Magazine Informazione regionale

La quirinabile

Creato il 29 dicembre 2014 da Giorgiocaccamo
Flashback #1
«Faremo come Temistocle che decide di affrontare per mare l'armata persiana anziché aspettarne l'arrivo dietro le spesse mura di Atene». Il 21 aprile 2007, io c'ero, al Mandela Forum di Firenze, ultimo congresso dei Democratici di Sinistra prima dello scioglimento nel futuro Pd. Queste parole introducevano il secondo discorso più applaudito. Il primo era stato quello di Fabio Mussi, che disse "basta, io scendo qui". Ricordo benissimo la standing ovation, sincera ed emozionata. Titolare di quelle parole auliche era invece Anna Finocchiaro. Sembrava proprio un discorso da leader in pectore. Lei era emozionata, ogni tanto la voce tremò in quel discorso. Il piglio comunque ce l'ha, la signora, una bellissima signora, nata a Modica, 60 anni il prossimo marzo. L'anno prima, nel 2006, dopo la prima elezione di Napolitano al Quirinale, ebbe a dire: «Un uomo con il mio curriculum l'avrebbero già fatto presidente». Ecco, diciamo che forse Anna Maria Paola Luigia Finocchiaro in Fidelbo ci ha creduto davvero di salire al Colle. E può sperare ancora, in realtà. Piace anche a parte della destra, che tutto sommato subisce il fascino di certi dalemiani. Infatti si dice che lei stessa abbia sondato la disponibilità di Berlusconi a votarla...
Lei, che era inizialmente contraria alla svolta della Bolognina.
La quirinabileFlashback #2
Un anno dopo l'evocazione di Temistocle, l'11 aprile 2008, Anna Finocchiaro era davanti al mio vecchio liceo e al Teatro Garibaldi, a Modica. Scelse quella parte del centralissimo corso Umberto I come piazza, piccola, raccolta e intima, per la chiusura della campagna elettorale per le elezioni regionali in Sicilia. Lei era la candidata che il centrosinistra opponeva a Raffaele Lombardo. Anna perse, e pure malissimo, ma non se ne fece cruccio perché intanto aveva già pronto il paracadute senatoriale (eletta in Emilia-Romagna). Illuse e si illuse, perse e se ne andò. Ma io me la ricordo quella sera lì. Emozionata ancora, nella sua città natale, insieme a tanti amici e compagni d'avventura politica. C'era molta sinistra e lei salutò con affetto sincero il Crocetta comunista sindaco di Gela e persino quelli che non aderirono al Pd restando nell'effimera Sinistra democratica. Presentava la serata un roboante Luca Zingaretti, alias Montalbano. Illusione completa. Era candidata in un sostanziale ticket con Rita Borsellino.
Il suo nome adesso ritorna nella lista dei "quirinabili". Se davvero Renzi vorrà imporre un nome femminile, lei sarebbe accreditata, al di là della solita candidatura di bandiera di Emma Bonino. Ma rischierebbe di essere una scelta molto "politica", anche nel senso meno edificante. Potrebbe farcela solo se la politica decidesse di fare un favore a se stessa e ignorare il sentire comune. Sarebbe cinico soprassedere sulle grane giudiziarie del marito e sulla squallida vicenda della scorta all'Ikea. Della serie: il diavolo fa le padelle ma non i coperchi.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La verità adulterata

    verità adulterata

    La storiaccia del piccolo Loris nel Ragusano è davvero triste, brutta, sconfortante. Ma non mi va di parlarne, sinceramente. Non è uno di quegli argomenti che... Leggere il seguito

    Da  Giorgiocaccamo
    INFORMAZIONE REGIONALE, POLITICA, SOCIETÀ
  • La Vittoria della mafia

    Vittoria della mafia

    Esattamente quattro anni fa, in uno dei primissimi post pubblicati su questo blog si parlava di un omicidio avvenuto a Vittoria, nel Ragusano. Inizialmente si... Leggere il seguito

    Da  Giorgiocaccamo
    INFORMAZIONE REGIONALE, POLITICA, SOCIETÀ
  • La colonia estiva dell'Agape

    colonia estiva dell'Agape

    Ha ragione chi ha commentato lo scatto rubato al gioco di due bambini speciali – uno affetto da una grave patologia, l’altro extracomunitario – con la... Leggere il seguito

    Da  Domenico11
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La grande bruttezza 2

    grande bruttezza

    C’era una volta un quartiere…Il Quartiere Cogne è di proprietà del Comune di Aosta, voluto così da un’amministrazione ignorante e incapace di vedere il futuro. Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • La mezz'ora dell'odio Renziano.

    @SkyTG24: Per #Renzi lo Sblocca Italia è il tentativo per «contrastare sua maestà la burocrazia»: http://t.co/phd19H1e7a.E anche oggi Renzi non ci ha risparmiat... Leggere il seguito

    Da  Mauro
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • La notte di natale

    notte natale

    , per abitudine oramai consolidata, vado a sentir messa in quella splendida Cattedrale romanica che è il Duomo di Fidenza. No, non è che sono diventato... Leggere il seguito

    Da  Bernardrieux
    INFORMAZIONE REGIONALE, POLITICA, POLITICA ITALIA
  • La camorra attacca la squadra per la legalità

    camorra attacca squadra legalità

    La Nuova Quarto Calcio Per la Legalità ancora una volta nel mirino della malavita: la squadra sequestrata alla camorra è stata vittima di un atto intimidatorio... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE