Magazine Cultura

La petanque

Creato il 19 agosto 2012 da Eneadiomede

Chissa perchè alle Olimpiadi non si gioca a "la Petanque"  (dal termine francese pétanque) variante del gioco delle bocce, sarà perchè è nata in Provenza...

j

La prima partita ufficiale ebbe luogo nel 1907, dopo che il gioco fu inventato dai fratelli Ernest e Joseph Pitot, per permettere al loro amico Jules Lenoir di continuare a praticare le bocce nonostante i suoi reumatismi.
Il nome di "pétanque" fu attribuito al nuovo gioco nel 1910, in occasione della prima competizione ufficiale che si svolse a La Ciotat. Il termine deriva dal provenzale "ped tanco", ossia "piedi ancorati al suolo": nel gioco infatti il giocatore che lancia deve restare fermo, a differenza che nel "gioco provenzale", nel quale può prendere lo slancio.
Nel 1930 le tradizionali bocce in legno sono rimpiazzate da quelle in acciaio. L'evoluzione si deve al fabbricante Jean Blanc, del quale esiste ancora il marchio ("JB"). Nel 1955 compaiono le prime bocce del tipo "Obut".

k

Tirer o pointer? Questo è il problema. Meglio colpire direttamente le bocce degli avversari o avvicinarsi lentamente al boccino? Il dilemma ha appassionato personaggi celebri, come Yves Montand e Serge Reggiani, Picasso, Henri Salvador, l' Agha Khan, Lino Ventura.

 

da Repubblica

Primo: il gioco delle bocce è il più popolare e diffuso intrattenimento d'Oltralpe, praticato saltuariamente da un francese su due, con 350 mila agonisti iscritti alla Federazione nazionale di pétanque, specialità delle bocce che si gioca a piedi fermi (appunto, ped tanca, locuzione provenzale che significa a piedi uniti e fissi).
Secondo: la prima cosa che fanno i nuovi residenti stranieri (americani, scozzesi e russi), dopo aver acquistato prestigiosi appartamenti e villette ai piedi della collina del Castello, è quella di iscriversi al Clos bouliste de la Vieille Ville, uno dei 79 club di Nizza.

Terzo: la pétanque è come il pastis, è la delizia futile dello spirito provenzale. Ed è anche uno dei simboli più amati e difesi della Costa Azzurra, quando la si vorrebbe più tradizionale che mondana, più riservata che sfacciata.

Quarto: il vero bouliste ama Jean Giono, cantore del petit monde provenzale, e adora Marcel Pagnol, scrittore e regista della trilogia cinematografica Marius, Fanny e César.
Quinto: la scena cinematografica cult è quella del comico Raimu, protagonista del film Fanny, che blocca il tram nel vecchio porto di Marsiglia il tempo necessario per il punto decisivo: "Non è un gioco, è una partita di pétanque! " replica indignato ai passeggeri che protestano, ma poi si arrendono: le bocce sono disposte sui binari, la partita non deve essere interrotta...

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La crêpe

    crêpe

    In Francia le crêpes sono considerate come il simbolo dell’amicizia e dell’alleanza ; sono servite in occasione della Candelora e del Martedí Grasso. Leggere il seguito

    Da  Eneadiomede
    CULTURA
  • La Bocconcina

    “La notoriamente non vera affermazione di Scilipoti secondo la quale non mi avrebbe offerto alcuna candidatura è smentita da una serie di sue dichiarazioni... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La Bocconcina

    Reblogged from : “La notoriamente non vera affermazione di Scilipoti secondo la quale non mi avrebbe offerto alcuna candidatura è smentita da una serie di sue... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La strada per la mediocrità

    Mai come negli ultimi tempi il dibattito attorno al libro, e al suo fratellino nuovo di zecca ebook, si è fatto tanto acceso. Per chi fosse tornato solo adesso... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • La mafia

    di Dale Zaccaria La mafia pervade tutto oramai. Non è più un fatto sociale, politico, economico, è un processo culturale. Anche gli stessi ambienti letterari... Leggere il seguito

    Da  Peppinoimpastatoproject
    CULTURA
  • La cant’attrice

    cant’attrice

    Domenica a Cagliari c’è grande musica e teatro insieme. La protagonista di questo spettacolo è l’attrice cantante Elena Pau.Elena riesce ad emozionare oltre... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La mosquitera

    mosquitera

    Sulla carta il lavoro di Agustí Vila presentato al Torino Film Festival del 2010 dovrebbe esporre la sua trama attraverso un mood leggero, da commedia brillante... Leggere il seguito

    Da  Eraserhead
    CINEMA, CULTURA

Magazine