Magazine Media e Comunicazione

La fiaba del complotto

Creato il 19 gennaio 2011 da Alex
La fiaba del complottoNel mondo di cartapesta dell'Italia berlusconiana dovrebbe ormai essere chiaro a tutti, anche a chi vorrebbe parlar d'altro e si tappa le orecchie, anche a chi non vede l'enormità della vergogna che colpisce una delle massime cariche dello Stato, che una cosa è ormai del tutto improponibile: il presidente del consiglio resta dov'è senza neppure presentarsi in Tribunale. Domenica scorsa, Berlusconi ha fatto dichiarazioni singolari, definendo gravissima, inaccettabile, illegale, l'intromissione dei magistrati nella vita degli italiani dicendo:
Perché quello che i cittadini di una libera democrazia fanno nelle mura domestiche riguarda solo loro. Questo è un principio valido per tutti, e deve valere per tutti. Anche per me.

L'uguaglianza fra cittadini equivale esclusivamente alla libertà di fare quel che si vuole, in casa, compreso i reati. E Non riguarda certo l'uguaglianza di fronte alla legge. Silvio Berlusconi, a 75 anni, reduce da operazione di prostata e by-pass coronarici, ha scelto una complicata "pozione magica" di balletti e prostitute con l'illusione che gli faccia bene. È una catena di montaggio di funzionarie del sesso a pagamento, che ha sempre bisogno di donne nuove, da reperire in fretta sul mercato. E non sono certo fatti inventati da magistrati di sinistra. Tutto é registrato, schedato e ricostruito con meticolosa precisione. Ora però si cerca di modificare il segno dei fatti accertati, insinuando il dubbio e cercando di ribaltarli. Indurre nella gente il pensiero della persecuzione politica e personale. Ma i fatti questa volta (come ho già detto) sono veri. La verità é che non esiste nessuna trappola. Nella gabbia Berlusconi questa volta si é infilato da solo! Tutto inizia con una telefona personale di una prostituta brasiliana che lo avverte mentre è a Parigi in una cerimonia ufficiale: la sua Ruby è in questura! In qualsiasi altro paese che abbia rispetto di se stesso e delle sue istituzioni, il personaggio di turno si sarebbe già dimesso. Se questo in Italia non avviene lo si deve a una classe dirigente incapace di assumersi responsabilità civili, indifferente a un senso comune dell'appartenenza e all'onore. Lo si deve a una nazione senza amor proprio. Sono i politici di destra che fanno così. Sono i politici di sinistra che fanno così. Sono di politici di centro che fanno così. I cattolici, gli atei, i protestanti... insomma, é una sana abitudine del politico nostrano! E domani sera assisteremo in tutto il suo splendore a Ruby "Rubacuori" in seconda serata su canale 5, "interrogata" da Alfonso Signorini. E' questa la missione impossibile affidata ad uno degli uomini più fedeli al premier: ripulire le informazioni circolate nelle ultime quarantotto ore. Sebbene i media, fino ad oggi, non abbiano fatto riferimento a pure illazioni ma abbiano attinto esclusivamente a intercettazioni, carte, fatti. Obiettivo: restituire smalto alla figura del premier, ridimensionare quelle notti brave a semplici cenette, benché assai vivaci, così come le ha definite lo stesso premier. E soprattutto ridurre a più miti consigli la giovane al centro della vicenda che si lascerà condurre dall'astuto Signorini sul terreno a lui più congeniale, da sempre: quello della difesa a oltranza del presidente del consiglio e della sua venerazione incondizionata. Questa é l'Italia. Un paese in crisi profonda: non solo dal punto di vista economico ma, soprattuto, dal punto di vista morale. Nel nostro paese la politica non pensa a governare. Non si parla di riforme. Si parla solo delle abitudini sessuali del nostro premier. Vere, false o presunte che siano.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Internet come la televisione

    Internet come televisione

    Leggendo il titolo probabilmente storcerete il naso, spero di aver torto, tuttavia credo che per molti internet sia proprio questo, un luogo dove trovare... Leggere il seguito

    Da  Idl3
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • La telenovela nel 2000

    telenovela 2000

    La telenovela è un genere di serial televisivo nato nell'America Latina. In un numero di puntate che si aggira in media tra le 120 e le 200, narra... Leggere il seguito

    Da  Sabins
    MEDIA E COMUNICAZIONE, SERIE TV, TELEVISIONE
  • La meritocrazia di minzolini

    meritocrazia minzolini

    Se davvero il governo facesse tutto ciò che promette (a proposito di meritocrazia) allora Minzolini dovrebbe essere cacciato di corsa. Perdere 850mila spettator... Leggere il seguito

    Da  Flyguyit
    MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ
  • La belote su facebook

    belote facebook

    Del gioco della belota ve ne avevo già parlato in uno dei miei primi post questo. Che mi piaccia giocarci, anche se con scarsi risultati, non lo nascondo. Leggere il seguito

    Da  Gturs
    MEDIA E COMUNICAZIONE, VIDEOGIOCHI
  • La seconda stesura

    seconda stesura

    Una vera e propria seconda stesura, nei fumetti non l'ho praticamente mai fatta. Scrivo una decina di tavole per volta - avendo un soggetto oppure no - per... Leggere il seguito

    Da  Stepianii
    CULTURA, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • La Battaglia per la Network Economy

    Battaglia Network Economy

    Oggi, più che in qualunque altro momento nella storia del web, le grandi corporation internazionali si scontrano per consolidare il loro potere ed assumere i... Leggere il seguito

    Da  Pedroelrey
    MEDIA E COMUNICAZIONE
  • La Sfinge

    Un test per misurare il vostro grado di attenzione: seguite la mia filologa di fiducia, poi rispondete a un paio di domande.Ed ecco le domande riguardanti la... Leggere il seguito

    Da  Tanks
    CURIOSITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, SCIENZE