Magazine Società

La nuova vecchia politica

Creato il 16 aprile 2012 da Oblioilblog @oblioilblog

La nuova vecchia politica

Al crepuscolo dell’impero berlusconiano, qualcuno aveva affermato, non senza torto, che il governo tecnico sarebbe stato qualcosa di più di un esecutivo di passaggio: l’inizio di una fase politica nuova, oltre il Cavaliere, oltre le aspre diatribe e oltre il bipolarismo.

L’intuizione si è rivelata azzeccata e il ruolo centrale nel nuovo domino politico spetta, oltre che nominalmente, all’UDC di Casini. Il gran manovratore, brillante burattinaio che con lo scomodo Terzo Polo ha contribuito notevolmente all’indebolimento del premier, è colui a cui più ha giovato il governo Monti: dall’alto del suo 5,6% alle elezioni del 2008 ora gode della golden share.

Casini con un estenuante lavoro ai fianchi non solo  ha imposto la sua visione della politica ai suoi ex-avversari/compagni di maggioranza ma si appresta a sublimarla in tutta Italia. Le amministrative si avvicinano e, nonostante lo scarso battage mediatico, il 6-7 maggio sarà un appuntamento cruciale.

L’UDC, in vista dell’importante evento che sarà foriero di novità e indice di come sta mutando lo scenario italiano sotto Monti, ha preso nettamente posizione, scegliendo tutte le posizioni. Sì, perché a spasso per l’Italia vedremo lo scudo crociato, a seconda del loco, indistintamente a fianco del PDL, del PD, della Lega, dell’IDV o di SEL. Le contabilità dice che l’UDC sosterrà un candidato comune con il centrodestra in 35 città e con il centrosinistra in 36. In una settantina di casi correrà da sola. 

Iniziamo un bel giro d’Italia per vedere le varie situazioni. Un amarcord dei bei tempi va in scena a Gorizia: PDL, UDC e Lega tutti sotto lo stesso tetto, ma è un unicum. Alleanze con il PDL anche a Palermo, Gorizia e Isernia. Ad Agrigento l’UDC supporta il sindaco uscente Marco Zambuto insieme dei fuoriusciti azzurri, così come a L’Aquila De Matteis è sostenuto da UDC, dissidenti del PDL, Destra, Verdi e Udeur. A Genova il candidato è Enrico Musso, ex senatore dell’emisfero destro. A Monza UDC e Api propongono Anna Martinetti come sindaco.

Abbattuti i luoghi comuni e il tradizionale ostracismo tra Democristiani e Comunisti. Bianchi e rossi corrono insieme a La Spezia dove il sindaco uscente Massimo Federici può contare sul supporto di PD, IDV, SEL, FDS e UDC; a Brindisi dove Cosimo Consales confida nel bacino di voti di PD, SEL, UDC, API, PRI e Verdi;  a Taranto alleanza simile senza PRI e Verdi per Ezio Stefano che si è dichiarato apertamente comunista; a Trani tutti insieme appassionatamente (PD, SEL, IDV, VERDI, PSI, UDC e FLI) per Ugo Operamolla.

Francamente, l’apertura a sinistra, così tanto a sinistra, è l’unica cosa innovativa di questo presunto nuovo ciclo politico. La dialettica che Casini propone da quando è in Parlamento è fatta di giochetti di Palazzo, compromessi, alleanze momentanee, scambi, cerchiobottismo, moral suasion e convergenze parallele. Caratteristiche che appartengono alla politica dai tempi delle prime consultazioni locali tra i brontosauri. Non è una sorpresa vedere che tra i fautori c’è un certo Ciriaco de Mita, 83 anni di cui 60 passati nell’agone tra segreteria, Parlamento e Palazzo Chigi. Questo mosaico non sembra altro che un acchiappare voti letteralmente a destra e a manca pur di andare al potere a seconda di come tira il vento in una determinata città.

Fonte: Il Fatto Quotidiano


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Ricotta

    Ricotta

    a cura di Angela Molteni e Dale ZaccariaDedicato agli uomini di potere, in particolare a quelli che ci hanno asfissiato/affossato e ci asfissiano/affossano con... Leggere il seguito

    Da  Malacarne_nonconunlamento
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La soluzione

    soluzione

    Concausa del nostro senso di smarrimento è senza dubbio la mancanza di certezze e di prospettiva. Date per acquisite solidità immortali quali il Berlucchi, il... Leggere il seguito

    Da  Frankezze
    SOCIETÀ
  • La boheme

    boheme

    Carissimi...Riprendo in mano per un attimo la mia vecchia rubrica in un momento cosi' sereno. Perche' proprio questa notissima opera italiana, a discapito... Leggere il seguito

    Da  Vpostulato
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • La Stangata

    Stangata

    Sobria, ma pur sempre una stangata memorabile, quella che il professor Monti e il suo governo stanno assestando agli italiani, che appaiono pure ormai rassegnat... Leggere il seguito

    Da  Dagored
    SOCIETÀ
  • La “buonuscita”….

    “buonuscita”….

    In vista del proprio pensionamento, il Direttore Generale dell’Azienda Siciliana Trasporti spa, a differenza dei comuni mortali che, al massimo (magari in... Leggere il seguito

    Da  Sidast
    SOCIETÀ
  • La tempesta

    tempesta

    Articolo tratto da XL La Tempesta nasce nel 2000 per dare forza alla nuova musica popolare italiana. Più che un’etichetta discografica indipendente, è un... Leggere il seguito

    Da  Kris
    OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • La fujtina

    fujtina

    Oggi ospito sul mio blog un racconto scritto da Nina; pubblico la prima parte del racconto e per il restante vi invito a leggerlo nel blog dell'autrice.La... Leggere il seguito

    Da  Cavaliereoscurodelweb
    CULTURA, SOCIETÀ