Magazine Cultura

La solitudine dei numeri primi

Creato il 22 settembre 2010 da Pim

La solitudine dei numeri primi_film Una delle rare volte in cui sono uscito dal cinema con il rimpianto di non essere rimasto a casa. Saverio Costanzo traspone il celebrato bestseller di Paolo Giordano imponendo una chiave di lettura thriller (non horror, come riportano le gazzette) pretestuosa, forzata e scarsamente credibile. La truce complessità della vicenda di Alice e Mattia, entrambi segnati da un’adolescenza borderline, si riduce a una fiction di una superficialità irritante, in cui i personaggi si muovono come fantasmi senza suscitare alcun coinvolgimento emotivo. La dinamica degli eventi procede faticosamente, per apposizione, tra flashback e flashforward immersi in atmosfere artefatte dichiaratamente debitrici di Dario Argento (Goblin compresi). In questo contesto disorganico appaiono fuori fase pure gli interpreti, appena un gradino al di sopra della catatonia. Era proprio necessario che la Rohrwacher calasse di dieci chili, Marinelli ingrassasse di quindici e Timi rifacesse le smorfie di It? Che c’entra poi la Rossellini? Chi ha letto il libro ricava dal film un’impressione molesta; chi non l’ha letto se ne chiederà le ragioni del successo (probabilmente anche il senso del titolo). Dopo prove assai convincenti (Private, In memoria di me) Saverio Costanzo becca stavolta una cantonata micidiale. Ma soprattutto Paolo Giordano, cosceneggiatore assieme al regista: i maligni, i quali sostengono che il suo libro sia l’esito di un accurato lavoro di editing, hanno da adesso qualche argomento in più…

La solitudine dei numeri primi, di Saverio Costanzo, con Alba Rohrwacher, Luca Marinelli, Isabella Rossellini, Maurizio Donadoni, Filippo Timi (Ita/Fra/Ger, 2010, 118’). In programmazione al Cinema Fratelli Marx di Torino.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La bella rosina

    bella rosina

    Allora, considerato il 150 ° anniversario dell'Unità d'Italia ho pensato di aggiungere sulla Bottega un libro che parla di una grande storia d'amore, quello... Leggere il seguito

    Da  Larazavatteri
    CULTURA, LIBRI
  • La governante

    governante

    Il giorno prima di un duello all'ultimo sangue, il signor Tapinois commette un omicio. Si stava allenando a sparare e uno di quei colpi uccide accidentalmente l... Leggere il seguito

    Da  Mirco
    CULTURA, LIBRI
  • La promessa di Gregg

    promessa Gregg

    Gregg AllmanEra il 1959, un pomeriggio nella segregazionista Nashville, Tennesse. Un cantante nero sta incendiando il pubblico del suo concerto: si chiama B.B. Leggere il seguito

    Da  Chemako
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • La versione di Barney

    versione Barney

    di Mordecai Richler - Adelphi Io lo sapevo. Sono anni che giro intorno, e anche alla larga, da questo libro. Mi domandavo, ingenuamente: ma come è possibile... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    CULTURA, LIBRI
  • La Nostalgia

    Nostalgia

    Qualcuno l’ha chiamata “canaglia” in una popolare canzonetta di qualche anno fa; i Brasiliani ne hanno fatto una filosofia di vita; forse anche gli Argentini,... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI
  • 455 - "la pattuglia dell'alba"

    pattuglia dell'alba"

    "La pattuglia dell'alba" e' un libro che ho appena finito di leggere, ambientato a San Diego. Ce lo ha mandato per posta la zia del marito, io non lo... Leggere il seguito

    Da  Maricadg
    CULTURA, LIBRI
  • La distribuzione delle Edizioni la Zisa

    distribuzione delle Edizioni Zisa

    SiciliaPROMO LIBRIVia Aquileia, 84 - 90144 PalermoTel: 091.6702413 - Fax: 091.6703633E.mail: [email protected]: www.sicilybooks.comEmilia Romagna,... Leggere il seguito

    Da  Edizionilazisa
    CULTURA, LIBRI