Magazine Diario personale

La scivolata

Da Vomitoergorum @Old_Glory

La scivolata

Foto di Erasmo1963

Anche i migliori cadono. E poi si rialzano. Purtroppo non sto parlando metaforicamente, visto che oggi mentre mi recavo a lavoro con il mio amatissimo Skyliner sono finito per le terre. Ammetto che cadere di scooter, su di una strada bagnata, mentre piove, non è la migliore delle esperienze possibili. Il momento più tragico è quando non capisci più da che parte stai ruzzolando e non sai se ti fermerai o soprattutto grazie a cosa lo farai. Mi è andata bene. La scivolata è durata diversi metri e sembrava interminabile: come quando ti lasci andare sul ghiaccio e vai fino in fondo. L'attimo prima di cadere mi sono maledetto: se è la ruota anteriore ad essersi bloccata facendomi rovinare a terra evidentemente non ho rispettato una regola basilare delle due ruote: non frenare in curva e sul bagnato con quello davanti. Mentre cadevo invece i pensieri si sono tutti concentrati sul mio vestiario: giacchetto e soprattutto pantaloni lunghi. Evviva, avrei limitato davvero i danni. Poi dolore. Una fitta incredibile al ginocchio che colpisce duramente l'asfalto. Sobbalzo, rotolo e continuo la strusciata. Fa male. Finalmente mi fermo però e rapidamente faccio un calcolo dei danni. Sembra tutto ok se escludiamo la sofferenza che mi deriva dalla mia diversamente lunga gamba destra. Poi affanno, adrenalina che si scatena e respiro accelerato. Quasi un conato per la paura. Ma il resto è davvero tutto ok. Arrivano i primi soccorritori, poi è la volta di mio zio, casualmente di mio babbo, alcuni miei colleghi. Pare una bella riunione, con me al centro dolorante. Mi caricano in ambulanza e via di corsa al pronto soccorso. Non sono un caso grave (per fortuna) quindi devo attendere un po'. Niente di rotto. Si torna a casa. Riposo e ghiaccio. Ho temuto di dover dare un prematuro addio alla mia vita calcistica (anche se per ora è in stand by da qualche anno), ma eccoci qui, pc acceso a raccontare del tragico incidente. Tutto sommato, queste son le volte in cui possiamo ringraziare qualcuno, perchè veramente non è successo nulla, quando avrebbe potuto succedere di tutto. Credo che diventerò donatore di sangue, questa esperienza è stata un segno del destino.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La torcia

    torcia

    A che ora rientri a casa stasera amore?Il palazzo lo conosceC’è cresciuto lìProfessione scusi?ArtigianoA che ora rientri a casa stasera amore?Colore VerdePassa... Leggere il seguito

    Da  Olivierifrancesco
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, MUSICA, RACCONTI, TALENTI
  • La terra e' la nostra madre

    LETTERA AL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI (1854)Quello che dice Capriolo Zoppo, il Grande Capo di Washington può considerarlo sicuro, come i nostri fratell... Leggere il seguito

    Da  Brunaverdone
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • la nonna black-bloc e la pancera

    nonna black-bloc pancera

    A causa di un maldistomaco highlander che mi perseguita da parecchio, ho dovuto andare a fare shopping con mia nonna blackblock, arzilla e pimpante ottantenne... Leggere il seguito

    Da  Lea
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La Noia

    Questo post si chiama La Noia, perché io in questi giorni sono La Noia, con le iniziali maiuscole ma anche LA NOIA tutto in maiuscolo e in grassetto, già che... Leggere il seguito

    Da  Micamichela
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • La forza e la potenza dell'amicizia

    forza potenza dell'amicizia

    Torno in queste pagine dopo un periodo di riposo forzato per colpa di un virus .Nulla di grave ma pur sempre delle pesanti giornate da superare oltre che per... Leggere il seguito

    Da  Brunaverdone
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • la sorellina

    sono giorni di cambiamenti e di nuove esperienze, quelli che stiamo vivendo. da quando è iniziato l’inserimento alla materna di Chicco, si sono profilate... Leggere il seguito

    Da  Leucosia
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La saudade

    Ah, se ripenso ad una settimana fa.A quest’ora ero su un treno in direzione P., col mio S., che andavo al Lucca Comics. E mi aspettavano due giorni intensi di... Leggere il seguito

    Da  Valentina
    DIARIO PERSONALE, TALENTI