Magazine Architettura e Design

La fontana di G.G. Belli

Creato il 09 giugno 2014 da Alexplini

Fontana Belli02

Fontana monumento dedicata al più grande poeta di Roma Giuseppe Gioacchino Belli, situata nella omonima piazza nel quartiere di Trastevere.

Realizzata per sottoscrizione popolare promossa da un apposito comitato presieduto da Domenico Gnoli. L’opera viene eseguita nel 1913 dallo scultore siciliano Michele Tripisciano che rinunciò al proprio compenso.

Il poeta poggia la mano destra su una ricostruzione della spalletta del ponte Fabricio, riconoscibile per la presenza di una delle erme quadrifronti che lo caratterizza; la mano sinistra appoggiata al bastone (al momento della realizzazione era un bastone vero, ma fu sottratto ben otto volte in quanto ambito souvenir, da far decidere la pubblica amministrazione di porne uno in ferro e, perfino, a cementarlo.) mentre Il basamento reca dei rilievi con la personificazione distesa del Tevere (in direzione di viale Trastevere) con la Lupa ed i Gemelli.

Fontana Belli01
Fontana Belli03

Le fontane che si trovano nelle parti laterali del monumento, sollevate di tre gradini, sono simmetriche e gemelle, formate ciascuna da una bella vasca trilobata in marmo con bordo modanato, nella quale un mascherone barbuto, appoggiato su una mensola e con al centro due ampie volute, versa un getto d’acqua. I mascheroni raffigurano la “Poesia” (sul lato verso il Tevere) e la “Satira”.

Fontana Belli08
Fontana Belli10

Fontana Belli11
il mascherone raffigurante la satira

Sul lato opposto del monumento una scena che raffigura la statua parlante di “Pasquino” attorniata da popolani.

Fontana Belli04
Fontana Belli05

Fontana Belli09
Particolare del mascherone raffigurante la poesia.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog