Magazine

La potentilla

Creato il 05 agosto 2010 da Giardinaggio @Giardinaggionet

Le generalità


potentilla alba

La potentilla è una pianta conosciuta fin dall'antichità per le sue doti curative . Il suo nome deriva dal vocabolo latino potens probabilmente riferito alle sue caratteristiche curative . Infatti molte specie venivano usate come teonico o per le sue doti astringenti . Della potentilla non si buttava niente , infatti venivano usate le radici e le foglie .

La potentilla è una pianta erbacea della famiglia delle rosaceae . Questa pianta può essere sia annuale che perenne a seconda delle specie . Questa pianta è originaria dell'Europa e dell'Asia .

La specie di potentilla solitamente più diffusa è quella annuale . Essa può essere coltivata indifferentemente in vaso o nel terreno .

Le foglie di questa pianta sono composte da molteplici foglioline posizionate a destra ed a sinistra del rachide ed i suoi fiori sono abbastanza semplici formati di cinque sepali e cinque petali di colore variabile dal giallo al rosso con diverse varianti .

La fioritura avviene tra l'inizio della primavera fino ad autunno innoltrato , quindi da fine marzo fino ad ottobre .

Le specie


potentilla eriocarpa
Le specie più importanti della potentilla sono :

Potentilla reptans: la reptans è una specie erbacea perenne che non arriva il metro d'altezza . La potentilla reptans fiorisce verso metà estate cioè intorno al mese di luglio .Ha una propagazione molto rapida riuscendo a coprire il terreno di un bel manto giallo ;

Potentilla recta: questa specie erbacea perenne riesce a raggiungere l'altezza massima di circa mezzo metro , durante l'estate c'è l'esplosione della sua fioritura con splendidi ciuffi che possono essere gialli chiari o scuri ;

Potentilla fruticosa: è una specie arbustiva con foglia caduca che riesce a raggiungere il metro e mezzo di altezza . La fioritura avviene da metà primavera fino all'inizio dell'autunno . I fiori di questa specie sono tendenzialmente gialli ma possono assumere varie tonalità mentre le foglie sono per lo più verde scuro .

Potentilla nitida: la nitida è sicuramente la potentilla più piccola in assoluto . Questa erbacea perenne non supera i sette centimetri . La fioritura avviene essenzialmente durante il periodo estivo svelando delle bellissime corolle bianche o rosa.;

Potentilla atrosanguinea: l'atrosanguinea è un'erbacea perenne con un'altezza massima di sessanta centimetri . Anche questa specie fiorisce in estate. I fiori assumono un colore porpora con corolla di colore arancio .

Esposizione e clima


potentilla fructicosa red ace
Una corretta coltivazione della potentilla dovrà essere effettuata in un posto particolarmente luminoso in cui la luce solare sia diretta .

Benchè sia estremamente importante per la sua vita la luce del sole , questa pianta non ha grossi problemi a sopportare temperature decisamente basse fino ad arrivare a quindici gradi sotto lo zero .

Nonostante la potentilla non tema eccessivamente il freddo bisognerà lo stesso cercare di prevenire quelli che possono essere i dannni derivanti dal freddo . Durante i mesi nei quali le temperature tendono a scendere particolarmente bisognerà proteggere le piante facendo pacciamature intorno al fusto con foglie secche .

L'annaffiatura


potentilla fructicosa tilford cream
Le annaffiature devono variare a seconda della modalità in cui si è scelto di coltivare la potentilla .

Se si è deciso di coltivare questa pianta in terreno bisognerà annaffiare la pianta ogni tre settimane circa sette o otto litri , in modo tale che tra un'annaffiatura e l'altra il terreno possa asciugarsi bene .

Imperativo risulta non eccedere mai nelle annaffiature ma cercare di far penetrare l'acqua il più in profondità possibile .

Se , invece , si decide di coltivare questa pianta in vaso bisognerà modulare di conseguenza le annaffiature . In questo caso , infatti , bisognerà aumentare la frequenza delle annaffiature , anche se non di molto .

La moltiplicazione


La potentilla - Potentilla - Giardino - Piante da Giardino
La moltiplicazione della potentilla può avvenire o per talea o per seme .

La talea preferibilmente deve essere preparata tra l'autunno e l'inverno prelevando i rami che hanno un buon diametro e vigore . Fare attenzione a non prelevare rami troppo fini .

Normalmente è sempre opportuno fare prima una potatura in modo tale che la pianta sia obbligata

a far nascere dei rami decisamente più vigorosi , ciò aumenterà la capacità delle talee di potentilla di radicare .

Una volta che s'è scelto il ramo lo bisognerà tagliare con una lunghezza minima di dieci centimetri fino ad un massimo di venticinque ed un diametro massimo di quattro centimetri .

Successivamente bisognerà raccogliere tutte le talee tagliate e raccoglierle in fasci e conservarli in un luogo fresco ed umido fino a primavera . Per poi , successivamente , interrarle per farle radicare .

La concimazione


La concimazione della potentilla deve avvenire in due periodi ben distinti . Il primo ciclo di concimazione deve avvenire in concomitanza con la fine dell'inverno secondo due modalità . Si può scegliere , infatti , o il concime organico o quello granulare a lento rilascio . Il secondo ciclo di concimazione deve essere effettuato alla fine dell'estate con un concime specifico . Questo rafforzerà la pianta per affrontare l'inverno e per migliorare la sua fioritura .

La potatura


La potatura della potentilla non è una pratica particolarmente complicata . Bisognerà , infatti , dopo il periodo della fioritura eliminare solo i rami secchi e quelli rovinati . Ciò permetterà alla pianta di svilupparsi particolarmente bene e garantire un'ottima fioritura l'anno successivo .

Malattie e parassiti


Questa pianta non teme malattie e parassiti di sorta .

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog