaghetti Western. Vendette, Onore, Potere, Oro, Sesso, Amore, Combattimenti e Sangue: queste sono le otto parole che compongono il film. Tutti gli elementi per creare un buon film: ma non eccezionale. Effettivamente è un film senza troppe pretese, che ha lo scopo di mostrare una storia divertente che appassiona lo spettatore... Insomma è un film che non vuole donarci nessuna morale: e sinceramente a volte è giusto così! Giusto un paio di note:
- Nel film si notano fortissimi elementi in comune con "Django Unchained" ( tipo le tematiche o il dualismo dei personaggi Django/BlacksmithSchultz/Jack Knife). Scelta da furboni, che però non è di certo d'aiuto al film... Secondo Eli Roth, questo film non sarebbe potuto esistere senza Kill Bill. Cosa vera e giusta: visto che ritroviamo una marea di riferimenti (basti pensare al Maestro Buddhista/Pai Mei). Insomma: Tarantino docet!
- La critica giudica "L'Uomo con i Pugni di Ferro" un film a "ritmo inconstante e alternato". La causa di questa perdita di ritmo è dovuta ai tagli di alcune scene che, però, allungavano troppo il film. RZA ha dichiarato che ben presto uscirà (forse in DVD) la versione "uncut", che darà molto più spessore alla narrativa del film.
Un paio di parole le vorrei spendere per i personaggi. Nel bene o nel male, gli eroi di questo film sono degni della migliore tradizione filmica di genere: dal passato tormentato (chi più e chi meno) e con poteri fenomenali. Del resto anche l'occhio vuole la sua parte!
ATTENZIONE CONTIENE SPOILER!

RZA interpreta Blacksmith Thaddeus, il vero protagonista/voce narrante della storia. Schiavo in America, uomo libero in Cina: verrà salvato ed istruito da un gruppo di monaci buddhisti shaolin. Le sue doti da fabbro sono eccezionali: ma ben presto inizierà a ripudiare il suo lavoro...  la causa sono le sue creazioni, che vengono usate  nelle guerre di Jungle Village. Il suo sogno è quello di fuggire con il suo amore Lady Silk... ma questa non è di certo la volontà del fato!

Russell Crowe è il tuttofare Jack Knife. E' lo straniero misterioso: un inglese poco gentleman e anche un po cowboy. E' qui per indagare su un particolare mistero...

Rick Yune è il glorioso Zen Yi detto X-Blade. X-Blade rappresenta tutto il bene e l'onore che esisteva nella società feudale cinese dell'epoca: oltre a vendicare la morte del padre Gold Lion, deve anche riportare la pace in tutta Jungle Village...

Bronze Lion (interpretato da Cung Le) e Silver Lion (interpretato da Byron Mann): sono gli antagonisti della storia, nonchè gli ex sottoposti di Gold Lion. Il primo citato è il lacchè per eccellenza: ha più valore di un soldato, ma meno rispetto ai suoi superiori; il secondo rappresenta l'infamia per eccellenza: avido di potere, architetterà il piano per ammazzare il suo maestro.

Daniel Wu è Poison Dagger. Un personaggio che tramerà nell'ombra: spietato e mortale quanto il suo veleno...

Il wrestler Dave Batista è Brass Body. Un uomo che ha il potere di trasformare il suo corpo XXX, rendendolo inbattibile e invulnerabile. Sarà molto di più di un semplice scagnozzo...

Lucy Liu è Madame Blossom: la matrona della casa chiusa di Jungle Village. Sedunte e affarista, nasconde grandi doti da combattente...

I Gemini (Grace Huang e Andrew Lin) sono gli uomini più difati dell'Imperatore. Fratello e sorella addestrati nel combattimento congiunto: rendendoli estremamente pericolosi.

FINE SPOILER! Per finire volevo mostrarvi altre alcune cosette. E' disponibile online il prequel animato del film, che spiega alcune cose che il film non è riuscito a drici. Guardatelo che è veramente ben fatto!
E non dimentichiamoci anche la colonna sonora del film: curata da Rza in collaborazione con grandi artisti del genere! Hip-pop e rap regnano da paura! Ascoltiamo un paio di pezzi:

Qua si conclude il post dedicato a questo film. A me ha fatto una buona impressione, mi ha divertito e posso considerarmi soddisfatto. Senza nulla togliere al fatto che ero consapevole di ciò che stavo vedendo: un film girato con una tecnica medio alta, con ottimi costuimi ed effetti speciali, ma con una trama troppo semplice e non troppo strutturata.

Un immagine mostruosamente bella!

 Ma a volte, va bene così: a volte basta divertirsi e basta! Dico sul serio... Detto ciò, vi saluto: ci vediamo alla prossima; bye!!!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog