Magazine Cultura

“La libreria dei nuovi inizi” di Anjali Banerjee

Da Vivianap @vpicchiarelli

1704931_0C’è una vecchia libreria, a Shelter Island, dove ad aggirarsi in cerca di compagnia e buone letture non sono solo gli affezionati clienti. Qui, tra stanze in penombra, riccioli di polvere e parquet scricchiolanti, i libri hanno davvero un’anima e, quasi godessero di vita propria, sanno farsi scegliere dal lettore giusto al momento giusto… Che non si tratti di una libreria come le altre Jasmine lo capisce subito: in fuga da Los Angeles e da un ex marito che le ha spezzato il cuore, non si aspetta certo che ad accoglierla, accanto all’eccentrica Zia Ruma, siano gli spiriti della Grande Letteratura. E quando la zia parte, affidando proprio a lei la guida del negozio, saranno Shakespeare ed Edgar Allan Poe a svelarle a poco a poco i segreti del mestiere. E se Beatrix Potter la aiuterà a sedare orde di bambini scatenati e Julia Child le consentirà di accontentare anche le signore più esigenti in cucina, come potrà Jasmine resistere alle suadenti parole di Neruda, deciso, a quanto pare, a spingerla tra le braccia di un affascinante sconosciuto? “La libreria dei nuovi inizi” è una commedia romantica, e insieme un omaggio lieve e incantato al potere della letteratura. Perché in un buon libro c’è tutto: le emozioni, gli incontri e le risposte che possono anche cambiarci la vita.

Lettura piacevole, romantica, che può contare sul fascino senza tempo del dolcissimo incanto dei libri, dei sentimenti, dei brividi della natura. Il tutto condito da un tocco di soprannaturale: la protagonista, Jasmine, e sua zia Ruma, infatti, hanno ricevuto in dono dal dio Ganesh la grazia di poter vedere, sentire e parlare con gli spiriti e questo “dono” verrà riscoperto da Jasmine, giovane trentenne in carriera ma infelicemente divorziata, che lascia Los Angeles per sostituire temporaneamente la zia Ruma alla guida della sua vecchia libreria a Shelter Island da dove comincia a vivere una strana serie di avventure. Complice lo strano intervento del dottor Connor Hunt, Jasmine ritroverà l’amore e, soprattutto, se stessa. Una storia graziosa, delicata, perfettamente incastonata nella splendida dimensione dei libri e della loro magia senza tempo.

Affascinanti le atmosfere, sospese tra le tradizioni indiane e la vita occidentale.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :