Magazine Cultura

La black mask comics esordisce con la reunion di alan moore e david lloyd

Creato il 18 febbraio 2013 da Comixfactory

LA BLACK MASK COMICS ESORDISCE CON LA REUNION DI ALAN MOORE E DAVID LLOYD

Occupy Comics
pubblicazione della neonata
Black Mask Comics


La notizia era nell'aria da un bel po', ma solo adesso ne arriva la conferma. Ventiquattro anni dopo la conclusione di V for Vendetta (datata 1989), Alan Moore e David Lloyd torneranno a realizzare insieme una storia a fumetti.

LA BLACK MASK COMICS ESORDISCE CON LA REUNION DI ALAN MOORE E DAVID LLOYD

12 Reasons to die

Accantonate le polemiche per la gestione dei diritti cinematografici della loro creatura (e per il trattamento riservato agli autori dalla DC Comics), i due artisti britannici uniranno le loro forze per un fine nobilissimo, supportare la causa del movimento Occupy Wall Street. La reunion di Moore e Lloyd per celebrare il movimento chiude virtualmente un cerchio: il movimento, infatti, aveva eletto V a simbolo della loro protesta.
La pubblicazione di questa opera avverrà sulla rivista antologica Occupy Comics per la Black Mask Comics, casa editrice neonata grazie alle forze congiunte di Steve Niles (sceneggiatore noto soprattutto per 30 Giorni di Notte), Matt Pizzolo (Halo 8 Enterteinment) e Brett Gurewitz (chitarrista dei Bad Religion).
E Moore e Lloyd non sono gli unici grandi nomi del fumetto ad essere stati coinvolti, la Black Mask infatti potrà annoverare tra i suoi collaboratori autori del calibro di Charlie Adlard (The Walking Dead), Mike Allred (IZombie, X-Statix, FF), Ben Templesmith (30 giorni di notte, Fell), J.M. DeMatteis (Moonshadow, Uomo Ragno: l'ultima caccia di Kraven), Molly Crabapple, RZA dei Wu-Tang Clan e Art Spiegelman (Maus).

LA BLACK MASK COMICS ESORDISCE CON LA REUNION DI ALAN MOORE E DAVID LLOYD

Ballistic


"il modo nel quale abbiamo messo insieme questa lista di nomi" ha dichiarato Pizzolo "è stato anche pensando a come avremmo potuto spingerci oltre i confini del fumetto. Uno dei nostri scopi principali è quello di espandere l'audience dei comics. Stiamo provando a farlo portando all'interno di questo mondo sensibilità differenti, come i Wu-Tang la Hard Sci-fi , il futurismo e l'energia della follia. Ricordate serie come Transmetropolitan? Vedrete molte cose simili..."
Tra le altre pubblicazioni in arrivo per la Black Mask Comics vi segnalo Ballistic (mini di 5 numeri di Adam Egypt Mortimer e Darrik Robertson), 12 Reasons to Die (concepita da Ghostface Killah e realizzata da un team di autori a rotazione tra i quali si evidenzia Tim Seeley) e Liberator (mini di 4 di Matt Miner e Joel Gomez)  Il primo numero di Occupy Comics uscirà a maggio 2013.

LA BLACK MASK COMICS ESORDISCE CON LA REUNION DI ALAN MOORE E DAVID LLOYD

Occupy Comics
copertina del primo numero
di Mike Allred



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :