Magazine Attualità

La casta in ospedale

Creato il 29 agosto 2012 da Blindsight
LA CASTA IN OSPEDALEAl di là della destra o della sinistra, estinte entrambe da tempo e vive solo nelle menti di chi non conosce la realtà, va detto che di fronte alla malattia diventiamo tutti uguali: si sta male. Non siamo uguali però di fronte alle cure che il sistema offre in questa nazione, suddividendolo a sua volta per ogni regione in base alla materia grigia del proprio governatore (materia questa presente solo in rarissimi casi), così, ad esempio, nelle Marche c'è un certo tipo di servizio, in Calabria non esiste proprio il servizio, nel Lazio il servizio è riservato a pochi eletti, e via dicendo con la più grande beffa che un paese democratico e laico vive da sempre.
Così se il papa ne ha bisogno l'intero Policlinico Gemelli è a sua disposizione, idem l'ospedale scelto dal governatore del Lazio, Polverini, in questo caso il Sant'Andrea, che le ha messo a disposizione un intero reparto per un mini intervento (vedi notizia: ho cercato la meno "comunista").
Nessuna smentita, nessuna risposta dalla regione Lazio, a parte qualche teoria assurda e infondata su "reparti chiusi per ferie" e via dicendo, so solo una cosa, come la sanno tutti: questo life style da raccomandati e privilegiati è la vera piaga di questa nazione e mi auguro ora di non aspettare anni visto che dovrò essere operata di nuovo, come ad esempio aspettai mesi e mesi in carrozzina l'anno scorso per avere un posto letto.
Non provo rabbia di fronte a queste cose, ma cerco di essere comprensiva: rimpiangere una dittatura fascista o lottare per difendere un embrione sono cose che appartengono a disabilità cognitive, a chi della realtà non conosce nulla, ed è con questi che bisogna usare pietismo, lo stesso che usano loro nei confronti dei disabili veri come me.
Non conoscere la realtà è la dimensione del perdente, si potrà comandare abusando di potere e prepotenza per un po', ma solo chi vive la realtà è destinato a vincere, se lo vuole.
Datemi ora un nome, uno solo, tra i "politici" pagati anche da me con quei quattro euro di pensione da cieca civile, che conosce e vive la realtà, così diversa da quell'ovattamento irreale, anacronistico e grottesco, in cui si illudono di vivere caste e chi gli gira intorno.
Non sarò mai papessa, né governatore, sono solo una cieca onesta che paga, insieme ad altri onesti, per caste che ormai disgustano l'Europa intera. Nell'immagine la Polverini, di seguito il video della Polverini che entra in ospedale:



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines