Magazine Cinema

La Horde

Creato il 14 luglio 2010 da Mokujanji

In una Francia di poliziotti dal grilletto facile e la vendetta pronta (tra i quali c'è uno uguale al cattivo di IRON MAN) e mafiosi nigeriani che urlano "Io sono nigeriano, io sono nigeriano, io sono un fottuto nigeriamo", stanno per arrivare degli zombie con i denti aguzzi pronti a fare un buffet di mangiaformaggio.
E non mi sto inventando nulla.
La Horde
Questo film c'insegna tante cose, ad esempio se sei un negroide non significa che non puoi diventare zombie (alla faccia tua, Romero!) e che le diverse etine (arabi, francesi, nigeriani) possono unirsi e collaborare sotto un fronte comune, basta che ci sia qualcosa a cui sparare.
E così vien fuori sto La Horde, film che volevo tanto vedere e che sotto alcuni punti di vista mi ringalluzzito, ad esempio ci sono gli zombie.
Tanti zombie.
Poi... beh il resto non è che sia tutto sto granchè, eh.
Alòra: siamo in francia, ok? Dei mafiosi nigeriani hanno ucciso male, ma proprio male, un poliziotto, ok? I caramba francesi sono cazzuti e si mettono il passamontagna e vanno ad ammazzare i nigeriani nel condominio dov'è ambientato tutto il film, ok?
Ok, fin qui tutto bene.
Ma bene davvero: il film inizia e ci prsesenta i fatti, un paio d'inquadrature sapienti (purtroppo, forse, le uniche) ci fanno capire con chi abbiamo a che fare e in un battibaleno siamo a fianco della squadra di vendicatori a vivere quello che è a tutti gli effetti un buon action thriller.
Yannick Dahan e Benjamin Rocher fanno la squisita mossa che fece Robert Rodriguez con "Dal tramonto all'Alba", anche se non così marcata, ci illudono di una cosa e poi, all'improvviso e senza avviso o spiegazione (come nei veri film di zombie, faccino ammiccante e provocatore) ci catapultano in un'orgia infernale di resuscitati famelici e assai difficili da uccidere. O così sembra, visto che poi si mettono ad ammazzarli a mani nude.
La Horde
Poi che succede? Boh.
Davvero, non si capisce a che prende a sti registi che iniziano ad infilare delle inquadrature WTF una dietro l'altra.
Nell'ordine: un nigeriano che uccide uno dei suoi ex amici, oramai zombie, spiaccicandogli la faccia contro un pilastro di cemento urlando la fatidica frase:"Io sono nigeriano, io sono nigeriano, io sono un fottuto nigeriamo", il tutto mentre fissa a cazzo quello che dev'essere un effetto in CG montato dopo e con poca voglia.
Ma quello che è ancora peggio... è l'immagine della copertina! La vedete, no? Figata con tutti quegli zombie e bla bla... beh l'immagine era utile più o meno come il tipo in Matrix che non dice una parola in tutto il film e crepa subito. Non so se lo ricordate, era quello con gli occhiali, dei ribelli... dai ... quello che ammazzano togliendo la spina.
Ecco, quell'immagine - menzognera, visto che c'è solol'arabo sulla macchina mentre gli altri sono a puttane- è gratuita e stupida, mi pare di vedere proprio la coppia
Yannick Dahan e Benjamin Rocher che dice "Beh, qui ci piazziamo una scena figa con il tipo sulla macchina e miglialia di zombie, così se sembrava un film horror normale facciamo capire a tutti che amiamo la saga di Residen Evil."
A parte queste piccoli ma noiosi intralci nella regia (e pure nella trama...), il film rimane un buon interattenimento horrorifico, si lascia guardare e a qualcuno potrebbe anche piacere.
Chiudete due occhi sul sopravvissuto della guerra contro i musi gialli che sfodera un arsenale a babbo dall'immenso nulla. Perchè è ovvio che in Francia le portinerie hanno i mitra, bah, spero di aver capito male io.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La ragazza con la pistola

    ragazza pistola

    1968, Mario Monicelli.Vincenzo Macaluso non voleva a quella sicca sicca, voleva quella chiù chiatta, ma chilli fitusi di picciotti sbagliarono il ratto, 'sta... Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA
  • Recensione the horde

    Recensione horde

    Locandina 'The Horde' VOTO: 6.2 - Film francese datato 2009, fu presentato al festival del cinema di venezia, ma solo da oggi è uscito ufficialmente anche in... Leggere il seguito

    Da  Jeffsoftly
    CINEMA, CULTURA
  • "La passione" / "La pecora nera"

    passione" pecora nera"

    La rappresentanza italiana in concorso alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia aveva suscitato, ancora prima che la rassegna lagunare aprisse i battenti, acces... Leggere il seguito

    Da  Pickpocket83
    CINEMA, CULTURA
  • “La Famiglia”

    Famiglia”

    1987: La Famiglia di Ettore Scola Grande successo al 40° Festival di Cannes, nomination agli Oscar, 5 David di Donatello, 6 Nastri d’Argento per un gioiello... Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • The Horde

    Horde

    Se vi avessero detto che un giorno avrebbero fatto un film che è la somma di Io vi troverò + Die Hard + La notte dei morti viventi ci avreste creduto?Ebbene... Leggere il seguito

    Da  Valentinaariete
    AVVENTURA / AZIONE, CINEMA, CULTURA
  • La mosca

    mosca

    è uno dei film horror più emblematici degli anni '80 e uno dei più costosi di David Cronenberg. Ottimo remake dell'omonimo predecessore che in Italia venne... Leggere il seguito

    Da  Sostiene Pereira...
    CINEMA, CULTURA, HORROR
  • La speranza

    Non volevo scriverne perchè non mi piace la retorica e "scegliere" delle parole avrebbe sminuito semplicemente quello che penso della persona e della scelta... Leggere il seguito

    Da  Valepi
    CINEMA, CULTURA

Magazines