Magazine Viaggi

La chiave di volta

Creato il 30 gennaio 2011 da Andrea
Per distrarmi da un momento personale non felice, provo ad aprire giornali e siti online per vedere cosa succede nel mondo e in Italia.
Ovviamente compare e la fa da padrone lo scandalo che coinvolge il presidente del Consiglio italiano e altri suoi giullari di corte e un numero imprecisato di ragazzine delle più svariate origini. La più richiamata è Ruby, ragazza di strani atteggiamenti libertini che non si sa come sia stata addirittura ritenuta nipote del presidente egiziano Mubarak. Non credo oggi il peso di questo nome sia lo stesso di alcuni giorni fa, in una strana congiunzione temporale, ma questa è un'altra storia...
Ebbene scandalo. Non il primo, non l'ultimo di un uomo più che di un presidente. Se guardiamo al passato, le indagini e le accuse, erano state di tipo economico, finanziario, criminale... Ma è evidente che in un paese come il nostro, dove il segno della furbizia vince sempre, questi erano aspetti addomesticabili per chi un esempio di successo è stato e continua a essere. La gente quindi se ne interessava, certo, ma non morbosamente. In fondo la morale sulle truffe e sulle leggi, è sempre stata un pò grigia in Italia. Imbrogliare lo stato è quasi uno sport nazionale. E le leggi sono fatte solo per essere aggirate...
Ed ecco finalmente la chiave di volta di uno scandalo che non si esaurisce e infuria come una tempesta cui il premier non riesce a reagire, sovrastato dalle voci degli infiniti nemici che ha inevitabilmente chi è al potere e anche dai mormorii striscianti di chi non vuole uscire dal bunker della informazione di potere per farsi impallinare. Ecco quindi che ci sono volti che non si fanno vedere in giro e dichiarano poco. Ecco quindi la strategia di mandare in giro le donne. Perchè sulle donne non si spara. Perchè le donne disarmano con la loro incredibile fiducia nel loro premier e nella perversità delle loro simili...
Ma il problema è che non basta. Lo scandalo non riesce a sgonfiarsi. Perchè c'è la pruderie di 50 milioni di italiani che vorrebbe avere le foto delle serate nella cantina. Una cantina di lusso trasformata in un locale di spogliarelli da addio al celibato con dei vecchi guardoni dalle mani lunghe e dalle tasche profonde. Del reato, non importa niente a nessuno. Del rispondere alle proprie mogli scandalizzate importa a tanti mariti di nascosto deliziati e semplicemente invidiosi. Del tentativo moralizzatore della Chiesa Cattolica, interessano le masse monetarie che ancora essi sono in grado di muovere. Del tentativo maldestro di impietosire su quelle "povere" ragazze messe alla gogna da un'indagine, nessuno si sente partecipe in un paese dove le escort sempre mignotte sono...
Insomma, questa volta appare proprio che la volta sia puntellata da una chiave grossa e robusta. Il presidente non ha tappato in tempo la falla, ha commesso degli errori fiducioso in una impunità da faraone egizio, ma non è andata così. Nel suo coinvolgere persone non ben selezionate e indottrinate, ha esposto tutto il suo regno di saltimbanchi all'incontro con gli occhi di gente che non guarda più con il servilismo invidioso, ma che diventa nemica quando vede che gli altri se ne approfittano e loro non possono... Per molto meno che per questo, Clinton si dimise. Secondo me fu troppo. E secondo me questo scandalo non è quello che avrebbe dovuto far cadere il governo, reo di malfatti ben più gravi. Ma c'è la possibilità che lo faccia cadere.
Di chi poi possa vincere le nuove elezioni, ci sarebbe da discutere. Con il tempo anche questo polverone scenderà al suolo. E lì, si vedrà chi è rimasto in piedi...

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • la quiete dopo la tempesta

    quiete dopo tempesta

    L'attesa, invece che nella nottata, si è consumata al mattino.Le nubi, basse e cupe, hanno coperto l'orizzonte.Il temporale ha scaricato acqua e vento per un'or... Leggere il seguito

    Da  Aureliocupelli
    VIAGGI
  • La gran festa d'ista'

    gran festa d'ista'

    Come ben sapete, io sono completamente innamorata delle Dolomiti!Ci sono stata in vacanza questa estate, come in molti anni della mia adolescenza, e ci vivrei... Leggere il seguito

    Da  Cockerina
    ITALIA, NORD ITALIA, VIAGGI
  • La Vetrina

    Vetrina

    Ieri, passeggiando per Pompei, ho notato che l'agenzia di viaggi dove prenoto crociere e altre mete ha aggiornato la vetrina con una nuova pubblicità della Cost... Leggere il seguito

    Da  7325
    VIAGGI
  • la mozzarella di Matera

    mozzarella Matera

    Si fa un gran parlare di filiere agroalimentari corte, martedì ne ho vista una.Sono stato a far visita ad un allevatore lucano, nella valle del Bradano, nel... Leggere il seguito

    Da  Aureliocupelli
    CUCINA, ITALIA, SUD ITALIA & ISOLE, VIAGGI
  • La cartina del boh

    Esiste un confine non segnato sulle carte geografiche, e’ quello tra il quando decidi cosa fare della tua vita e il quando capisci che hai poco da decidere,... Leggere il seguito

    Da  Albino
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • La mia brooklyn

    brooklyn

    Sono da Starbucks, Tribeca. A quanto pare uno dei pochi angoli dove è concesso usare un computer free. E' strano, perchè qui, a differenza dell'Italia, non serv... Leggere il seguito

    Da  S
    AMERICA, MONDO, VIAGGI
  • La Paloma

    Paloma

    ottobre7 Un tranquillo villaggio a nord di Punta del Este dove stazioniamo vicino al faro Dedichiamo la ventosa mattinata al triste compito di preparare le... Leggere il seguito

    Da  Viaggiandointre
    VIAGGI

Dossier Paperblog

Magazine