Magazine Curiosità

La sindrome di Stendhal

Da Straker
La sindrome di Stendhal
When people run in circles/It's a very, very mad world (Tears for fears)
Esiste un senso? Se contempliamo il microcosmo ed il macrocosmo, restiamo ammirati al cospetto della bellezza e della perfezione squadernate dalla natura: dalle galassie alle conchiglie, dalle costellazioni alle cellule… è uno spettacolo mozzafiato. E’ davvero improbabile che l’armonia e la complessità dell’universo originino dal caso, da un lancio di dadi.
Sì, è un mondo fantastico. Alla fine, dopo aver visitato le sale della galleria dove sono custodite le pregevoli opere d’arte, ce ne torniamo a casa storditi dalla sindrome di Stendhal. Infine, però, ci chiediamo che cosa abbiamo veramente compreso.
Così la magnificenza del Tutto non basta né per nascondere né per giustificare le fratture che attraversano il mirabile edificio: là dove l’intonaco è scrostato si intravedono crepe profonde e tarlature.
E’ come se il cosmo, da una perfezione primordiale, fosse sdrucciolato su un ripido pendio: ecco allora l’entropia, la corsa folle nelle gelide, buie immensità. Ecco persino lo spuntare della coscienza come freccia che si dirige verso sé stessa per trafiggersi. Ecco che dalla natura affiora la storia con le sue lunghissime scie di sangue.
Dov’è il punto in cui le enigmatiche interazioni fondamentali si saldano con l’esistenza degli esseri che popolano gli spazi siderali? Come si è sporto il pensiero dalla materia o, viceversa, in che maniera il pensiero si è fossilizzato nei corpi? Qualcosa si è rotto, qualcosa non ha funzionato. Le splendide fiamme di un tempo si sono incenerite nella polvere del destino. Nessuno sa perché.
La fioca luce di stelle remote si infrange sulle sponde della vita in flutti di non-senso.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La soia, un rischio per la salute?

    soia, rischio salute?

    SoiaLa soia è un legume molto dibattuto. Non fa parte della nostra tradizione, quindi è visto con diffidenza da molti, inoltre una grossa percentuale di soia... Leggere il seguito

    Da  Giulianoparpaglioni
    CURIOSITÀ, DIETE, SALUTE E BENESSERE
  • La ghiandaia

    ghiandaia

    Su una giovane quercia al confine del giardino, abita una prepotente ghiandaia. Il suo roco richiamo mi avverte della sua presenza nelle più svariate ore del... Leggere il seguito

    Da  Lifarnur
    DIARIO PERSONALE
  • La litografia

    litografia

    Una litografia del 1820Come detto nel post sulle incisioni, ne esistono di diversi tipi e tra questi c'è la litografia.La litografia è una tecnica a stampa in... Leggere il seguito

    Da  Artesplorando
    ARTE, CULTURA
  • La Costante.

    La Costante Noi non ci conosciamo. Penso ai giorni che, perduti nel tempo, c’incontrammo, alla nostra incresciosa intimità. Ci siamo sempre lasciati senza... Leggere il seguito

    Da  Philomela997
    EDITORIA E STAMPA, LIBRI
  • La Parigina

    Parigina

    A metà tra pizza e torta salata La Parigina è un rustico tipico napoletano che ha la particolarità di esser composto da due impasti ; tradizionalmente farcita... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La moda secondo la Gregoraci

    moda secondo Gregoraci

    Scritto da: Nina Catalano 25 luglio 2014 in Gossip, Senza categoria Inserisci un commento 31 visite googletag.defineSlot('/134284252/Beezer_ATF-corpo_600x100_1'... Leggere il seguito

    Da  Moveup
    DA CLASSIFICARE
  • La bambola

    bambola

    Leggere il seguito

    Da  Antoniotrincone
    LIFESTYLE