Magazine Diete

La dieta crudista

Da Andy04 @stilegamesnews

La dieta crudista

Ieri nelle 10 diete più conosciute abbiamo visto ‘La dieta Crudista’, come suggerisce anche il nome, ha alla base alimenti che è possibile mangiare crudi, perché? Si ritiene che le proprietà nutrizionali vengono perdute al momento della cottura e dunque è bene mangiare questi alimenti senza cucinarli. Lo scopo principale è quello di evitare di far perdere le sostanze nutritive al cibo e per una buona e corretta nutrizione di sali minerali e vitamine.

Come funziona questa dieta?

Nella dieta crudista si mangia molta frutta, verdura, legumi, cereali, semi, noci e altri alimenti che non hanno bisogno di essere cotti, chi segue questa dieta esclude la carne, perché è considerato un alimento privo di energia e morto. Infatti, secondo gli esperti, chi si ciba con alimenti crudi lo fa per assorbire tutte le energie vitali della natura, ecco perché l’esclusione della carne. Alcuni crudisti inseriscono nell’alimentazione anche pesce e carne, ma questo si verifica solamente dall’altra parte dell’oceano, ovvero nelle Americhe. Per quanto riguarda la quantità di calorie richieste è di circa l’80 per cento da frutta e verdura, mentre il 10 per cento da proteine ( noci e formaggio) , l’8 per cento può essere soddisfatto dai cereali e il restante 2 per cento da miele e melassa.

Ma come funziona veramente questa dieta?

Per prima cosa nel piatto, di crudo , si mette frutta fresca e di stagione, frutta secca e verdura di stagione, oltre a semi e leguimi secchi e anche alghe, c’è la possibilità di mangiare anche delle uova, ma è un caso molto raro che i crudisti usano questo tipo di alimento. Andiamo ora a vedere un menù tipo del crudismo.

A COLAZIONE : Ciliegie;
PRANZO : fragole, ciliegie, pesche e qualche mandorla ( non più di 10 ) ;
CENA : Julienne di carote con salsa di avocado, germogli di grano e di girasole, insalata di verza e cipollotti con 3/4 noci, infine pomodoro e basilico.

{lang: 'it'}

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :