Magazine Bellezza

La donna invisibile

Creato il 04 ottobre 2012 da Hermosa @DeOrnatuMulieru
Prendete una nota fabbrica di mobili. Così nota da essere diventata uno stile di vita e da potersi permettere nomi assolutamente impronunciabili per i suoi modelli senza nessun contraccolpo.
Esatto, prendete Ikea.
Quella dello sviluppo sostenibile, dell'attenzione al paesaggio, dell'angolo dei bambini, degli annunci pubblicitari illuminati e gay friendly, come questo
La donna invisibile
 
E poi pensatela cancellare sistematicamente ogni presenza femminile dai loro cataloghi in Arabia Saudita
Di colpo, la multinazionale progressista e illuminata ci cancella tutte.
La donna invisibile
Il Signor Ikea si è già scusato per la gaffe. E ci mancherebbe.A me resta il dubbio che dichiararsi paldini dei diritti di un target economicamente appetibile sia molto più facile che riconoscere diritti a chi è privato anche di influenza economica....

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog