Magazine Politica

La politica e il gioco delle tre carte

Creato il 03 dicembre 2013 da Margheritapugliese
La politica e il gioco delle tre carte1La politica e il gioco delle tre carte2La politica e il gioco delle tre carte3La politica e il gioco delle tre carte4La politica e il gioco delle tre carte5La politica e il gioco delle tre carte6

“Con il consenso della gente si può fare di tutto: cambiare il governo, sostituire la bandiera, unirsi a un altro paese, formarne uno nuovo”,  diceva quel gran genio di Gianfranco Miglio. Proviamo a leggerla al contrario: “Nulla si può fare senza il consenso della gente”. Questa è la democrazia, bellezza. Ecco perché gli attivisti contro i tagli alla sanità di Porretta – e, in generale, di tutta la montagna – hanno un diavolo per capello e hanno manifestato sotto la Regione (vedi foto). 
Ciò che indigna sono i soliti trucchetti della politica che gioca alle tre carte per confondere le idee e, quando meno te l’aspetti, ti trovi con un ospedale in meno, con meno autobus, con treni tagliati, con sedi accorpate a decine di chilometri di distanza, con finanziamenti ai partiti camuffati sotto il nome di ‘rimborsi elettorali’, con imposte sulla casa che escono dalla porta e rientrano dalla finestra.  Peccato che spesso gli amministratori non siano nemmeno dei buoni illusionisti.

Amministrare non vuol dire fare giochi di prestigio, né tirare una riga in fondo a dei numeri (cosa per cui bastano i ragionieri, pure utilissimi), ma individuare con le persone la soluzione migliore alle loro esigenze, compatibilmente con le risorse a disposizione. Tagliare un presidio sanitario a 80 chilometri dalla città, con strade che fanno schifo, è difficile pensare che sia il miglior modo di far fronte alle necessità della gente. In tutto questo l’unico aspetto positivo è che i cittadini hanno avuto il coraggio di scendere in piazza e gridare tutta la propria indignazione. Perché non c’è niente di peggio che il silenzio per lasciare che le cose vadano sempre allo stesso modo.

Filippo Manvuller


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Siria e la Luna

    Siria Luna

    Perchè a noi la Luna, diciamocelo, non ci piace poi tanto… preferiamo il dito. Avoja se preferiamo il dito O forse non è che ci piaccia poi così tanto... Leggere il seguito

    Da  Davideciaccia
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Finchè la barca va

    Finchè barca

    Il 17 settembre del 1630 viene fondata la città di Boston, il 17 settembre del 1939 l’Unione Sovietica attacca la Polonia, il 17 settembre del 2013 si compie... Leggere il seguito

    Da  Davideciaccia
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Province, basta la parola

    Province, basta parola

    Anna Lombroso per il SimplicissimusCi sono governi che mettono le mutande ai Tiziano, governi che condannano l’apologia ma lasciano il reato, governi che... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Kosovo: la falsa normalizzazione

    Kosovo: falsa normalizzazione

    Il 3 novembre il Kosovo andrà alle urne per le elezioni amminisrative. E' il primo appuntamento con le urne dopo l'accordo del 19 aprile per la normalizzazione... Leggere il seguito

    Da  Pasudest
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • La cosina

    Questo è un pezzo sessista oppure di buon senso. Dipende dal target. Se la pensate come la Presidentessa della Camera, sacerdotessa della quota rosa in salsa... Leggere il seguito

    Da  Conflittiestrategie
    POLITICA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • Pompei, la Grande Vergogna

    Pompei, Grande Vergogna

    Anna Lombroso per il SimplicissimusE così anche Franceschini non ha mancato all’immancabile appuntamento: la visita pastorale alla Grande Vergogna, il sito... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, POLITICA, SOCIETÀ
  • L’Europa deplora la realtà

    L’Europa deplora realtà

    Dopo il risultato delle elezioni che hanno mostrato come la disaffezione verso l’Europa bancocentrica, austeritaria e liberista si stia tramutando in netto... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ